Honeymoon in paradiso: New York e Polinesia Francese

Viaggio da sogno tra la Grande Mela, Papeete, Moorea e Bora Bora
 
Partenza il: 20/06/2016
Ritorno il: 11/07/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

Rientrati da pochi giorni dal nostro viaggio di nozze, è arrivato il momento di scrivere il diario. Dal 20 giugno all’11 luglio, tre settimane meravigliose, 22 giorni di sole (solo 2 ore di pioggia).

Viaggio di nozze prenotato in agenzia con un anno di anticipo soprattutto per i voli polinesiani. Il nostro punto fisso era Bora Bora e su quello abbiamo creato la vacanza. La logica diceva sosta a Los Angeles ma noi volevamo fortemente una settimana piena a New York, volevamo fare 3 isole (+ Tahiti per obbligo) e dividere i 14 giorni polinesiani equamente, ma la voglia di Bora Bora ha prevalso e abbiamo ahimè rinunciato a Rangiroa (o un’altra Tuamotu) per per stare più notti possibile a Bora Bora… e Mo’orea. 22 giorni, 9 voli, 12 ore di fuso.

Se ci ripenso mi metto a piangere da tanta bellezza. A Bora Bora abbiamo dedicato 8 notti, la paura di trovare maltempo era forte e noi volevamo fare tantissime cose(e le abbiamo fatte tutte!) x cui i 9 giorni sono stati impegnati al massimo. I voli sono stati Alitalia da Roma a NY, AA da NY a Los Angeles, Air Tahiti Nui da LA a Papeete e viceversa da Papeete a Parigi(via LA) e Alitalia da Parigi a Roma più la Air Tahiti x gli spostamenti interni. Trasferimenti e mezza pensione compresa.

Alberghi nell’ordine: Herald Square(NY), Les Tipanier(Mo’orea), Maitai(Bora Bora) e Manava Suite(Tahiti):niente overwater, abbiamo preferito fare più notti che farne poche pur di stazionare in un overwater…nn ci siamo pentiti, con i soldi risparmiati abbiamo fatto 6 escursioni bellissime a Bora Bora. Prezzo totale di 11400€.

Nel corso dei 22 giorni poi abbiamo speso circa 2200€ per pasti non compresi, City Pass, escursioni, souvenir ecc ecc. Non ringrazieremo mai abbastanza amici e parenti per aver coperto l’intera somma e oltre. Ma è l’ora di partire, allacciatevi le cinture.

LUNEDì 20: GIUGNO NEW YORK

Partenza da Roma con volo Alitalia nel primo pomeriggio: aereo rinnovato, servizio impeccabile, monitor con film e musica nuovissimi e le famose nuove calze verdi delle hostess. Purtroppo l’effetto Elfo di Babbo Natale non è proprio il massimo; dopo 8 ore circa atterraggio a New York in perfetto orario intorno alle 18… sbrighiamo le pratiche(piuttosto veloci) prendiamo il trenino (airtrain) che fa il giro dei terminal e dal terminal 8 andiamo fino a Jamaica Station. Si paga arrivati alla stazione per uscire (5 $) e subito facciamo la metro card settimanale (30 $). Prendiamo la linea blu E per Midtown e scendiamo dopo quasi un’ora al Madison Square Garden tra la 7th Avenue e la 34 street. Noi avevamo 6 notti prenotate all’Herald Square sulla 31 street a metà tra la 5th e Broadway, pulito, essenziale e centralissimo… a 400 metri dall’Empire e a 200 metri da Macy’s dove c’è una delle stazioni fulcro della metro e della path (treni x new jersey) di midtown: 1100€ la spesa totale tasse comprese. Pochissimo per gli standard di NY.

Facciamo il check-in e ci facciamo una doccia. Usciamo per cena imboccando la Broadway fino a Times Square e ci prendiamo il primo(ma sarà anche l’unico) hamburger della settimana. A Times Square veniamo abbagliati dalle luci e dalla moltitudine di persone ma saranno altri posti a rimanerci scolpiti nella mente, girelliamo ma la stanchezza è troppa. Torniamo in albergo verso le 23.

MARTEDì 21 GIUGNO: NEW YORK

Mattinata bellissima (lo sarà x i prossimi 16 giorni consecutivi, poi 2 ore di pioggia a Bora Bora) facciamo colazione in Hotel, in realtà non sarebbe prevista ma ogni mattina dalle 7 alle 10 nella zona relax vengono portati donut e brioches in quantità industriale e ci sono le macchinette per farsi tè e caffè gratis. Sempre più contento della scelta. Abbiamo il voucher per il New York City Pass. Ricordatevi di scambiarlo alla prima attrazione con il carnet ufficiale. Noi scegliamo come prima attrazione l’Empire State Building… il NYCP da diritto ad ingressi a 6 attrazioni con un prezzo piuttosto scontato(ce l’hanno regalato cmq mi pare sui 100€ a persona). Se state diversi giorni fatelo, in alcune attrazioni saltate la fila.

Verso le 9 entriamo, controllo sicurezza velocissimo, cambio dei voucher, nuovo controllo e si sale. In nemmeno 15 minuti siamo in cima…le famose file allucinanti nn le abbiamo trovate… ci ricordano del doppio accesso possibile nella stessa giornata… benissimo! La vista è meravigliosa, il sole è in posizione tale da illuminare ma nn “disturbare” le foto, stiamo una mezz’oretta, che spettacolo!

Percorriamo la 5th verso Downtown ed arriviamo al Flatiron, bello da vedere ma nient’altro, proseguiamo sulla Broadway fino ad Union Square poi Little Italy(insignificante) Chinatown (dire sporca sarebbe riduttivo). E’ una bella camminata ed è ora di pranzo. A Manhattan il wifi è ovunque e con maps aperto vediamo che Katz è vicino… ci andiamo: aria condizionata a palla, fila enorme ma che smaltisce bene, il panino al pastrami(19,90$) è buonissimo e basta x 2 persone, ricordatevi che al prezzo fissato ci va aggiunta la tassa + la mancia che in USA è obbligatoria o cmq ALTAMENTE consigliata. Spendiamo 32$ e prendiamo la metro x l’hotel, doccia(che caldo) e riprendiamo a vedere la 5th verso nord. Visitiamo la Public Library ma la famosa ala del film Ghostbusters è chiusa, la Grand Central Terminal e prendiamo una limonata nel posto che poi diverrà appuntamento fisso quotidiano: Bryant Park! Il parco è un rettangolo di prato con intorno panchine, tavolini, fiori, un perimetro di alberi, tanti locali e i grattacieli a incorniciare il tutto. I newyorkesi mangiano qui e si riposano al fresco, wifi gratuito ed un’atmosfera favolosa. Stanchi torniamo in hotel, breve riposino e usciamo x cena, tra la 5th e la 36 street c’è il W cafè con cibo da asporto a prezzi contenuti e qualità notevole, mangiamo e girelliamo ancora un po’. Alle 23 saliamo di nuovo sull’Empire, il salta fila nn è necessario, scorre benissimo…c’è tantissima gente e la vista notturna pareggia quella mattutina, per il tramonto ci affideremo al Top Of The Rock.

Guarda la gallery
cultura-waxw5

mozzafiato

cultura-46ws7

il paradiso esiste



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bora bora
    Diari di viaggio
    luna di miele tra australia e polinesia francese!

    Luna di Miele tra Australia e Polinesia Francese!

    Il 2019 è stato l’anno che ci ha visto convolare a nozze e come meta della nostra luna di miele abbiamo scelto un mondo lontano dove...

    Diari di viaggio
    polinesia francese fai da te in famiglia

    Polinesia Francese fai da te in famiglia

    All'inizio di ogni viaggio c’è sempre una partenza. E poi un arrivo, altre partenze, altri arrivi, fino al ritorno a casa. Come diceva...

    Diari di viaggio
    polinesia francese in autonomia

    Polinesia Francese in autonomia

    su una collinetta vicinissimo all’aeroporto, facilmente raggiungibile a piedi sapendo la strada, ma quando siamo arrivati di notte era...

    Diari di viaggio
    quando i sogni diventano realtà: polinesia francese

    Quando i sogni diventano realtà: Polinesia Francese

    La Polinesia non è solo mare cristallino e paesaggi da togliere il fiato, è anche una terra da scoprire sia dal punto di vista delle...

    Diari di viaggio
    honeymoon in paradiso: new york e polinesia francese

    Honeymoon in paradiso: New York e Polinesia Francese

    Rientrati da pochi giorni dal nostro viaggio di nozze, è arrivato il momento di scrivere il diario. Dal 20 giugno all’11 luglio, tre...

    Diari di viaggio
    viaggio in paradiso 2

    Viaggio in paradiso 2

    Abbiamo cominciato a programmare questo viaggio nell'ottobre del 2015 e con la mia amica dell'Agenzia Framboyant di Genova abbiamo fatto...

    Diari di viaggio
    viaggio in polinesia, passando da tokyo

    Viaggio in Polinesia, passando da Tokyo

    La Polinesia da tempi immemori, è sempre stata per me “la meta di viaggio” e per questo ho voluto tenerla da parte, diciamo così, per...

    Diari di viaggio
    polinesia, una volta è per sempre

    Polinesia, una volta è per sempre

    Il motivo per cui ho scelto di andare in Polinesia è la mia proverbiale curiosità: verificare la veridicità dei racconti sulla...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze in polinesia 4

    Viaggio di nozze in Polinesia 4

    Eccoci qui finalmente in volo verso il Paradiso terrestre, stiamo sorvolando l’oceano atlantico per atterrare a Los Angeles e poi di...

    Diari di viaggio
    i sogni si avverano... nella polinesia francese

    I sogni si avverano… nella Polinesia francese

    Ci sono luoghi che cambiano la nostra vita …. e noi li abbiamo trovati nelle isole della Polinesia Francese. Il sogno della mia vita, fin...

    Video Itinerari