1. Conchiglie: posso portarle con me?

    di , il 11/12/2006 15:01

    È vero che, in certe località (nello specifico, parlo del mar rosso) non posso prendere e portare con me a casa le conchiglie che trovo? attenzione, nn mi riferisco al pescare conchiglie vive, ma solo a quelle piccole, già "morte" che sono anke dei bei ricordi di viaggio (almeno x me, ke ho proprio qs passione!). Come posso fare x portarle con me? Anche perchè so che è possibile, sempre in qs località di mare, trovare negozi e bancarelle dove si può liberamente comprare ogni genere di conchiglia (e magari anke peggio...) senza inccorrere in problemi vari alle dogane...

    Grazie mille

  2. nonnavagabonda
    , 10/2/2007 08:47
    Abbiamo già devastato abbastanza questo meraviglioso mondo, anche senza divieti e pericolo certo di multe, lasciare intatto il posto visitato mi sembra una cosa assolutamente doverosa e civile. Nonnavgabomda
  3. Darahani
    , 25/1/2007 21:17
    Non credo che sia una bella idea... anzi!
    Mancanza di rispetto per l'ambiente, violazione, multa e coseguenze varie.... Lasciale li!!!!
    Darahani
  4. Turista Anonimo
    , 19/1/2007 22:33
    ti faccio un esempio:... negli anni passati chi andava alla spiaggia rosa a budelli in sardegna si portava via un pò di sabbia come ricordo (era rosa per la prensenza di coralli sbriciolati dal mare)... peccato che a distanza di anni il rosa è scomparso e per colpa di quelle persone quella spiaggia fantastica è visibile ben poco (di quel colore sono rimaste solo tenui sfumature!) e oltretutto a distanza di sicurezza visto che non è possibile attraccare con NESSUNA imbarcazione... bisogna dire grazie all'egoismo e l'ignoranza delle persone passate di lì... non ripetiamo questi errori...
  5. silvestro
    , 10/1/2007 00:56
    Un consiglio, non portare a casa con te nessun tipo di conchiglia grande o piccola che sia.
    Anche se l'hai comprata in negozio è sequestrabile in ogni momento.

    Ma non è la paura dela multa che ti deve far desistere dal prendere cose...
    La mia opinione è che sia giusto lasciare tutte le cose belle che vedi proprio lì dove le vedi...anche se si tratta di poche conchigliette non è giusto prenderle per portarle a casa con te.
    Il più bel ricordo è quello che ti rimane nella mente e se dopo anni ti dimentichi di come sono le conchiglie del Mar Rosso è una buona scusa per tornare a vederle nuovamente!
    Ragiona e non portarti a casa nulla.
  6. Guida_Tanzania
    , 9/1/2007 09:14
    Ho letto vari messaggi, pensavo che portare coralli ormai fosse una pratica morta, e invece...

    Continuate ad andare in Mar Rosso per favore, almeno mi lasciate il resto del mondo intatto.

    Indecente.
  7. dinocif
    , 7/1/2007 15:06
    ho avuto la stessa tentazione anche io che con mogie e due figlie avevo fatto incetta di coralli e conchiglie morte, ma aime ho lasciato tutto all'aereoporo come tutti, ma il ricordo più bello è quello di tornarci...in quanto ai divieti, forse sono un po esagerati ma le multe salate e la perdita del volo di ritorno, ti spingono a rinunciare ma è vero, i bazar ne vendono di tutti i colori e prezzi, non sarà mica un problema di bussines, visto che a SHARM paghi...tutto!!! Un piccolo pezzo comunque le donne visto che nessuno le perquisisce.....
  8. fr@
    , 4/1/2007 20:33
    confermo assolutamente vietato portare via conchiglie di qualsiasi tipo! anche loro, grazie all'erosione dell'acqua del mare, contribuiscono alla formazione della sabbia e all'equilibrio del ecosistema marino, i tempi di ripristino del reef sono lunghissimi... impariamo ad ammirare e a lasciare in pace la natura :)
    coral detector: si tratta di un apparecchio simile al metal detector in grado di rilevare la presenza nei bagagli di carbonato di calcio, il costituente delle conchiglie e dell'esoscheletro dei coralli.
    confermo anche timbro sul passaporto come ospite indesiderato con la conseguente impossibilità di tornare

    saluti
    fr@ - amante dell'egitto
  9. Cri-chan
    , 28/12/2006 17:32
    Secondo me è meglio lasciare le conchiglie al loro posto , anche se giacciono morte sulla spiaggia , a parte il rischio che si corre con le autorità del posto , ma è anche bello che tutto rimanga intatto ....
    A parte le conchiglie , ho visto cose che non mi sono piaciute per niente in Malesia l'anno scorso , hanno un mare strabiliante , ricco di fauna marina e la gente andava a flotte in acqua con i sacchetti pieni di pane e atre schifezze , il tutto da dare ai pesci .... sono rimasta malissimo , dovrebbero invece far capire alle persone che così facendo i pesci muoiono a furia di imbottirli di cibo !
    ciao ciao e goditi la vacanza senzo il pensiero delle conchiglie !!!!
  10. margheritabe
    , 27/12/2006 12:52
    Direttamente da Sharm: conchiglie e coralli assolutamente no! Oltre a discreta multa, si rischia di ritrovarsi con un timbro sul passaporto come "ospite indesiderato".
    Per la sabbia no problem, ce n'è un deserto intero!!
  11. enedhore
    , 23/12/2006 10:32
    Sono 12 anni che vado in Mar Rosso, praticamente da quando ero bambina, ma già da allora era severamente vietato esportare coralli e conchiglie.
    Ti consiglio di non correre inutili rischi, tipo perdere il volo di rientro bloccata alla dogana e una multa di un bel po' di €urini....Molto meglio comprarsi quei pesci calamita per frigoriferi, ce ne sono davvero per tutti i gusti, di colori, dimensioni e specie diverse!
    Anche le conchiglie morte, ovvero solo i gusci sono importanti per l'ecosistema marino!
  12. fior di loto
    , 21/12/2006 15:57
    SONO TORNATA DUE MESI FA DALLA MIA QUINTA VACANZA SUL MAR ROSSO. TI POSSO ASSICURARE CHE E' SEVERAMENTE VIETATO PORTARE VIA QUALSIASI GENERE DI CONCHIGLIA. VUOI UN CONSIGLIO? ARMATI DI UNA MACCHINA FOTOGRAFICA SPORT DI QUELLE USA E GETTA CHE SI POSSONO USARE IN ACQUA. AVRAI UN RICORDO STUPENDO DI QUESTO PARADISO SOMMERSO.
    UN'AFFEZIONATA DEL MAR ROSSO.
  13. kinkaid
    , 16/12/2006 10:41
    Attenzione! Non si possono portare via le conchiglie di nessun genere, all'aeroporto ci sono i coral detector e se trovano qualunque tipo di conchiglia ti possono fare multe salatissime. Ti conviene lasciarle al loro posto.
  14. DIDIADRY
    , 14/12/2006 09:48
    Condivido il pensiero di Caterina C. Ci vuole il buonsenso in ogni cosa, mi riferivo comunque a un piccolo souvenir che può anche essere rappresentato da due o tre conchiglie raccolte sulla spiaggia - non in mare! In questo caso non penso che ci sia un danno.
    Ciao! ...buona vacanza!
  15. allieallie
    , 13/12/2006 10:20
    grazie x le vs gentili risposte, ne farò tesoro.
    qualunque opinione o consiglio in merito, magari relativo alla propria esperienza, e ben accetto!
  16. CaterinaC
    , 13/12/2006 00:37
    ciao,
    solo una piccola domanda per spostare il problema da "posso?" a "è giusto falro?": cosa pensate accadrebbe se ogni turista si portasse via anche solo qualche conchiglia o un po' di sabbia? Persino in Italia in certe zone iniziano ad esservi preoccupazioni e contromisure http://www.lanuovaecologia.it/natura/conservazione/3475.php
    Come sempre se uno non esagera è megilo... :)
    Comunque le informazioni che cerchi si trovano in questo sito.
    http://www.mincomes.it/cites/indice_cites.htm
    Scorri e vai al paragrafo:
    "Alcuni consigli ai viaggiatori
    Se siete interessati all’acquisto di souvenir esotici all’estero, (...) è bene consultare le liste degli esemplari protetti per le opportune verifiche (...)
    Ad esempio, occorre tenere presente che:
    Oggetti quali borse in pelle di rettile, collane e bracciali di avorio, tartaruga, medicine tradizionali a base di parti di animali (tigre, rinoceronte,etc.,) o piante protetti, spesso non possono essere importati o venduti nell’Unione Europea.
    Il commercio di pelli di tigre, leone, leopardo, etc., è severamente proibito dal CITES.
    Piante vive: alcune specie di orchidee e cactus sono totalmente protette e nel caso di propagazione artificiale necessitano del certificato CITES.
    Corallo: (ornamenti, oggetti, etc.,) accertatevi che il corallo di cui sono composti non sia di una specie protetta.
    Conchiglie: (come per il corallo).
    Caviale: il commercio del caviale è sotto controllo. E’ permessa l’introduzione, nell’Unione Europea, di non più di gr. 250 per uso personale.
    Animali vivi (pets): piccoli rettili, uccelli, etc., necessitano spesso della preventiva licenza di importazione prima che il Paese esportatore emetta la licenza di esportazione.