1. New York

    di , il 27/5/2014 13:02

    La guida per caso di New York è Daniele

  2. DANIELE80
    , 18/3/2016 10:37
    Ciao Marialuisa,

    sei davvero gentile e ti permetto tutti i baci che vuoi! :-)

    Mi scrivi che la tua preoccupazione saranno i visti: ricordati, anzi ricordatevi, che per motivi turistici potrete entrare negli States e rimanerci fino a 90 giorni solo con l'ESTA (Electronic System for Travel Authorization) che potrete fare anche da casa comodamente al costo di 14 $ a testa (ecco il sito ufficiale https://esta.cbp.dhs.gov/esta/). Dunque niente visto! Stampi tutto e lo porti con te. Obbligatorio ovviamente invece il passaporto.

    Non preoccuparti per l'inglese, anzi ... per il newyorkese (un misto tra americano, spagnolo, italiano e chi più ne ha più ne metta). Si sentono tutte le lingue del mondo e l'italiano è quasi sempre ben compreso.

    Per quanto riguarda la tua intolleranza al formaggio direbbero:

    you're lactose intolerant! Se vuoi dirlo tu in prima persona: I'm lactose intolerant. Se vuoi arricchire la frase un po' di più: I have to tell you I'm lactose intolerant: so no cheese (and milk) please.

    Credo che l'intolleranza al formaggio converga in quella al lattosio... non direbbero mai I'm cheese intolerant.

    Intanto ti anticipo gli auguri per un felicissimo matrimonio ... Se avessi bisogno d'altro sarò qui!

    Ciao Daniele
  3. Marialuisa Milu P
    , 18/3/2016 08:53
    ciao Daniele! sono Marialuisa di Verona, e col mio Roberto , a ferrara ci sposiamo il 24 settembre.l'idea , era (la mia preoccupazione sono i visti) quella di farmi un giro a Ny. a tuo avviso a settembre è possibile?
    sono disabile visivo/uditiva e molto autonoma. mi piace viaggiare , e con Roberto ho già fatto Grecia, Tunisia, Messico.
    scorrerò sicuramente ancora le tue risposte ad altri utenti su cosa vedere e cosa no. spero di trovare qualcun'altro che venga con noi .... per la lingua... l'inglese NON è il nostro forte.
    una cosa si la vorrei sapere, se la sai, io sono INTOLLERANTE AL FORMAGGIO. basta che io dica NO CHEESE? e ci siamo o lo scrivo?


    grazie di tutto, permettimi un bacione!
  4. DANIELE80
    , 11/3/2016 08:50
    Ciao Nikki, non vige un obbligo formale per il lucchetto TSA, ma te lo consiglio caldamente. Adesso tra l'altro esistono valigie in commercio con serratura TSA integrata. Quel lucchetto (costa circa 12 euro) è apribile con una chiave passpartout in dotazione all'Agenzia Americana per la sicurezza interna, TSA (Transportation Security Administration), da cui prende il nome l'oggetto stesso. L'alternativa sarebbe quella di non chiudere il bagaglio (cosa che ti sconsiglio) o il rischio è che forzino le valigie per vederne il contenuto e devo dire che non accade di rado. Io viaggio assai frequentemente negli USA e capita, ad onor del vero, più sui voli interni agli States che su quelli internazionali, ma in ogni caso te lo consiglio per non rischiare.

    Ciao Daniele
  5. Niki88
    , 10/3/2016 13:13
    Ciao a tutti!!

    Sempre riguardo il viaggio a New York, vorrei sapere se il lucchetto TSA per la valigia in stiva o perlomeno una valigia già predisposto con lucchetto sia obbligatorio/a! Ho sentito molti che si sono ritrovati la valigia rotta! Possibile?? Grazie ancora!!
  6. DANIELE80
    , 2/3/2016 08:08
    Ciao Nikki,


    Per cosa vedere a NYC ti consiglio di dare
    un’occhiata alla mia guida che troverai qui

    http://turistipercaso.it/new-york/74607/new-york-non-delude-mai.html

    In ogni caso ti passo rapidamente in
    rassegna ciò che non potrai assolutamente perdere: una messa Gospel ad Harlem,
    una visita all’osservatorio dell’Empire State Building o quello della
    nuovissima Freedom Tower (ti consiglio di prenotare i biglietti online nei
    rispettivi siti ufficiali); una passeggiata lungo la Fifth Ave e la High Line,
    il Rockefeller Center, alcune aree di Central Park, il traghetto per Staten
    Island gratuito al South Ferry Loop per ammirare la Statua della Libertà (se
    volete visitare anche Ellis Island dovrete per forza usare il battello a
    pagamento che parte dal Battery Park); Times Square e il Theater District,
    Metropolitan Museum, MoMa, il Brooklyn Bridge, il Pier 17, la NY Public Library
    (sempre lungo la 5th Avenue) e una visita all’atrio della Grand Central
    Station; indubbiamente il 9/11 Memorial e il 9/11 Museum. Ti consiglio, tempo
    permettendo, uno spettacolo a Broadway. Ce ne sono di molto belli. Prenota in
    anticipo su ticketmaster.com e poi ritiri i biglietti alla biglietteria del
    teatro oppure prendili a prezzi scontati (posti rimasti invenduti) il giorno
    stesso in Times Square presso gli uffici TKTS. In questa stagione ci sono Aladdin al New
    Amsterdam Theater, The Lion King al Minskoff, Pahantom of the Opera al Majestic
    e uno tra i miei preferiti Wicked al Gershwim Theater.

    Alcuni musei sono gratuiti in certi giorni ad esempio il MoMa il venerdì dalle
    16 in poi. Altri hanno giorni Pay what you wish (offerta libera) ad esempio il
    Guggenheim il sabato dalle 17.45 alle 19.45. Le code di solito aumentano un
    po’,
    ma non è sempre detto. Va a fortuna in ogni caso.

    Cibo: a NY avrai l’imbarazzo della scelta.
    A Brooklyn ti consiglio la pizza da Roberta’s, i dolci da Sweet Melissa e un
    giro alla Brooklyn Ice Cream Factory, The Bagel Hole per i Bagel (a Manhattan
    vai da Absolute Bagels).

    A Manhattan se basta una pizza vai a Pizzarte nella 55th incrocio con la 5th
    Ave oppure da Capizzi a Hell's Kitchen. Pizza davvero italiana! Se volessi
    sempre cucina italiana con pasta fatta in
    casa o altro c'è il 'Cara mia' sempre a Hell's Kitchen vicino ancora a Times
    Square.

    Fast food ovunque ma Wendy's per me è insuperabile. Qualità migliore rispetto a
    McDonald; se vuoi un Diner in perfetto stile USA vai al Moonstruck diner -incrocio
    38th Street con Madison Ave oppure il Tick Tock Diner (incrocio 34th con 8th
    Ave).

    Ti lascio anche un link con il sito più aggiornato in assoluto sui ristoranti/locali a Manhattan e NYC in generale, con commenti e consigli:

    http://www.timeout.com/newyork/restaurants

    Se vuoi fare una spesa 'sana' vai da Whole Foods (a NY ce n'è uno gigantesco a
    Union Square e il mio preferito a Columbus Circle, sotto il William Sonoma nel
    Warner Center). Io di solito compro il
    pranzo e poi faccio un piccolo pic-nic in Central park che è praticamente lì
    accanto. Puoi anche prendere a Self Service qualcosa e mangiarlo direttamente
    in un'area dedicata del supermercato.

    Le catene Duane & Reade (di cui un piano generalmente e farmacia e l'altro
    è Drug Store) trovi qualsiasi cosa. Per Pasqua gli eventi più importanti sono
    quelli che ho indicato: purtroppo negli States è una festività davvero poco
    sentita. Troverai tutto aperto, sarà quasi un giorno come un altro (ovviamente
    pasquetta non esiste). Se vuoi qualcosa di specifico fammi sapere.

    Sconti universitari ci sono, ma solo alcune attrazioni accettano quelle 'internazionali'. In ogni caso portati la tessera e il libretto (la sola card dell'Università non ne certifica l'iscrizione). Puoi sempre strappare qualche sconto!

    Un grosso saluto

    Daniele
  7. Niki88
    , 1/3/2016 17:43
    Ah volevo anche sapere se ci sono sconti per gli universitari! Cioè se potevo usufruire di qualche sconto in qualche museo con la carta-studente rilasciata dalla mia università italiana!
  8. Niki88
    , 1/3/2016 16:40
    Ti ringrazio per i chiarimenti!!!!!!

    Ho letto anche che ci sono degli eventi sotto Pasqua. Io mi troverò lì dal 21 al 28 Marzo! Ci sono altri eventi oltre a quelli che hai scritto?

    E poi:

    Si devono prenotare i biglietti per dei Musical a Broadway? Quali i più belli?? Ci sono anche in italiano??

    E' vero che il Moma il venerdì è gratis?? Il Metropolitan invece non ha un prezzo stabilito per entrare ma è ad offerta?

    Se può anche consigliarmi tutto ciò che si può vedere a NY anche se non basterebbero 8 giorni! Ed anche qualche posto carino dove mangiare senza spendere cifre esorbitanti!

    Conviene prendere i taxi??

    Ringrazio ancora!!
  9. DANIELE80
    , 1/3/2016 09:12
    Ciao Nikki,
    mi spiace smentire tutte le tue richieste, e spero possano essere utili anche ad
    altri: a NY non è possibile avere alcun tipo di Tax Refund per turisti (rimborso di tasse).

    Anche in moltissimi altri stati USA è così. Spesso a riguardo girano voci sbagliate.

    A NY la tassa è dell’8,875% sulla quasi totalità della merce (salvo pochissime
    eccezioni su beni di prima necessità e sempre che il loro valore non superi i
    110$). Questa tassa comprende una local tax (4,5%), una State tax (4%) e un ‘surchage’
    dello 0,375%. L’equivoco nasce dal fatto che queste tasse non sono applicate dal governo, bensì localmente e hanno poco a che fare con la VAT (Value-added tax) ovvero la nostra IVA.

    Ci sono alcuni stati che non caricano alcuna tassa sugli acquisti; se non ricordo
    male Alaska, Montana, Oregon, Delaware e sicuramente il New Hampshire. Altri
    stati ancora prevedono ogni anno delle Tax Holiday cioè una temporanea
    eliminazione della tassa, ma a NY per il 2016 non è prevista. Credo sia la Louisiana a prevedere una forma di rimborso delle proprie tasse ai turisti.

    A New York City e nello stato di New York in generale nessun rimborso né per turisti né a chi viaggia per lavoro!

    Qui ti lascio il link dal un sito ufficiale per conferma:

    https://help.cbp.gov/app/answers/detail/a_id/373/~/how-to-obtain-a-refund-of-sales-tax-paid-while-visiting-the-united-states

    Spero di averti aiutato.

    Ciao Daniele
  10. Niki88
    , 29/2/2016 17:29
    E volevo sapere se effettivamente conviene il tax free.
  11. Niki88
    , 29/2/2016 17:28
    Ciao!! Dato che per Pasqua dovrò recarmi a New York, volevo sapere come funzionava precisamente la procedura per il tax-free!
    Cioè prima di fare il check-in bisogna recarsi in un ufficio apposito o dopo?! Non bisogna togliere i cartellini quando si mette la merce nei bagagli?! C'è differenza tra bagaglio a mano o in stiva sempre in base del tax-free, cioè dove bisogna mettere la merca acquistata?! Una volta effettuata la procedura di rimborso si può riaprire la valigia dove abbiamo messo la merce acquistata per la quale abbiamo chiesto il rimborso o bisogna darla?! E quanto bisogna spendere minimo a ny per il rimborso?! Grazie!!
  12. DANIELE80
    , 19/2/2016 10:34
    Per tutti coloro che trascorreranno la Pasqua a NYC, eccovi un po' di cose a mio avviso da non perdere:

    Il 17 marzo a New York non perdetevi la St.Patrick’s Day Parade, la parata di S. Patrizio sulla Fifth Avenue a partire dalle 11. Festeggiano tutti, non solo gli americani d’origine irlandese. Ogni cosa si tinge di verde, persino i famosi bagel e l’illuminazione dell’Empire State Building. Lo spettacolo migliore lo si gode all’altezza della 57th Street!

    Anche a Pasqua ci sarà una parata sempre sulla Fifth Avenue dalle 10 alle 16, ma senza bande e carri. Si cammina in costumi pasquali o particolari. Per i bambini vengono organizzare numerose Eggs hunts (caccia alle uova) in vari luoghi della città. Gli eventi migliori sono al Children’s Museum di Manhattan e al Brooklyn Children’s Museum. Al Trinity Church c’è l’Easter Fun Fest.


    Se adorate la primavera e in particolare i fiori correte da Macy’s perché dal 20 marzo al 3 aprile ci sarà il consueto show floreale al piano terra! Un festival di colori e profumi.

    Un saluto,

    Daniele
  13. DANIELE80
    , 19/2/2016 08:54
    Figurati Letizia. Quando vorrai ...

    Ciao Daniele
  14. letisutpc
    , 18/2/2016 11:40
    Grazie Daniele, utilissimo!!! Comincerò a dare un'occhiata, poi ti ricontatterò sicuramente, il tuo aiuto è stra-prezioso!
    Buona giornata
    Letizia
  15. DANIELE80
    , 16/2/2016 12:27
    Ciao Letizia!

    Piacere di conoscerti.






    Come zone in cui alloggiare ti consiglio quelle limitrofe a Midtown East o West,
    TriBeCa, East Village, la zona vicina alla Penn Station, al Flatiron Building o Herald Square in Manhattan.
    Interessante buon compromesso tra qualità/prezzo/zona è il Meatpacking District, Chelsea e la zona intorno alla
    Columbia University.
    Brookyn è un’ottima alternativa soprattutto le
    zone di Brooklyn Heights, DUMBO e BoCoCa. Dipende da come vorrete muovervi e se
    non vi peserà effettuare una corsa in più in metro guadagnando però sul costo
    dell’alloggio. Per gli appartamenti guarda su airbnb, homeaway o anche New York
    Habitat ( http://www.nyhabitat.com/
    ) Pochi hotel a NY offrono la colazione insieme al pernottamento quindi
    verifica bene prima di prenotare.






    Sul volo indubbiamente Milano essendo maggiormente servita ha costi un po’ più bassi. Confronta le tariffe aeree su Kayak, ma occhio ai siti di
    rimando che offrono certe tariffe. Io, una volta effettuata la comparazione,
    prenoto sempre sul sito ufficiale delle compagnie. Luglio comunque, insieme ad
    agosto, ha prezzi piuttosto alti in generale.






    Spero di esserti stato utile per ora.






    Ciao Daniele
  16. letisutpc
    , 15/2/2016 14:11
    Ciao Daniele,



    sono Letizia e vorrei organizzare una vacanza di una settimana
    a NY per il 40° compleanno del mio compagno Francesco: io sono già stata una
    volta 20 anni fa ed immagino che da allora tante cose saranno cambiate, quindi
    sarà quasi una prima volta anche per me… Noi vorremmo partire agli inizi di
    luglio, quindi penso sia ormai ora di prenotare. Cominciamo dal volo: il nostro
    aeroporto di riferimento è Bologna, ho già provato a dare un’occhiata ai prezzi
    dei voli e sono piuttosto alti, quindi non scarterei l’ipotesi di partire da
    Milano anche se per noi non è comodissimo. Per quanto riguarda l’alloggio non
    ci dispiacerebbe un appartamento (20 anni fa alloggiai a casa di amici di amici
    a Thompson street, vicino a Washington square, zona centralissima), ma anche un
    hotel con breakfast e facilmente raggiungibile dagli aeroporti non sarebbe
    male. Nostri amici hanno alloggiato con
    uno scambio casa a Brooklin hights e si sono trovati bene, lo so che Manhattan
    è sempre Manhattan, tu che ne pensi? Per il momento mi fermo qui con le domande
    e ti ringrazio in anticipo per quanto mi risponderai



    Letizia