1. Cile

    di , il 19/7/2016 17:06

    Quattromilatrecento chilometri... Deserti, canion, pueblos andini, lagune, miniere, vigneti, spiagge, villaggi di pescatori, grattacieli, cascate, laghi, vulcani, torrenti, isole, fiordi, boschi, canali... Il tropico e Capo Horn... Gente accogliente, ottima cucina, e per finire infrastrutture comode ma non ancora sfruttate all'eccesso dal turismo. Insomma, il CIle è un Paese da visitare, ma che non si può mai dire di aver visto tutto. Nemmeno io l'ho visto tutto, pur essendoci già stato quattro volte e avendo la fortuna di avere un po' di parenti laggiù. Ma qualche suggerimento posso darvelo: chiedete pure, il forum è aperto!

    Luca

  2. Rubylove
    , 12/1/2018 16:48
    se è la prima volta e il tempo non è molto, meglio partire da Puerto Montt o da Bariloche (ma per il noleggio è meglio il Cile) e arrivare fino Al Calafate / Perito Moreno ed eventualmente Torres del Paine l'unico inconveniente e che da Calafate (o Torres del Paine) occorre ritornare indietro per la RN 40 almeno fino a bajo caracoles, se si è scesi dalla parte argentina si rientra da quella cilena o viceversa


    Se invece si ha tempo si può entrare o uscire da Santiago e fare la RN 40 ritornando per la RN7 cilena (austral)


    Ho fatto da Santiago a Ushuaia e ritorno a Santiago per altre strade passando anche per la costa atlantica ma ci vuole un mese e mezzo


    La Carretera Austral è sterrata per una buona parte da hornopiren verso sud, poi diventa sfalto poi ridiventa sterrata, la 40 ha tratti sterrari ma non molti (da bajo caracoles in giu) da Mendoza in giu stessa cosa (molto asfalto e tratti sterrati)


    andrebbe bene anche una macchina normale ma questo è un viaggio dove ci vuole almeno una camioneta 4x2 (pick up) perchè alcuni tratti sterrati sono malmessi e pieni di toule ondule, si rischia di rompere qualcosa, però se vai a venti all'ora e non è piovuto va anche con una normale


    Il permesso per l'argentina lo fa il noleggiatore costa dai 100 ai 200 dollari, va chiesto prima perche è un atto notarile con estensione assicurativa
  3. ludiaman
    , 19/12/2017 22:13
    Dico che è un'idea bellissima! Volevo farlo anche io, ma finora non c'è stata l'occasione giusta: ci vuole comunque molto tempo e bisogna prendersela con calma.
    Verifica solo con l'autonoleggio che non ci siano problemi col passaggio di frontiera, e che ci sia la ruota di scorta.
    Sicuramente buona parte della Carretera Austral è sterrata, e credo lo siano anche molte strade in Argentina se rimanete a ridosso delle Ande (almeno, dalla mia mappa risulta così, ma è una mappa di dieci anni fa e al giorno d'oggi potrebbe esserci dell'asfalto in più).
    Però non preoccuparti delle strade sterrate: si va più con calma, ci si stanca un po' di più, ma sono percorribilissime e solitamente ben tenute. Piuttosto fai bene i conti coi traghetti che dovrai utilizzare per tornare verso Puerto Montt: alcune tratte sono molto servite, altre hanno poche corse al giorno ed è bene verificare gli orari. In generale, credo che dovresti farti una programmazione che non sia troppo ristretta, non calcolata al singolo giorno insomma: è meglio che ti conceda qualche giorno extra come "polmone", prevedendo possibili ritardi per traghetti, maltempo, qualche tappa in più che ti vien voglia di vedere...
    Si trova da dormire e da mangiare a prezzi modici, e se ti senti più tranquillo a prenotare puoi farlo magari per i due/tre giorni successivi, via internet, tra una tappa e l'altra. Prenotare tutto prima lo sconsiglio, per i motivi di cui sopra.
    Puoi trovare altre info interessanti facendo qualche ricerca on-line, per esempio dai un occhio al sito della compagnia che gestisce i traghetti www.taustral.cl
    Se serve altro fammi sapere.
    Ciao
    Luca
  4. andreapaola7273
    , 19/12/2017 00:49
    ciao
    cosa mi dici di idea di noleggio macchina in cile a santiago
    poi entare in argentina andare verso mendoza
    poi scendere con la ruta 40,passare da bariloche
    e poi proseguire a sud
    ed entrare in chile ad altezza di chile chico
    e poi risalire sulla caretera austral fino a puerto monnt
    e da li tranquillamente verso santiago
    le strade in questione sono asfaltate?
    percorribili con auto normale?
    pericoli?
    costi alloggi lungo il percorso?
    grazie in anticipoo per le tue risposte
  5. pippo topolino 1
    , 11/10/2017 19:26
    ( proporre )

    Rimanendo in loco un buon numero di giorni ( SPA ) probabilmente potete prenotare il tour in loco ma non osso certo darvi garanzie ( io ho fatto cosi e senza problemi )

    Probabilmente potete "acquistare" una intera 4x4 ma non penso ne valga veramente la pena
  6. pippo topolino 1
    , 11/10/2017 19:24
    Prego ..

    Da San pedro ho visto spesso proporer quanto segue:

    1) Bus fino quasi al confine, veloce, poi si aspettano le 4x4 Boliviane, si arriva al confine e poi si continua fino all Laguna Colorata ( tappa non troppo lunga )

    2) Giro delle lagune fino alle porte del Salar di Uyuni

    3) Visita del salar in mattinata, pranzo a Uyuni e inizio viaggio ritorno con sosta lungo la strada

    4) Rientro ripercorrendo in parte quanto fatto il giorno 1
  7. ludiaman
    , 4/10/2017 23:24
    Bel programma @Maxxo, e grazie a tutti per i suggerimenti aggiuntivi!
    Solo una nota a margine: spero che nella tappa a Santiago abbiate un po' di tempo per visitare la città. Non che sia una città imperdibile, però ritengo che sia sempre un ottimo inizio di viaggio approcciarsi al nuovo Paese che si va a visitare attraverso la sua capitale: è sempre un po' un "riassunto" dell'intero Paese, e permette di vederlo poi con altri occhi. A maggior ragione possiamo dirlo per una città che sta al centro di una striscia di terra lunga 4000 chilometri!
    Viste le vostre mete, varrebbe davvero la pena di fare un salto almeno al Museo Chileno de Arte Precolombino: è molto interessante, e ricco di bei reperti provenienti per lo più proprio dalla zona andina che andrete a visitare.
    Ciao!
  8. davovad
    , 4/10/2017 20:24
    Le agenzie organizzano diversi tipi di tour e di percorsi. Però il tour classico di tre giorni e due notti del Salar parte da Uyuni, prima notte a San Lorenzo, seconda notte alla Laguna colorada, a mezzogiorno del terzo giorno si arriva alla Laguna Verde e in serata si rientra a Uyuni.
    Dalla parte cilena si farebbe a ritroso, con le stesse tappe.
    Però, ripeto, ci sono un'infinità di varianti
  9. Maxxo
    , 4/10/2017 18:53
    @pippo topolino 1,
    ti ringrazio per l'aiuto, sono già a buon punto nell'organizzare il viaggio, ho prenotato quasi tutti gli alberghi, mi sono lasciato liberi gli ultimi 4 a SPA per fare il Salar de Uyuni. Qui sono indeciso, sulla rete si legge di tutto e di più, prenoto in anticipo o sul posto? Giro condiviso o privato? Ci sarà un semiprivato?
    Per ritornare ai tuoi commenti, a me (noi) piace molto viaggiare in autonomia (senza esagerare con i rischi), accettando anche qualche piccolo inconveniente.
    Il programma:
    Novembre
    24/ Pisa - Roma - Santiago
    25/ Santiago
    26/ Santiago - volo Arica - noleggio auto - Putre
    27-28-29/ Lauca
    30/ Putre- Arica - bus notturno - SPA - noleggio auto
    Dicembre
    1-2-3-4-5-6-7/ SPA
    8-9-10-11/ tour Bolivia - bus - Calama
    12/ Calama - volo Santiago - Roma
    13/ Roma - PIsa
    Per Putre e SPA abbiamo un programma di massima con del trekking (siamo appassionati di montragna) e una voglia infinita di paesaggi nuovi.

    Max
  10. pippo topolino 1
    , 3/10/2017 14:45
    Per Bolivia obbligatorio tour organizzato, la LP dava un buon indirizzo che nel moi caso funziono bene




    Buon viaggio
  11. pippo topolino 1
    , 3/10/2017 14:41
    Per San Pedro .. moooooolto piu turistico di Putre ..




    Valle Luna, ci sono alcuni tour molto belli che a parte il tramonto ( banale ) aggiungono un trekking a piedi di un paio di ore .. ti portano in un posto e recuperano in un altro .. costano due lire .. scegliete bene ( la Lonely dava buoni consigli )

    Alcuni siti si possono visitare in bici

    Non sono stato a Tatio e Miscanti sorry
  12. pippo topolino 1
    , 3/10/2017 14:38
    Io farei due conti rispetto al costo di prendere tour privati con autista, non sono sicuro vi costeranno di piu del noleggio ed evitate di strapazzarvi quando non acclimatati.

    Prenotatre prima perché non sono molti i turisti e le opzioni disponibili in loco

    Per alloggio potete considerare "La Chakana" .. un po' fuori, ha cambiato gestione, ma bel posto tranquillo ed econimico. Certi indirizzi eco che erano sulla Lonely qualche anno fà facevano veramente schifo .. occhio
  13. pippo topolino 1
    , 3/10/2017 14:36
    Escursione al Surire decisamente piu lunga ma molto bella ... teoricamente ok con auto normale ma sterrato con alcuni km che obbligano al passo d' uomo con rischio foratura o peggio quindi consiglerei 4x4 ( se non hanno sistemato tutto in questi anni )

    Possibile traffico camion per le miniere un po seccante ( meglio andare piu avanti quando nascono le Vigognette e bloccano il traffico ma ..; non tutto si puo avere )
  14. pippo topolino 1
    , 3/10/2017 14:31
    Buongiorno Maxxo ... scrivo a rate perché mi si rinfresca ogni tanto la pagina e tutto sparisce ..

    Innanzitutto ottima idea andare a Lauca, diverso da Atacama, splendido e complementare

    Da Arica a Putre sono 3.500 metri ed é già una bella botta. Mettete in conto di non dormire molto bene e di non caricare troppo il giorno successivo. Salire ai 4500 metri delle lagune é fattibile ma sarà probabilmente affaticante. Strada asfaltata ottima, di per sé non impegnativo, potete fare qualche passeggiata lungo la strada e attorno alle lagune ( se avete fiato ).
  15. ludiaman
    , 15/9/2017 22:51
    Ciao Maxxo, innanzitutto complimenti per l’itinerario!
    Personalmente non ho visitato tutti i posti che avete elencato: in particolare, non sono mai stato in Bolivia quindi su questo non mi permetto di darvi consigli... ma vi invidio tantissimo!

    I tempi mi sembrano giusti, volendo potreste incastrarci ancora qualcosa ma rischiate di fare tutto di corsa e direi che non ne vale la pena. C’è anche il discorso dell’ambientazione alle alte quote, quindi meglio non correre.
    Sia a Lauca che a San Pedro prendetevi la libertà di aggiungere o togliere qualche meta rispetto al programma, a seconda di come vi ispira il posto...

    Se scegliete di muovervi in macchina rischiate di pagare molto (ma molto!) di più per il reso dell’autonoleggio in altra località, però potreste passare da Humberstone e Santa Laura (cittadina mineraria abbandonata), parco della Pampa de Tamarugal (Pintados: geoglifi, tipo Nazca per intenderci ma più piccoli e visibili dal basso costeggiando le colline), e Chuquicamata (l’enorme miniera di rame è uno spettacolo). Inoltre potreste provare ad affacciarvi sul Pacifico: la costa è monotona ma ha un suo fascino.
    Vedrete che anche guidare nel deserto è affascinante e vorrete fermarvi a fare decine di foto (poi va a gusti... anche lì dopo tante ore ci si stanca, e lo dimostrano i numerosissimi altarini - chiamati "animitas" - che spuntano lungo la strada: sono molto belli, addobbati di decorazioni e oggetti di ogni genere; sorgono nei luoghi dove c’è stato un incidente, e ci si domanda come si fa a fare un incidente su strada rettilinea infinita e vuota, ma probabilmente è proprio per i colpi di sonno…)
    D’altra parte la notte in pullman è sempre una soluzione pratica, comodissima ed economica, e se avete qualche giorno in più potete fare qualche giro da Calama prima di riprendere l’aereo (tutte le mete che vi ho detto sono comunque abbastanza facilmente raggiungibili anche da lì; Chuquicamata poi è proprio attaccata).
    Insomma, sono valide entrambe le alternative!

    La maggior parte delle escursioni è fattibile senza 4x4. Ricordo che a El Tatio si poteva andare solamente con escursioni organizzate, o accompagnati da una guida, parlo però del 2003 e vedo che adesso la Lonely Planet lascia intendere che si possa andare anche da soli. Aggiunge però che ci sono dei guadi da fare e consigliano un veicolo col fondo rialzato: non ricordo che avessimo affrontato particolari difficoltà, però c'è da dire che era settembre, stagione asciutta, mente verso dicembre si possono trovare piogge. La Lonely dà lo stesso avviso anche per il Salar de Surire, dove io non
    sono stato. Forse vi conviene noleggiare un'auto normale (magari non troppo bassa, ma normale) e poi partecipare a qualche escursione organizzata se volete raggiungere le destinazioni più impervie.
    Per inciso, ho sempre avuto delle buone esperienze con le escursioni organizzate in Cile: non c'è la tendenza a "spremere" il turista, e le guide solitamente sono simpatiche e appassionate.

    Al momento non mi viene in mente altro, ma se hai dubbi scrivimi pure.
    E soprattutto, poi facci sapere com'è andata!
    Ciao
    Luca
  16. Maxxo
    , 14/9/2017 00:04
    Ciao, con la mia compagna stiamo organizzando una vacanza nel nord del Cile, con partenza il 24 di Novembre e ritorno il 13 Dicembre. Le nostre mete principali sono: il parco nazionale Lauca, il deserto di Atacama e per finire le lagune boliviane e il Salar de Uyuni.
    Pensiamo di arrivare in aereo a Arica, poi con un'auto a noleggio andare a Putre dove fare base per le escursioni per 3 o 4 giorni.
    Nella zona del parco di Lauca vorremmo visitare:
    1) Parinacota, Chucuyo, le lagune Cotacotani” ed il Lago Chungarà,
    2) vulcano Taapaca, Suriplaza e Quebrada Allane,
    3) Misitune, Reserva Nacionál Las Vicuñas, Salar de Surire

    Dopo il parco di Lauca vorremmo dirigerci a San Pedro de Atacama per visitare, sempre in self-drive, i siti più caratteristici della zona.
    1) salar de atacama, valle della luna
    2) El tatio - piscine di acqua termale di Puritama
    3) villaggio Aymará di Toconao, laguna chaxa, lagune Miñiques e Miscanti
    4) salar de pujsa - Salar de Aguas Calientes – Salar de Tara
    5) possibile salita al Cerro Toco
    Infine, vorremmo fare un tour di 4 giorni in Bolivia. Al rientro ripartiremo verso casa da Calama.

    Per le escursioni indicate ci vuole un 4x4 o va bene un 4x2?
    Siamo indecisi se trasferirci da Arica a San Pedro in self-drive visitando in due giorni i luoghi lungo il tragitto o restituire l’auto ad Arica e raggiungere la nostra destinazione con autobus notturno (in una sola notte). Nel tragitto da Lauca a San Pedro ci sono luoghi che secondo te meritano e consigli di visitare?
    Il tour in Bolivia si può prenotare sul posto o è meglio farlo in anticipo?
    Infine, vorrei un tuo parere sul programma di massima. Molto apprezzati i suggerimenti! Con i giorni a disposizione secondo te possiamo vedere altro?

    p.s.: arriviamo a Santiago il 25/11. Ripartiamo da Santiago il 12/12.