1. Londra

    di , il 23/3/2010 10:04

    Ciao a tutti! mi chiamo Cristina e do a tutti il benvenuti su questo forum.

    Londra in questi ultimi tempi è diventata una meta molto popolare; tantissimi sono in procinto di visitarla e molti se ne vanno con una gran voglia di tornare consapevoli di avere ancora un mare di cose da scoprire. Ed è vero! Londra è una città che cambia e si evolve continuamente, ci sono sempre delle novità, un sacco di eventi e anche chi è interessato al suo lato culturale e storico può essere appagato ... e non solo dai suoi simboli più noti. Io la frequento da molti anni, da prima che diventasse così ''ospitale'' e ancora non oso dire di conoscerla bene, ma nel mio piccolo mi metto a disposizione per chiunque abbia dei dubbi o domande da fare sperando di poter essere utile. Vi aspetto! ;)

  2. londra4ever
    , 28/7/2010 13:02
    <b>Antonellinadn<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?></b>
    <b> </b>
    Ma dai che scherzavo…..non ho niente da perdonare :-.)
    Il fatto è che come puoi vedere dai Post di Dangy se ho una meta o un riferimento posso essere d’aiuto più facilmente, ma se non ho un riferimento faccio fatica a tirar giù qualcosa di utile, divento come una guida stampata!!!
    Il tuo entusiasmo è bellissimo e dopo?.......dopo ti dedicherai a pellegrinaggi saltuari per approfondimenti che potrebbero essere…..senza fine!

    Ciao a presto anche a te :-)
    Cristina
  3. londra4ever
    , 28/7/2010 12:58
    <b>Londra2010<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?></b>
    <b> </b>
    Ciao…quando è la data fatidica che non mi ricordo?
    Visto che sei anche tu una “buongustaia” forse apprezzerai questo libro: Londra e Contorni. Di Renata Beltrami. E un simpatico libro con ricette e curiosità, molto divertente.

    Enjoy
    Cristina
  4. antonellinadn
    , 28/7/2010 10:07
    ...pardon!Sorry!Insomma...scusa la mia cascata di domande e la mia pigrizia!Anche se io la chiamerei più "voracità"! ;) Possibile che Londra mi entusiasmi così senza neanche averla ancora vista? E dopo????Gran parte del merito è vostro, e della tua guida.....che dici,mi son fatta perdonare?
    Comunque ho apprezzato molto anche la tua splendida disquisizione sul cibo inglese...occasione in più per scoprire ciò che di solito viene snobbato a favore degli inflazionati must culinari...sarò vorace anche in quel senso! ;P
    Beh, c'è da dire che pigra proprio non potrò esserlo nei prossimi giorni per leggere tutte le info che mi hai inviato....THANKS! ;D
    Sicuramente ci risentiremo prima della mia partenza...buona giornata a tutti!
    Ah, vorrei lasciarvi con una frase che sento molto vicina a questo forum: "When a man is tired of London, he is tired of life!" (Samuel Johnson)
    Bye bye
  5. lucariello
    , 28/7/2010 01:24
    Ciao Cristina,

    a settembre, per la precisione intorno al 10, vorremo andare a Londra per 7/8 giorni.
    Ci puoi indicare un itinerario da seguire?
    Inoltre ci sai indicare anche un albergo pulito, con bagno in camera non tanto lontano dal centro?
    Grazie 1000
    Luca
  6. dangy86
    , 28/7/2010 00:19
    Grazie mille per i link del museo Cristina...ho trovato quello che cercavo...infatti volevo prima di tutto visitare l'esibizione temporanea "My Generation: The Glory Years of British Rock" nel V&A Museum che tra l'altro è gratis...Io sono già stata a Londra nel 2003 con una vacanza studio ma ci sono tantissime cose che non ho ancora visto...per esempio i musei...infatti ce ne sono un paio in cui vorrei andare...ovviamente i primi 2 giorni li dedicherò a far visitare ai miei amici (pel la prima volta a Londra!) i classici luoghi come Westminster, Piccadilly Circus, Covent Garden, Tower Bridge ecc..che io invece ho già visto, poi i restanti 6 giorni li stò organizzando per vedere quelle cose che anche io non ho mai visto come i mercatini (Camden Lock raggiungendolo da little venice e da primrose hill, Portobello e Brick Lane), i musei (ho selezionato la National Gallery, il museo delle cere e poi ero indecisa sul museo della scienza o il V&A)...infine volevo visitare gli Stadi del Chelsea e dell'Arsenal (essendo un'amante del calcio) e alcuni quartieri come Chelsea, Notthing Hill e Soho... Dalla descrizione che mi hai fatto di Chelsea penso proprio che faccia al caso mio, ovviamente sarà una passeggiata del tipo "vedere,non toccare e...sognare!!!" :-) ! Poi anche la Passeggiata di Jack lo squartatore (che ho letto nei post precedenti!) mi ha incuriosita...vedremo...Per quanto riguarda Notthing Hill invece cosa mi dici???

    Grazie ancora!!!
  7. londra2010
    , 27/7/2010 23:20
    Ciao Cristina,
    mi hai fatto venire fame! Io adoro la cucina inglese ... che buone le cornish pasties e che dire delle apple pies? Non vedo l'ora di partire anche per dedicarmi al cibo inglese!!!!!!
  8. londra4ever
    , 27/7/2010 18:07
    <b>dangy86<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?></b>
    <b></b>Si il Victoria&Albert Museum è gratuito ad eccezion fatta di alcune mostre speciali, come quella su Grace Kelly che si paga. Leggiti qui le sue attrattive <a href="http://www.vam.ac.uk/your_visit/other_languages/italian/" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.vam.ac.uk/your_visit/other_languages/italian/</u></a> e questo è per le esibizioni: <a href="http://www.vam.ac.uk/exhibitions/index.html" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.vam.ac.uk/exhibitions/index.html</u></a>
    E' un palazzo bellissimo, e racchiude delle curiosità molto interessanti, però dipende dal tempo che hai a disposizione e in che ordine di preferenza metti le cose culturali, piuttosto che la curiosità di "vedere" una città. Se io fossi ad una prima visita lascerei perdere i musei, a meno che non piova:-)

    Vedo che hai 23 anni e giustamente mi chiedi che c’è da vedere a Chelsea. Effettivamente non c’è niente è solo un gran bel quartiere residenziale, per gente ricca. Con tanti negozi di marche importanti e specializzati, Caffè alla moda per facoltosi.
    Di tutto il suo passato irriverente e sfacciato non c’è traccia, perché si parla della storia dei comportamenti, delle abitudini della gente, dei suoi pensieri e dei suoi desideri di cambiare una società che stava alienando quello che oggi si chiama progresso, e non è stato eretto nessun monumento al merito. E’ il quartiere che ha visto parte di una rivoluzione culturale senza precedenti, che però solo i muri ti potrebbero raccontare, visto che poi si è trasformato nel quartiere più chic della città.
    I giovani rivoluzionari degli anni sessanta sono diventati tutti dei benpensanti agiati? Una rivoluzione che attraverso la moda ha cambiato il mondo.
    Un esempio su tutti: Mary Quant e la sua minigonna creata e venduta in uno dei negozi di King’s Road.
    Mentre ti lustri gli occhi a guardare le vetrine di King's Road e Sloane Square, potresti dare un'occhiata nel Charity Shops, British Red Cross (al 67 di Old Church Street). Pare che Manolo Blanhik e Catherine Walzer, che abitano nel quartiere, donano le loro creazioni originali. E poi ci saranno anche i capi dei"comuni" residenti:-)
    Spero che qualcuno ti possa aiutare sui Pub. Io ti posso lasciare il link di questa bibbia londinese per i divertimenti: <a href="http://www.timeout.com/london/music/" target="_blank" rel="nofollow">http://www.timeout.com/london/music/</a>
    Ciao
    Cristina
  9. londra4ever
    , 27/7/2010 17:40
    <b>Ely 74<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?></b>

    Che bell’argomento….. il cibo inglese!
    Beh vi farò orrore ma io non lo disdegno affatto, anzi….mi piace tantissimo, con i loro strani accostamenti. Se pensate che non è “per sempre” il cibo da “Pub” è molto buono e sicuramente più salubre di un Mac Donald.
    Trovo che sia veramente una perdita non avere il coraggio di mangiare all’inglese.

    La prima colazione può comunque essere una gioia: pancetta croccante, uova in camicia, pomodori grigliati, la fanno anche con la salsiccia e i fagioli, i baked beans sono in salsa di pomodoro, poi ci sono anche i funghi e poi, ovviamente, <b>marmalade</b>, toast imburrati e te o caffè che io trovo buonissimo.(non cercate di bere un espresso, tanto non lo sanno fare, dipenderà dall’acqua dalla miscela non so, ma anche dove c’è la macchina io non ho trovato niente che gli somigli, rassegatevi e se proprio non vi piace il loro caffe andate di Te) E ancora: <b>lippe e porridge</b> con le prugne.
    Ci sono moltissimi posti dove si può consumare, anche i Pub la propongono fino alle 12 o alcuni sino alle 14.
    Buona e sostanziosa la servono anche nel Caffe in the Cript di St. Martin in the Field a Trafalgar square. Oppure super a St. George Square, Pimplico in un Charity Cabbie's, creazioni del Conte di Shaftesbury ( lo stesso a cui è dedicato l'angelo della catità a Piccadilly che noi pensiamo sia Eros) nel 1800 o giù di lì, per servire cibo e bevande calde agli autisti di Carri e carrozze e annessi. In questo di pimplico anche se può sembrare malandato è attrezzatissimo e ci si può sedere.

    Verso le 11 di mattina, un tempo, si mangiucchiavano delle torte, quasi sempre incredibilmente burrose ma deliziose, da inzuppare nel porto: era la merenda di metà mattina, chiamata <b>Elevensies</b>, un’istituzione tipicamente anglosassone, ormai quasi dimenticata. Beh però di torte in giro ne troverete a bizzeffe, fanno capolino in ogni vetrina di ristoranti, caffetterie e pasticcerie, monumenti di panna e creme dedicati al diabete. Si trovano anche nei panifici dove si mischiano con muffin, cap-cake coloratissimi e doughnuts farciti di creme(sembrano dei krapfen ma la pasta è fatta con farina di mandorle, sono morbidissimi). Si può scegliere di fare colazione con una fetta di queste meraviglie oppure morsicare un doughnut con un bicchierone di caffè mentre si passeggia!
    Caffè degli Artisti in Queensway era la mia meta tutte le mattine, mi dicevo che potevo permettermelo visto poi i km che avrei percorso!!

    Una cosa che noterai sicuramente è che Londra brulica di negozi che vendono cibo, due su uno sono negozi di cibo. Una tradizione che viene dall’uso antico di vendere cibo fatto in casa per strada, una volta molto praticato, ma per ovvie ragioni andato perduto, sostituendo queste bancarelle in negozi. Oggi le bancarelle “culinarie” le trovi ancora molto attive e che cucinano anche cibo etnico nei mercati rionali o in quelli famosi come Portobello, Greenwich, Shoreditch, Brick Lane, Il Borough Market su tutti, e ti consiglio vivamente, se sei in visita in questi posti, di usufruire di queste cucine che oltre che economiche ti faranno scoprire sapori e prelibatezze. Tipo l<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?>a Cornish Pasty: Una delizia sfiziosa, Si tratta di un pasticcio, a forma di mezzaluna, all'interno della pasta si trova carne di agnello, patate, cipolle e carote
    I negozi sopracitati che mantengono una tradizionale cucina sono solo quelli di Pie & Mash, tipico cibo cockney, degli operai dell’East End. Il menù di oggi è sostanzialmente lo stesso di sempre ed è tra i più convenienti di Londra in termini di prezzo e qualità. I cibi, per quanto di non grande varietà, sono fatti a mano e in loco tutti i giorni secondo ricette secolari<b>.</b> ROMAN ROAD MARKET in Roman Road a Bow, il martedì, giovedì sabato dalle 9 alle 16 c’è un mercato colorato e pieno del carattere del East End. Li al 523 di Roman Road Market trovate <b>G.Kelly</b> dove fanno Pie dolci e salate dal 1937 ancora alla vecchia maniera, si possono consumare lì seduti ai tavoli. Le torte…o Pies sono di carne di manzo tritata oppure numerose varietà vegetariane, tutte cotte in forni tradizionali di pietra e che si possono condire con la salsa gravy: la salsa della cottura, o con il liquor. Quest’ultimo è tutt’altro che alcoolico: si tratta invece di una salsa al prezzemolo, scegli la torta e te la servono con delle spatolate di Mash: purée di patate, preparato mentre si ordina, e con patate di alta qualità. Ci tengono molto agli ingredienti! Queste torte ci sono anche dolci.
    E poi ci sono le anguille.(a me fanno schifo! ma...) Potete scegliere tra quelle in gelatina, le celebri jellied eels della tradizione cockney, o le succulente anguille stufate. Da bere, una salsaparilla (bevanda derivata dalle erbe, simile alla birra) calda o fredda oppure, non c’è bisogno di dirlo, una tazza di tè. Il tutto a meno di £5,00. Avete presente il film del barbiere di Fleet Street, anche li si parla di queste torte.....anche se questo ne fa passare la voglia!! però è storia. Comunque per chi non ha voglia di andare fino a Bow ho scovato il negozio di M. Manze’s _che era tutt'altro che nascosto, visto che è stato onorificiato della Mitica targa Blu. L’originale è all’87 (ne ha una catena) di Tower Bridge Road, ha aperto nel 1902, è sopravvissuto ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale, ed è tuttora di proprietà familiare. Poi c’è Cockney's al 314 di Portobello Rd, Notting Hill.
    Piccola e piuttosto anonima (senza piastrelle di pregio né panche di legno), questa rivendita offre eccellenti torte e purea di patate. La sfoglia è croccante, il ripieno è generoso quanto basta, ricco di carne e umido al punto giusto, e il profumo del prezzemolo si riconosce perfettamente nella salsa. Le anguille si trovano solo il venerdì e il sabato

    Un altro cibo della tradizione è il Fish and Cips, da passeggio e non. Purtroppo i negozi che lo vendono da passeggio sono mischiati con kebab e altro e…non perché non mi piaccia il kebab, ma da buona tradizionalista mi piace cercare un po’ di tradizione originale, intesa come origine!!
    Il tradizionale è merluzzo, impanato e fritto nella pastella (batter) a base di birra. Servito con le grosse chunky chips, una spruzzata di aceto di malto o una fetta di limone. Se è possibile chiedete il purè di piselli: Mushy peas. Io ne consiglio due:
    <u>The Golden Hind</u> al 73 di Marylebone Lane, Marylebone. Metro: Bond St. L’arredo comprende un’interessante friggitrice art Deco nel retro della sala e una tavola con la genealogia dei proprietari del locale. Eccellente il pesce, con la pastella dorata e croccante, e le patatine, tutto preparato sul momento e servito con allegra efficienza.
    <u>Costas</u> al 18 Hillgate St, Kensington. Metro: Notting Hill Gate.
    Non vi allarmate se da fuori sembra sciatto e trasandato: il fish and chips di Costas è eccellente. Le cotture sono perfette. Il pesce è umido e croccante al contempo, con una sottile crosta di eccellente pastella tutto intorno. Qui trovate anche salse greche e purea di piselli
    Ne ho mangiato uno ottimo al Pub Red Lion in Whitehall.


    In generale la cucina inglese eccelle nelle carni: un Roast Beef all’inglese è uno spettacolo per gli occhi e per il palato. Viene quasi sempre arrostito “on the bone”, con l’osso, non meno di 3 o 4 costole di manzo, e servito con patate al forno, horseradish sauce (salsa al rafano) e verdure al vapore, broccoli e carote soprattutto. Il famoso Sunday’s Roast viene servito generalmente con lo Yorkshire Pudding. E’ un “pane” fatto con farina macinata grossa, si usava poggiarla sul fondo della teglia che era posta sotto il girarrosto per raccogliere il sughetto della carne, si serve ancora oggi impregnato di questo sughetto.
    Esiste poi anche un grande repertorio di Stews, cioè di spezzatini o brasati di carne, a volte anche arricchiti da Dumplings, degli gnocchetti di farina, acqua e Suet (il grasso che avvolge in reni e che conferisce leggerezza e un gusto inconfondibile ai piatti in cui viene usato) o anche cucinati in crosta, cioè con un coperchio di pasta sfoglia, in questo caso si parla di Pies. Le fanno anche con le carni di pollo e varie verdure, quelle con i Leek (porri) sono ottime.
    Steak and Kidney Pie E' uno "stufato" di manzo o reni (kidneys) ed è delizioso particolarmente quando la pasta (Puff Pastry) è ben alta e croccante e la si può mangiare accompagnato da piselli e carote o con il purè di patate.
    Oppure costolette d’agnello o di maiale (lamb chops, pork chops) con patate bollite di contorno, salsa di pomodoro o gelatina dolce.
    Jacket potato. Una grossa patata cotta al forno. Servita con un po' di burro o margarina, e una varietà di ripieni, con formaggio Cheddar, fagioli tonno, carni, salse varie, panna acida (sour cream)
    Una bontà!
    Ploughman's Lunch Una base per il pranzo del contadino pane in crosta, tipo baguette, Cheddar stagionato più cipolle in agrodolce, sottaceto e chutney(salsa piccante) ma questo può variare notevolmente e può contenere anche una selezione di salumi, prosciutto, magari una fetta di paté e/o una fetta di pork pie.
    La famigerata "<i>carne con la marmellata</i>", ad esempio, oggetto di innumerevoli barzellette, è in realtà il<b> </b>Glazed Ham, il prosciutto sobbollito per ore in un court-bouillon aromatico e glassato poi con senape e marmellata d’arance amare: piatto sublime, ma di non facile esecuzione.
    Ne trovate una similitudine nel Gammon.
    Se siete dalle parti del Tower Bridge cercate il Gastro Pub The Garrison <a href="http://www.thegarrison.co.uk/TheGarrison_V8_Flash_content.html" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.thegarrison.co.uk/TheGarrison_V8_Flash_content.html </u></a> qui fanno la miglior zuppa di cipolla, e di secondo il Gammon con patate, buonissimo.
    Le Toad in the Hole sono salsicce cotte insieme al pane.
    Sausage and Mash o le Bangers and Mash sono slsicce servite con purea di patare e salsa Gravy, con alcune verdure lessate.
    Nei Pub mangiare non è mai dispendioso.

    Fox & Anchor(115 Charterhouse St.). Metro: Farringdon, Barbican
    Il Fox & Anchor è un pub del periodo tardo Vittoriano con la sua facciata in piastrelle di ceramica, rinnovato all’interno in maniera consona. il menù è all’altezza dell’ambiente e sicuramente attraente se si cercano piatti classici della cucina britannica fatti con ingredienti freschi, cucinati sapientemente e serviti da personale cortese ed attento….quasi un ristorante piu’ che un pub.
    La location, vicino a Smithfield market, è garanzia per ottima carne e in aggiunta al menù i piatti del giorno soddisferanno le aspettative dei piu’esigenti. Se volete un consiglio, provate la grigliata di carne, il pork belly e assolutamente le goose fat chips!

    Da provare il <a href="http://www.stjohnrestaurant.com/" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.stjohnrestaurant.com/</u></a> ristorante, ricavato da un ex affumicatoio di prosciutto e pancetta vicino al mercato di Smithfield, incubo dei vegetariani. Tra i piatti più succulenti: vellutata di midollo osseo arrosto, guance di maiale agrodolci con insalata di tarassaco, roast beef, merluzzo, rognone e tortino alla lingua di bue. Buonissimo il pane artigianale.


    Warwick Way incrocio con Vauxhall Bridge Road. The Jugged Hare è un Pub non molto frequentato dai turisti, ci troverete le birre Fuller’s e delle ottime Pie per cena o pranzo

    Come dolci i pudding inglesi sono fenomenali spesso a base di frutta deliziosamente acidula, non di rado serviti caldi, frequentemente cotti al vapore, accompagnati quasi sempre da panna non zuccherata o vanilla custard, quell’ambrosia vellutata a base di uova, vaniglia e latte (o panna), oppure elegantemente abbinati a salse calde di marmellata o sherry,
    Poor Knights of Windsor, Dolce a base di fette di pane, uova latte e sherry
    Buon prezzo e con English Food nei self –service nei refettori di Southwark Cathedral e St. Martin In The Field dove trovare colazione o pranzare o prendere il te (anche cena basta che ci vai prima delle 20;00)
    Oppure un po’ più chic è il caffè del Victoria&Albert Museum, al Venerdì sta aperto fino alle 21,30.
    Se volete provare un vero te delle cinque, allora meglio saltare il pranzo: vi offriranno te, sandwiches senza crosta (cetrioli e formaggio cremoso/salmone affumicato scozzese), fette di torta alla frutta ,scones con la marmellata di fragole e <b>la clotted cream, shortbread e plum cake</b>.
    Il ristorante all’ultimo piano della National Portrait Gallery ha bellissime vedute su Trafalgar Square, e offre il te pomeridiano a prezzi contenuti. Idem il Caffè della Tate Britain.
    Kingly Court <a href="http://www.camelliaworldteas.com.può/" target="_blank" rel="nofollow"><u>www.camelliaworldteas.com.può</u></a> sembrare solo un negozio di tè, ma è anche Sala.
    Per uno sontuoso e veramente British Fortnum&Mason, oppure l’Orangerie di Kensington Palace.

    Diversamente:
    Dim-t:ti consiglio quello a 2More, di fronte il ponte di Londra...meraviglioso la sera!!!!!! Cucina cinese.
    Sofra a Mayfair, 18 Shepherd street, bellissima la zona, molto caratteristica, cucina turca/greca.
    WAGAMAMAwww.wagamama.co.uk
    Catena di ristoranti sparsi un po’ in tutto il Regno Unito. Non hanno tavoli separati, ma solo tavoloni da condividere con altri. Si pranza/cena con circa £15 a testa
    La catena dei Wetherspoons pubs, anch’essi numerosi e sparsi, spesso offre pasti con 2x1 (senza biglietto del treno!)
    Un pub molto economico è il GREENMAN PUB Berwick Street, vicino a Oxford Circus.
    Panini freschi, buoni a poco prezzo la catena PRET A MANGER fa al caso vostro - li trovate ovunque-.
    TORTILLA 13 Islington High St, N1 9LQ, piccolo snack bar che serve burritos (£4.50 medio, £5.50 grande), da accompagnare con tacos, insalate e una buona birra messicana.
    WHOLE FOOD MARKET http://www.wholefoodsmarket.com/
    È un vero supermercato di cibo “ecologico” con un'ampia gamma di cibo take away e tantissimi piatti salutari già pronti, prezzo medio di 5-7 sterline. Il ristorante è solo nel negozio si Kensington 63-97 Kensington High Street.
    VIET NOODLE BAR è in Greek Street, Soho, riconoscibile dai pannelli rosa dell’insegna. É un grande piccolo posticino dove mangiare un boccone se siete nei dintorni e il vostro stomaco brontola. E’ un po’ modello mangia e fuggi, con pochi tavoli, ma merita anche aspettare qualche minuto perché il cibo è veramente buono e molto economico. C’è una buona selezione di piatti a meno di £6,00 serviti caldi e velocemente al tavolo con un sorriso.
    Lo so che per noi è improponibile, ma provate a pranzare con un tè al gelsomino e sarete appagati!
    PING PONG RESTAURANT, che è al 45 Great Marlborough Street (da Oxford Circus, vai verso Piccadilly Circus, su Regent Street, restando sulla sinistra, e prendi la prima a sinistra - great Marlborought street - il ristorante e' dopo 500m sulla destra). Il Jasmin tea costa solo £1.75 ed e' fatto con il fiore del gelsomino che cresce nel bicchiere! Si mangiano anche dei Dim-Sum buonissimi, a prezzi molto onesti.
    THAI BUFFET, all you can eat, per circa 4/5£. Ci sono un sacco di piatti vegetariani, davvero buoni e il ristorante e' pulito. Sempre su Oxford St. Sulla sinistra, girate nella stradina che fa angolo con il negozio "Harmony". E lo trovate a pochi passi sulla sinistra.

    Ciaooooo
  10. dangy86
    , 27/7/2010 17:35
    Ciao Cristina...la data di partenza si avvicina e volevo chiederti alcune cose:
    Volevo sapere se il Victoria and Albert museum è gratis e se vale la pena vederlo.
    Poi, dato che andremo a visitare lo Stamford Bridge del Chelsea FC volevamo poi visitare il quartiere Chelsea...ma cosa dobbiamo vedere precisamente li?

    Infine avrei una domanda per tutti: Mi consigliereste qualche tipico pub inglese in cui ascoltare della buona musica Rock Inglese dal vivo???

    grazie mille
  11. londra4ever
    , 27/7/2010 17:28
    <b>elisag 81<?xml version='1.0' encoding='utf-8'?></b>


    Ciao mio incubo, felice di averti:-) …
    Prima domanda. La fermata della DLR dove iniziare il Tour può essere Bank o Tower Gateway. Scegli la domenica perché il mercato di Greenwich merita, sia quello al coperto che quello che rimane vicino alla stazione di Cutty Sark, sia quello della Torre dell’orologio. Nel mercato coperto ci sono articoli artigianali veramente validi e molto originali, costano un po’, ma possono meritare. Inoltre per pranzare servitevi del cibo che cucinano le bancarelle, è ottimo ed economico.

    Non ho mai fatto tour, ne a piedi, ne con mezzi, però è molto famosa, devi saperti destreggiare bene con la lingua per goderne pienamente. Non ho nemmeno il sito ufficiale, penso che ci siano molte compagnie che effettuano questo giro ti lascio il Link di Time Out uno che trovo sempre nelle hall degli alberghi quando vado:
    <a href="http://www.timeout.com/london/around-town/event/179873/772786/jack-the-ripper" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.timeout.com/london/around-town/event/179873/772786/jack-the-ripper</u></a>
    <a href="http://www.walks.com/" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.walks.com/</u></a>
    Se ti interessa il genere, la mostra"Jack the Ripper and the East End" aprirà il 15 maggio presso il museum in Docklands e si protrarrà fino al 2 novembre <a href="http://www.museumindocklands.org.uk/English" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.museumindocklands.org.uk/English</u></a> Potreste fermarvi a Canary Wharf e mentre fate un giretto per i Docks, grandi vasche d’acqua dove veniva trattenuta l’acqua dalle maree, grazie a delle chiuse, per permettere alle navi di galleggiare, potrete raggiungere il Museo. Sempre da Canary Wharf se infilate in qualche viuzza che porta a Preston's Rd,(mano alla cartina) nel punto di Glen Terrace c'è un ponte da dove si gode di una bellissima vista sul Millenium Dome.


    Stonehenge, rimane a circa 140km da Londra, non è un paese, ma un sito archeologico isolato, per cui non ha stazioni. Ci puoi arrivare con una gita organizzata tipo questa che ti linko: <a href="http://www.goldentours.com/discover_bath_stonehenge_salisbury/" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.goldentours.com/discover_bath_stonehenge_salisbury/</u></a> che comprende altre località, oppure prendendo un treno dalla stazione di Waterloo per Salisbury.
    Arrivata qui puoi prendere uno dei tanti bus che collegano il Sito in circa 20mn. Per i prezzi del viaggio e gli orari devi consultare il sito della National Rail. Una volta arrivata dovrai pagare un biglietto di £6,90.
    Comunque x orari e prezzi: <a href="http://www.english-heritage.org.uk/server/show/nav.16465.." target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.english-heritage.org.uk/server/show/nav.16465..</u></a>

    A presto

    Cristina
  12. londra4ever
    , 27/7/2010 17:27
    <b>antonellinadn,</b>
    <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?>
    Esigentissima Antonella….e pigra:-)

    Per prima cosa di lascio due link per le scuole, non provate personalmente, ma solo segnalate
    <a href="http://www.oxfordhousecollege.co.uk/" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.oxfordhousecollege.co.uk/</u></a> e la <a href="http://www.abcschool.co.uk/home.htm" target="_blank" rel="nofollow"><u>http://www.abcschool.co.uk/home.htm</u></a>

    poi ti mando un po’ di materiale “ripreso” via privata perché se no intaso il forum.

    Dimmi poi cosa ti piacerebbe vedere e fare e risentiamoci.

    Baci baci
    Cristina
  13. londra4ever
    , 27/7/2010 16:15
    <strong><u></u></strong>
    <strong><u>Ciao Momi</u></strong>,
    No, nessuna esperienza, londra ad Agosto per me è off limit. Posso solo dirti che mi hanno riferito essere una bella manifestazione, colorata e piena di eventi locali, solo che come ogni manifestazione dove circola alcool, bisogna fare molta attentione.
    Enjoy.
    Cristina
  14. Momi66
    , 27/7/2010 13:55
    Ciao Cristina!Hai qualche esperienza diretta o indiretta sul Carnevale di Notting Hill?Grazie!!!!
    Monica......Londra 18-31 Agosto 2010
  15. Zamorra
    , 27/7/2010 10:39
    x Ely 74
    la prima colazione può essere molto variegata. Dal normale the o caffè con brioches (di solito Muffin o plumcake) a jogurt, frutta, cereali per arrivare a uova, bacon, funghi ecc ecc.
    Per mangiare senza spendere una follia e mangiando italiano, ti consiglio le catene Zizzi o Strada.
    Trovi tutti gli indirizzi su Internet, alcuni sono in posti molto panoramici e fanno ottima pasta, pizza, bruschette a prezzi ragionevoli.
    Con circa 20 sterline, mangi una bruschetta, pizza, dolce e acqua.
  16. Ely 74
    , 26/7/2010 21:19
    Ciao Cristina,
    sarò a Londra ad agosto e mi preoccupa un po' il mangiare. Dove posso andare x non spendere una cifra folle e cosa si mangia di solito? la prima colazione com'é?
    Grazie in anticipo per la risposta, sei sempre così gentile.
    Ciao.