Creta, meravigliosa!

Nove giorni di cultura, mare e relax

Diario letto 12720 volte

  • di vicky11
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro

Primo giorno

Ci imbarchiamo a Ciampino (volo Ryanair) coperta da nuvoloni neri e dopo due ore circa atterriamo a Chania dove il vento caldo è irrespirabile. Ci attende all'aeroporto l'hostess della società di autonoleggio ENTERPRISE che ci dice di attendere un bus che ci porterà a ritirare l'auto da noi prenotata sul sito AUTOEUROPE. Svolte le procedure per la consegna, saliamo a bordo di una confortevole hiunday I30, comoda per 5. Ci avviamo verso la nostra destinazione e decidiamo di fermarci per il pranzo in un locale caratteristico di Chania, il FALAFEL dove prendiamo pite kebab e insalate spendendo solo 20 euro in 5. Dopo circa due ore e mezza raggiungiamo il Drossia Palm Hotel di Malia e subito notiamo l'ambiente particolarmente ricercato, è un'oasi di pace nel caos di Malia che dal primo pomeriggio all'alba si anima di giovani che ascoltano musica a tutto volume e bevono birra a go-go. Dopo una cena al volo attrezzata sul patio del nostro monolocale, abbiamo ancora le forze per una caotica passeggiata in centro.

Secondo giorno

Dopo la colazione ci dirigiamo verso la vicina spiaggia attrezzata con ombrelloni e lettini (Nixos beach), qui l'acqua è pulita ma non cristallina e la sabbia grossa. Per il pranzo scegliamo una taverna sul viale principale, il SIRTAKI, dove proviamo la tipica mussaka (tipo la nostra parmigiana con patate melanzane e cipolla), il Gyros (carne di pollo o maiale adagiata su una pita insieme a salse e patatine fritte) , una greek salade (pomodori cetrioli cipolla e feta) e dei gamberoni grigliati eccezionali. Nel tardo pomeriggio ripercorriamo il viale dei negozi di souvenir e dopo cena decidiamo di fare un salto a Herosnissos, località animata da negozi locali musiche e luci , acquistiamo delle splendide tele dipinte a mano. Rientriamo tardi, molto tardi: sfiniti anche oggi.

Terzo giorno

Decidiamo di visitare la capitale Heraklion iniziando dal parco archeologico che ospita al suo interno il famoso palazzo di Cnosso, senz'altro da visitare ma vista l'ora e il caldo terrificante acquistiamo prima dell'ingresso dei bellissimi cappelli e li indossiamo subito. Dopo un paio d'ore, terminata la visita ci dirigiamo verso il centro di Heraklion dove parcheggiamo l'auto in un multipiano e prendiamo una mappa della città dove scoviamo il Central Park: un locale con tavoli all'aperto dove gustiamo fresche insalate e deliziosi taglierini al salmone. A fine pasto ci offrono una sublime crema allo yogurt con un biscottino sul fondo. Il centro ospita una chiesa ortodossa con icone bizantine, ma anche la chiesa cattolica di San Giovanni Battista che però troviamo chiusa, attraversiamo poi un mercato all'aperto pieno zeppo di negozietti di souvenir. Rientriamo intorno alle 19, ancora un bagno nella piscina dell'hotel, cena sul patio e dopo cena ci spostiamo a piedi verso Malia old town, ossia un caratteristico borgo greco con casette bianche dalle persiane azzurre , taverne con profumi invitanti, luci soffuse, tavolini colorati e balconcini fioriti. Incontriamo qualche vecchietta seduta sull'uscio, giriamo attorno ad una chiesetta in 50 passi al massimo, dopodiché riscendiamo, attraverso il caotico tam tam di ragazzi e quad, verso l'hotel esausti ma felici.

Quarto giorno

Ci spostiamo verso la costa di Agios Nikolaus arrivando ad una spiaggetta nei pressi di Elounda, Havania beach, qui la spiaggia è formata da ciottoli e l'acqua è blu blu trasparente. Restiamo in spiaggia fino alle 14 e poi scegliamo di pranzare nella taverna dall'altro lato della strada: TAVERNA OLGA, un locale caratteristico con tavolini in legno, terrazzino coperto da una vite carica di uva addolcita dal sole, da qui la vista sul mare è spettacolare. E così proviamo un altro piatto tipico: lo stifado (spezzatino di vitello cotto con cipolla e vino): ottimo! Intorno alle 15 ci dirigiamo verso il centro di Agios Nikolaus, qui il porto è animato da locali e caffè con salottini vista mare, addentrandoci attraverso il sempre presente viale dei negozi, visitiamo una chiesetta minuscola ortodossa dove una vecchietta sta venerando le icone presenti baciandole una ad una ; uscendo scopriamo in pieno centro un lago naturale circondato da locali dagli invitanti profumi di piatti di pesce. Prima di ripartire prendiamo un fresco e gustoso gelato al porto (1,80 euro a pallina!) e due caffè ILLY (5,40 euro!). Ripartiamo attorno alle 18 per fare ritorno in hotel e questa è la prima sera che, dopo cena, decido di restare in camera perché stanca e ne approfitto per risistemare le valigie

  • 12720 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social