Polinesia Francese in autonomia

Viaggio fai da te alla scoperta di Moorea, Tahaa, Huahine, Bora Bora, Maupiti e Tahiti
 
Partenza il: 13/05/2017
Ritorno il: 03/06/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 4000 €

su una collinetta vicinissimo all’aeroporto, facilmente raggiungibile a piedi sapendo la strada, ma quando siamo arrivati di notte era tutto buio e abbiamo dovuto prendere un taxi che ha preteso un costo molto alto per il breve tragitto, come se ci avesse portati a Papeete. Al mattino dopo siamo andati a piedi in comoda discesa dall’albergo all’aeroporto per prendere il volo per Moorea. Come sempre il fatto di viaggiare con il solo bagaglio a mano si è rivelato utilissimo.

Quindi all’inizio del viaggio non abbiamo visto nulla di Tahiti e l’abbiamo girata al ritorno.

Il giorno dopo il nostro secondo arrivo abbiamo preso all’aeroporto la macchina a noleggio per una giornata che avevo già prenotato dall’Italia con la compagnia Tahiti Easy Car

Uscendo da Papeete abbiamo subito sbagliato strada finendo nel porto, e poi ancora trovandoci in mezzo ai monti a caccia di un belvedere fantasma. Alla fine abbiamo ripreso la strada giusta, continuamente interrotta da lavori in corso. Abbiamo fatto il giro dell’isola in senso orario. La costa orientale non ci è sembrata granchè e la strada per le 3 cascate era ancora chiusa. Verso metà della costa orientale il tempo è peggiorato e a tratti ha piovuto. Arrivati a Taravao abbiamo seguito i cartelli per il plateau, ma poi li abbiamo persi. Comunque alla fine ci siamo arrivati usando il solito programma MAPS-ME (app per smartphone che funziona come un navigatore satellitare off-line). Dal belvedere c’era una bella vista ma l’aria non era molto limpida. Poi siamo andati ai Jardin Vaipehi (piccoli), il museo di Gauguin era ancora chiuso, visita alle Grotte di Maraa, al marae di Arahuahu con due belle statue e messo in un posto affascinante, ed infine al museo di Tahiti e delle Isole (bello e a pagamento di 600 CPF a testa). Dopo queste visite turistiche siamo andati al Carrefour più grande dell’isola a Punaauia per comprare vari olii di Monoi. Verso le 16 abbiamo riconsegnato l’auto (anziché il giorno dopo) perché il giro dell’isola era completato e la macchina non ci serviva più. Per tornare a Papeete abbiamo preso il bus sulla strada a grande scorrimento davanti all’aeroporto. A Papeete siamo stati un po’ in giro in attesa dell’ora di cena alle roulotte di piazza Vaiete. L’isola di Tahiti, quantomeno nel giro che abbiamo fatto noi, non mi è piaciuta molto. Probabilmente l’interno è bello ma da un punto di vista ‘’turistico’’ l’isola non offre molto ed è meglio volare subito altrove. Inoltre l’isola sembra povera e dimessa, con brutte strade, bus sgangherati, pochi marciapiedi, tanti barboni.

Il mercato coperto è molto interessante anche da un punto di vista prettamente turistico, con tanti negozietti di perle e souvenir. Le perle, principalmente nere, sono molto diffuse in tutta la Polinesia e vengono portate da tantissime donne, forse tutte, e da molti uomini. Anche noi abbiamo comprato un anello con perla in uno dei tanti negozi del centro per 20000 CPF (negozio TeVai Creation). Abbiamo preferito comprare un anello con perla a Papeete, dove c’è concorrenza, piuttosto che nelle ‘’fabbriche’’ che avevamo visitato in mezzo alle lagune durante le gite in barca perché non hanno concorrenza e quindi ritengo, a torto o a ragione, che abbiano prezzi più alti. Comunque è impossibile fare confronti sui prezzi delle perle perché sono tante le caratteristiche delle perle che ne determinano il prezzo (colore, dimensione, spessore, forma, gibbosità, puntini bianchi…).

A Papeete i negozi chiudono alle 17:30, ci sono pochi ristoranti mentre sono numerosissime le roulotte per mangiare alla sera, con cibi di tutti i tipi, nella piazza Vaiete in centro davanti all’oceano. E’ molto bello il parco sul lungomare con bella vista di Moorea, specialmente al tramonto. In fondo al parco, dalla parte opposta della piazza Vaiete, ci sono dei ristoranti con prezzi normali.

Tahiti è sicuramente un posto piacevole per viverci e Papeete è una città molto dinamica con tante iniziative (anche noi siamo andati a vedere un bel balletto una sera) ma da un punto di vista turistico è poco interessante. A Papeete abbiamo incontrato Manuela, una signora romana che da 6 anni vive a Papeete ed è entusiasta della Polinesia avendola girata in lungo e in largo, ma ci ha detto che la stagione delle piogge in dicembre/gennaio è lunga e pesante, per cui tutti gli anni in quei mesi torna in Italia: se ne deduce che il periodo natalizio è pessimo per visitare la Polinesia.

Considerazioni finali

Ogni viaggiatore ha la Polinesia Francese nell’elenco dei posti da visitare prima di morire e ogni coppia che si sposa ci fa un pensierino per il viaggio di nozze, quindi anche noi da almeno vent’anni avevamo in mente di andarci ed infine, a 64 anni, ci siamo andati. La Polinesia Francese ci è ovviamente piaciuta molto, il clima è stato molto variabile ma tendenzialmente buono, la popolazione locale è molto gentile, le lagune delle isole sono meravigliose, la natura è lussureggiante. Però abbiamo visto anche qualche aspetto negativo: tantissime zanzare, molti cani randagi di grossa taglia, prezzi alti, popolazione locale con vaste sacche di povertà, sovrabbondanza di bungalow over-water a Bora Bora, trasporti pubblici carenti nelle varie isole, poche spiagge e molto rare quelle pubbliche.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Bora bora
    Diari di viaggio
    luna di miele tra australia e polinesia francese!

    Luna di Miele tra Australia e Polinesia Francese!

    Il 2019 è stato l’anno che ci ha visto convolare a nozze e come meta della nostra luna di miele abbiamo scelto un mondo lontano dove...

    Diari di viaggio
    polinesia francese fai da te in famiglia

    Polinesia Francese fai da te in famiglia

    All'inizio di ogni viaggio c’è sempre una partenza. E poi un arrivo, altre partenze, altri arrivi, fino al ritorno a casa. Come diceva...

    Diari di viaggio
    polinesia francese in autonomia

    Polinesia Francese in autonomia

    su una collinetta vicinissimo all’aeroporto, facilmente raggiungibile a piedi sapendo la strada, ma quando siamo arrivati di notte era...

    Diari di viaggio
    quando i sogni diventano realtà: polinesia francese

    Quando i sogni diventano realtà: Polinesia Francese

    La Polinesia non è solo mare cristallino e paesaggi da togliere il fiato, è anche una terra da scoprire sia dal punto di vista delle...

    Diari di viaggio
    honeymoon in paradiso: new york e polinesia francese

    Honeymoon in paradiso: New York e Polinesia Francese

    Rientrati da pochi giorni dal nostro viaggio di nozze, è arrivato il momento di scrivere il diario. Dal 20 giugno all’11 luglio, tre...

    Diari di viaggio
    viaggio in paradiso 2

    Viaggio in paradiso 2

    Abbiamo cominciato a programmare questo viaggio nell'ottobre del 2015 e con la mia amica dell'Agenzia Framboyant di Genova abbiamo fatto...

    Diari di viaggio
    viaggio in polinesia, passando da tokyo

    Viaggio in Polinesia, passando da Tokyo

    La Polinesia da tempi immemori, è sempre stata per me “la meta di viaggio” e per questo ho voluto tenerla da parte, diciamo così, per...

    Diari di viaggio
    polinesia, una volta è per sempre

    Polinesia, una volta è per sempre

    Il motivo per cui ho scelto di andare in Polinesia è la mia proverbiale curiosità: verificare la veridicità dei racconti sulla...

    Diari di viaggio
    viaggio di nozze in polinesia 4

    Viaggio di nozze in Polinesia 4

    Eccoci qui finalmente in volo verso il Paradiso terrestre, stiamo sorvolando l’oceano atlantico per atterrare a Los Angeles e poi di...

    Diari di viaggio
    i sogni si avverano... nella polinesia francese

    I sogni si avverano… nella Polinesia francese

    Ci sono luoghi che cambiano la nostra vita …. e noi li abbiamo trovati nelle isole della Polinesia Francese. Il sogno della mia vita, fin...