Tour dell’Islanda 2

Viaggio alla scoperta di un paese dai contrasti, ghiaccio e fuoco, che regala paesaggi meravigliosi ed incontri unici con animali artici.
 
Partenza il: 24/07/2021
Ritorno il: 31/07/2021
Viaggiatori: 2
Spesa: 3000 €

Giorno 1: 24 luglio

Volo Wizzair Milano Malpensa – Reykjavik

Arrivati in hotel, il Grand Reykjavik Hotel, sistemiamo i bagagli in camera e ceniamo presso il ristorante della struttura, il Grand Brasserie, che propone un menu alla carta con piatti a base di carne o di pesce o, in alternativa, un menu a buffet (quest’ultimo un po’ troppo caro, circa € 53 a persona). La cena di questa sera è libera.

Giorno 2: 25 luglio

Dopo l’abbondante e ottima colazione in hotel, incontriamo la guida che ci accompagnerà per tutto il viaggio che si svolgerà in senso orario lungo tutto il perimetro dell’Islanda.

Saliamo sul pullman e iniziamo il nostro tour. Prima tappa è la penisola di Snæfelsnes che regala panorami unici come ghiacciai, vulcani, campi di lava, crateri, villaggi di pescatori, spiagge nere, scogliere a picco sul mare.

Durante il nostro peregrinare ammiriamo la montagna Kirkjufell (montagna della chiesa) e la cascata Kirkjufellsfoss. La montagna, che ricorda vagamente il campanile di una chiesa, è alta 463 m ed è completamente ricoperta dalla vegetazione perciò appare di un colore verde intenso. La cascata nei pressi della montagna non ha un salto elevato ma regala un panorama mozzafiato.

Arriviamo alla spiaggia di sabbia nera Djúplalónssandur dove ci accoglie un mare molto mosso ma che rende il paesaggio molto suggestivo. Per arrivare alla spiaggia attraversiamo delle formazioni rocciose che rendono l’ambiente ancora più affascinante. Sulla spiaggia si trovano i resti di un peschereccio inglese naufragato nel 1948.

Proseguiamo il giro arrivando fino alle scogliere di Londrangar che si presentano come due grandi pilastri di roccia basaltica e che si sono formate a causa dell’erosione, sono infatti i resti di un cratere.

Arrivati in hotel (Arnarstapi Hotel), sistemiamo i bagagli in camera e ci prepariamo per la cena nel ristorante dell’hotel.

Giorno 3: 26 luglio

Siamo ancora nella penisola di Snæfelsnes: visitiamo la chiesa di Búðir, un piccolo ed isolato edificio di colore nero circondato da un campo di lava. Un tempo qui sorgeva un villaggio di pescatori di cui, purtroppo, non è rimasta traccia.

Proseguiamo verso Nord e, lungo il percorso, sostiamo qualche minuto per osservare delle foche in lontananza che si godono un po’ di riposo sugli scogli. Molto carine!

Continuiamo il nostro viaggio e sostiamo presso Eiríksstaðir, la casa del vichingo che fondò il primo insediamento in Groenlandia, Erik Thorvaldsson detto il Rosso. La piccola casa in legno dal tetto di torba è una ricostruzione che mostra come doveva essere la vita quotidiana durante il periodo di Erik (X sec).

Raggiungiamo Akureyri, la seconda città più grande del paese. Sorge in fondo al fiordo più lungo dell’Islanda. Si presenta come un centro molto vivo anche se non molto grande.

Arrivati in hotel (Saeluhus Apartments & Houses) e sistemati i bagagli, ceniamo presso il ristorante Bryggjan poiché la cena è libera. Ceniamo con zuppa di aragosta e merluzzo.

Giorno 4: 27 luglio

Prima di lasciare Akureyri visitiamo il Giardino Botanico dove si trovano molte specie di fiori e di piante tipiche del paesaggio islandese, oltre che specie provenienti da tutto il mondo.

Lasciata la città, ci dirigiamo verso la cascata Goðafoss. Il nome significa “Cascata degli dei” e deriva da una leggenda: nell’anno 1000 il cristianesimo divenne religione ufficiale così, nelle acque del fiume che formano la cascata, vennero gettate le statue degli dei pagani adorati fino a quel momento. La cascata è alta circa 22 m.

Proseguiamo per il Lago Mývatn. La zona è ricca di crateri, formazioni laviche e fumarole. Noi sostiamo presso il Mývatn Nature Baths (ingresso 5700 ISK = € 38). All’ingresso ci vengono consegnati gli asciugamani. Prima di entrare in acqua è obbligatorio fare una doccia. L’acqua delle vasche ha una temperatura di circa 38° (una seconda vasca attigua ha una temperatura un po’ più bassa) e ha un colore azzurro chiaro/bianco. Per chi vuole, c’è la possibilità di concedersi una sauna. Che dire……si sta benissimo!!!

Al termine del bagno, all’interno degli spogliatoi è possibile fare la doccia con sapone e shampoo e asciugarsi i capelli con i phon messi a disposizione.

Consiglio: entrate in acqua senza anelli, collane, bracciali, occhiali poiché lo zolfo rovina i materiali.

A malincuore lasciamo i bagni termali per proseguire il nostro tour. Facciamo una piccola sosta presso Grjótagjá, una grotta vulcanica al cui interno si trova un piccolo bacino di acqua a 50°. Al di sopra della grotta è visibile una spaccatura naturale del terreno che mette in evidenza i numerosi movimenti che la placca tettonica ha subito nel corso dei millenni.

Vistiamo adesso Dimmurborgin, un vasto campo di lava con formazioni laviche dalle forme più svariate come pinnacoli, archi, grotte. Gli studiosi ipotizzano che queste formazioni siano state prodotto circa 2000 anni fa a seguito di eruzioni vulcaniche.

Riprendiamo il cammino e raggiungiamo Husavig per l’escursione di Whale Watching, avvistamento di balene, con la compagnia Gentle Giants. Il mare oggi è mosso e molto scuro ma riusciamo comunque ad avvistare qualche cetaceo. Che dire! Emozione unica. Non avevo mai visto i cetacei nel loro ambiente naturale, liberi di nuotare. Osservare il loro spruzzo e poi, successivamente l’immersione in acqua e vedere la coda emergere è stato eccezionale. Unico problema: il freddo. Avevamo tute termiche consegnate prima della partenza del battello, ma gli spruzzi del mare e la temperatura esterna non hanno favorito un buon riscaldamento corporeo. Comunque ne vale la pena.

Arrivati in hotel (Raudaskrida Hotel) ci concediamo una bella doccia calda per riprenderci dal freddo e, subito dopo, ceniamo in hotel.

Giorno 5: 28 luglio

Prima tappa della giornata è Hverir, una zona geotermica ricca di pozze di fango e fumarole che regala un paesaggio dai vari colori (grigio, verde, blu). Queste sono create dall’acqua che si trova in profondità e che, date le altissime temperature del magma, si trasforma in vapore acqueo.

Seconda tappa: cascata Dettifoss. Qui si ammira la forza della natura e, di conseguenza, la potenza dell’acqua. Il salto è alto 45 m, non altissimo, ma la portata d’acqua è impressionante, infatti è di circa 400 m³/s. È la cascata con la maggiore portata in Europa.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Akureyri
    Diari di viaggio
    tour dell'islanda 2

    Tour dell’Islanda 2

    Giorno 1: 24 luglio Volo Wizzair Milano Malpensa – ReykjavikArrivati in hotel, il Grand Reykjavik Hotel, sistemiamo i bagagli in...

    Diari di viaggio
    viaggio family in islanda, la terra delle cascate

    Viaggio family in Islanda, la terra delle cascate

    L’idea di andare in Islanda in gruppo (siamo 4 adulti e 4 bambini con età variabile tra i 6 e i 9 anni) è maturata dopo il viaggio a...

    Diari di viaggio
    iceland: wild at heart

    Iceland: Wild at heart

    Dopo 26 anni siamo riusciti a coronare il sogno di ritornare in Islanda, un paese dal clima imprevedibile con temperature abbastanza fredde...

    Diari di viaggio
    islanda, on the road tra fuoco e ghiaccio

    Islanda, on the road tra fuoco e ghiaccio

    Eccomi qui, pronta a raccontarvi quello che, ad oggi, è sicuramente uno dei viaggi più belli, emozionanti e appaganti fatti in vita...

    Diari di viaggio
    islanda: magia pura con l’aurora boreale

    Islanda: magia pura con l’aurora boreale

    montagne verdeggianti. Esperienza unica anche se il tempo nuvoloso ci ha sconsigliato di fare l’ennesimo bagno termale.Itinerario...

    Diari di viaggio
    islanda, in tre stagioni

    Islanda, in tre stagioni

    Inverno, autunno, primavera. Queste sono state le tre stagioni durante le quali ho avuto la fortuna e il privilegio di visitare questa...

    Diari di viaggio
    il giro dell'islanda lungo il ring, in 7 giorni!

    Il giro dell’Islanda lungo il ring, in 7 giorni!

    Sabato 10/08 Roma Reykjavik - Notte a Reykjavik. Auto Thrifty Pernottamento: Center Hotel SkjaldbreidDomenica 11/08Prime...

    Diari di viaggio
    l'islanda: la terra dalle mille cascate

    L’Islanda: la terra dalle mille cascate

    - 18:30. Netto, 10 - 19. Hagkaup, 8 - 24. Netto, sud della città, 10 - 21. Krambúð, 8/9 - 23:30.Giorno 8 (26 giugno) Gentle...

    Diari di viaggio
    tour dell'islanda

    Tour dell’Islanda

    Siamo partiti da Milano Malpensa con il volo della Wow alle ore 01.20 e atterrati alle 03.45 ora locale.Cose da sapere: l'ora...

    Diari di viaggio
    in islanda alla ricerca delle foche
    G..

    In Islanda alla ricerca delle foche

    foche. Si trova poco dopo la Guesthouse Hof dove abbiamo dormito (in direzione Keflavik). Ne abbiamo viste 9 che si riposavano sugli...