Tour dell'Islanda

Viaggio alla scoperta di un paese dai contrasti, ghiaccio e fuoco, che regala paesaggi meravigliosi ed incontri unici con animali artici.

Diario letto 978 volte

  • di ielenia77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

Giorno 1: 24 luglio

Volo Wizzair Milano Malpensa – Reykjavik

Arrivati in hotel, il Grand Reykjavik Hotel, sistemiamo i bagagli in camera e ceniamo presso il ristorante della struttura, il Grand Brasserie, che propone un menu alla carta con piatti a base di carne o di pesce o, in alternativa, un menu a buffet (quest’ultimo un po’ troppo caro, circa € 53 a persona). La cena di questa sera è libera.

Giorno 2: 25 luglio

Dopo l’abbondante e ottima colazione in hotel, incontriamo la guida che ci accompagnerà per tutto il viaggio che si svolgerà in senso orario lungo tutto il perimetro dell’Islanda.

Saliamo sul pullman e iniziamo il nostro tour. Prima tappa è la penisola di Snæfelsnes che regala panorami unici come ghiacciai, vulcani, campi di lava, crateri, villaggi di pescatori, spiagge nere, scogliere a picco sul mare.

Durante il nostro peregrinare ammiriamo la montagna Kirkjufell (montagna della chiesa) e la cascata Kirkjufellsfoss. La montagna, che ricorda vagamente il campanile di una chiesa, è alta 463 m ed è completamente ricoperta dalla vegetazione perciò appare di un colore verde intenso. La cascata nei pressi della montagna non ha un salto elevato ma regala un panorama mozzafiato.

Arriviamo alla spiaggia di sabbia nera Djúplalónssandur dove ci accoglie un mare molto mosso ma che rende il paesaggio molto suggestivo. Per arrivare alla spiaggia attraversiamo delle formazioni rocciose che rendono l’ambiente ancora più affascinante. Sulla spiaggia si trovano i resti di un peschereccio inglese naufragato nel 1948.

Proseguiamo il giro arrivando fino alle scogliere di Londrangar che si presentano come due grandi pilastri di roccia basaltica e che si sono formate a causa dell’erosione, sono infatti i resti di un cratere.

Arrivati in hotel (Arnarstapi Hotel), sistemiamo i bagagli in camera e ci prepariamo per la cena nel ristorante dell’hotel.

Giorno 3: 26 luglio

Siamo ancora nella penisola di Snæfelsnes: visitiamo la chiesa di Búðir, un piccolo ed isolato edificio di colore nero circondato da un campo di lava. Un tempo qui sorgeva un villaggio di pescatori di cui, purtroppo, non è rimasta traccia.

Proseguiamo verso Nord e, lungo il percorso, sostiamo qualche minuto per osservare delle foche in lontananza che si godono un po’ di riposo sugli scogli. Molto carine!

Continuiamo il nostro viaggio e sostiamo presso Eiríksstaðir, la casa del vichingo che fondò il primo insediamento in Groenlandia, Erik Thorvaldsson detto il Rosso. La piccola casa in legno dal tetto di torba è una ricostruzione che mostra come doveva essere la vita quotidiana durante il periodo di Erik (X sec).

Raggiungiamo Akureyri, la seconda città più grande del paese. Sorge in fondo al fiordo più lungo dell’Islanda. Si presenta come un centro molto vivo anche se non molto grande.

Arrivati in hotel (Saeluhus Apartments & Houses) e sistemati i bagagli, ceniamo presso il ristorante Bryggjan poiché la cena è libera. Ceniamo con zuppa di aragosta e merluzzo.

Giorno 4: 27 luglio

Prima di lasciare Akureyri visitiamo il Giardino Botanico dove si trovano molte specie di fiori e di piante tipiche del paesaggio islandese, oltre che specie provenienti da tutto il mondo.

Lasciata la città, ci dirigiamo verso la cascata Goðafoss. Il nome significa “Cascata degli dei” e deriva da una leggenda: nell’anno 1000 il cristianesimo divenne religione ufficiale così, nelle acque del fiume che formano la cascata, vennero gettate le statue degli dei pagani adorati fino a quel momento. La cascata è alta circa 22 m

  • 978 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social