1. Sondaggio!!!!

    di , il 19/11/2004 00:00

    Proviamo a lanciare un sondaggio tra gli utenti di Turisti per Caso.

    Si parla ormai da molto della riscoperta del viaggio a contatto con la natura nel pieno rispetto dell'ambiente e del paesaggio che ci ospita.

    Trovate interessante una proposta di viaggio in cui piccoli gruppi vengono guidati da geologi o naturalisti alla scoperta delle forme del paesaggio?

  2. Elena O.
    , 18/12/2004 00:00
    Molto più che interessante, io partirei al volo per una vacanza del genere, anche io però sono daccordo nel dire che i gruppi devono essere davvero molto piccoli.....potresti seriamente pensare di organizzare tu qualcosa del genere...sono certa che avrebbe un gran successo!
    C'è chi fa una cosa simile per avvicinare la gente al mare e alle creature che lo abitano (in particolare delfini e cetacei)...è un progetto che si chiama ISCHIA DOLPHIN PROJECT...ho partecipato lo scorso ottobre ed è stata un'esperienza splendida....una settimana trascorsa su una barca a vela d'epoca girando nel tratto di mare tra ischia e ventotene...il tutto accompagnato a delle interessanti lezioni di biologia!!!!
    se siete amanti della natura non potete perderlo!
  3. Nicola D'adamo
    , 4/12/2004 00:00
    Ciao,

    trovo l'idea interessante e valida ma i gruppi devono essere veramente piccoli per avere un rapporto diretto e rilassato con il geologo o naturista che sia.Nella mia vita di viaggiatore devo confessare che alcune volte ho sentito la necessita' che qualcuno mi desse una spiegazione di cio' che avevo di fronte.Sono stato in Nuova Zelanda che ad attivita' geotermica non e' seconda a nessuno,negli Stati Uniti a Yellowstone,e vale lo stesso discorso,Australia con le sue distese e le sue formazioni,i grandi parchi del Canada,le grotte in Europa...........insomma in tutti questi casi ho avuto delle domande senza risposte,ma le sensazioni di pace e drammaticita' che ogni scenario trasmette e' piu' ricettiva nella propria riservatezza.E' per questo motivo che suggerisco gruppi molto piccoli perche' ognuno non debba sentirsi a scuola ma a spasso nel mondo con un amico che l'aiuta ad assaporare il mistero della terra.Odio tutto cio' che e' "intruppamento" e "standardizzato" e dato che gia' nella vita quotidiana sono costretto ad "uniformarmi",almeno in viaggio voglio essere libero di non sapere che ora e'!

    Nicola
  4. Turista Anonimo
    , 30/11/2004 00:00
    A me picerebbe fare un tour geologico dell'Islanda. Mi sono informata varie volte ma era sempre sopra le mie possibilità. A dire il vero mi piacerbbe che il tour geologico fosse solo una parte del viaggio, nel senso che non sopporterei a lungo "la visita guidata" insieme ad altri turisti.
  5. Turista Anonimo
    , 30/11/2004 00:00
    Dipende dal tipo di viaggio, e poi non tutti sono interessati all'aspetto "naturalistico" di ciò che si visita... a me personalmente poace quest'idea, sarebbe utile anche per imparare a rispettare un po' più l'ambiente, ma altri potrebbero trovarlo noioso (lo dico perchè conosco persone che la pensano così e sono interessati solo ai McDonald's dei posti che visitano...)
  6. Turista Anonimo
    , 26/11/2004 00:00
    Ciao Francesca ho lanciato questo sondaggio solo per capire fino a che punto veramente le persone che si reputano amanti dei viaggi e della natura lo siano fino in fondo. Sono un geologo che da circa 6 anni lavora nel mondo della geomorfologia e dell'idrogeologia. Non sono stato dimenticato dal mondo del lavoro, anzi questo mi ha insegnato a comprendere il significato del paesaggio. Ritengo che questo possa essere interessante anche per molti altri, che non hanno avuto l'opportunità di divenire geologi come me.
  7. Turista Anonimo
    , 26/11/2004 00:00
    assolutamente si, è inutile negarlo, si "vedono" più cose e si capiscono quasi tutte. il problema è che io soffro di una patologia per la quale dopo trenta minuti che cammino in un gruppetto, annuendo ogni tanto e andando dove mi porta un estraneo, mi sento fremere le gambe e vorrei scappare in nome della più totale ignoranza. Insomma oltre i trenta minuti preferisco che siano i miei occhi e la mie sensazioni a sostituire quel substrato di notizie che il mio cervello dimenticherà comunque dopo tre secondi e quindi vagabondo da solo scambiando basalti per sculture e lemuri per cagnolini...spero che tu apprezzi la mia sincerità , meno la mia ignoranza.
  8. Turista Anonimo
    , 26/11/2004 00:00
    io lo trovo interessantissimo, magari fosse sempre possibile avere con se in viaggio un naturalista che ci fa guardare le cose giuste e ci spiega anche le formazioni geologiche. spesso le guide turistiche "tradizionali" fanno vedere sempre le stesse cose. una domanda all'autore del forum: per caso sei un geologo o naturalista che si sente lasciato in disparte dal mondo del lavoro?
  9. Turista Anonimo
    , 24/11/2004 00:00
    io l'ho fatto a luglio in Madagascar.
    Oltre al soggiorno mare nell'isola di Nosy Be, abbiamo fatto un piccolo tour nel nord dell'isola principale (Grande Terre) accompagnati da un biologo.
    A sua volta e' stato aiutato da una guida locale naturalista: e' stato molto interessante.
  10. geotravel
    , 19/11/2004 00:00
    Proviamo a lanciare un sondaggio tra gli utenti di Turisti per Caso.
    Si parla ormai da molto della riscoperta del viaggio a contatto con la natura nel pieno rispetto dell'ambiente e del paesaggio che ci ospita.
    Trovate interessante una proposta di viaggio in cui piccoli gruppi vengono guidati da geologi o naturalisti alla scoperta delle forme del paesaggio?