Tenerife e La Gomera, non solo mare

Esplorando le isole lungo i sentieri per ammirare la splendida natura delle Canarie… senza rinunciare al relax sulle spiagge
 
Partenza il: 26/12/2016
Ritorno il: 09/01/2017
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

Rieccoci sull’isola dell’eterna primavera, Tenerife. Dopo essere vissuti per sei anni alle Canarie tra Tenerife e la Gomera, decidiamo di tornarci per qualche settimana di vacanza con i nostri figli e di percorrerla come turisti. Arriviamo col volo da Bergamo al aeropuerto sur de Tenerife e prendiamo un taxi fino a Puerto de Santiago, dove ci aspetta il nostro appartamento nell’albergo Tarmiamo Tropical. Rimaniamo a riposare e fare un giro per il nostro amato paese che offre una splendida vista alta sul mare e l’isola La Gomera. Una passeggiata panoramica ci porta anche verso una piscina naturale nascosta tra gli scogli che si raggiunge solo camminando in discesa su delle scalinate. Il giorno seguente iniziamo già con le nostre gite e camminate organizzate “fai da te”.

1° Giorno: Barranco de Masca

Da Puerto de Santiago saliamo in bus fino a Santiago del Teide per arrivare sulla montagna di Masca per poi scendere a piedi al barranco, cioè la gola di Masca e raggiungere la spiaggia. La salita in autobus è impressionante: la strada stretta con la gola da una parte della strada e dall’altra la parte la parete rocciosa. Uno spettacolo unico da vivere.

La gita inizia nel villaggio “dei pirati” di Masca vicino alla chiesa dell’Immacolata Concezione a circa 600 m di altitudine. Prima dalla discesa iniziamo a passeggiare intorno alla zona per vedere le case tradizionali, il museo etnografico e compriamo qualche souvenir nel ristorante con vista mozzafiato sulla gola. Masca è dichiarata zona culturale, con categoria si storico ed è rinchiusa in un area protetta. è il paese più pittoresco che è situato a nord-ovest ai piedi del massiccio montuoso di Teno.

Il sentiero non è molto marcato ma non ci si può comunque perdere, seguiamo il sentiero ed il nostro intuito. La camminata può essere fatta da tutte le persone in buone condizioni fisiche, sia bambini che anziani con resistenza per camminare per circa 3 ore in discesa. Alcune parti sono da scavalcare tra le rocce o passaggi con acqua secondo l’epoca dell’anno. In tutto sono 4,5 km dalla spiaggia, che è una bellissima baia dove ci si può rinfrescare nel mare. Restiamo li per un paio d’ore, mangiamo qualche panino e ci godiamo la bellissima spiaggetta finché arriva il traghetto (che abbiamo prenotato il giorno prima) e ci riporta al porto de Los Gigantes. In barca ci offrono succo e birra mentre ci godiamo il ritorno e avvistiamo anche dei delfini nativi della zona lungo le scogliere di Los Gigantes che hanno un altezza maggiore di 550 metri. Arriviamo a Los Gigantes da dove camminiamo fino al nostro alloggio.

2° Giorno: Adeje e Barranco del infierno

Raggiungiamo Adeje in 20 minuti da Puerto de Santiago e visitiamo il suo centro piccolino ma bello. Parcheggiamo all’entrata della gola, vicino al ristorante. Qui entriamo nella riserva naturale speciale del barranco dell’inferno, dove l’accesso è permesso solo a 300 persone alla volta per preservare l’ambiente con flora e fauna autoctona. Si accede tutti i giorni dalle ore 8 alle 14.30 con prenotazione previa. Nelle giornate di pioggia e maltempo la gola rimane chiusa.

Il nome del Barranco del Infierno viene dal suo carattere “brusco” in uno spazio naturale protetto insieme ad altre gole e rocche della zona che costituiscono la Reserva Natural Especial del Barranco del Infierno. Il sentiero inizia a 350 m sopra il livello del mare nel comune di Adeje, in un luogo che ha un balcone naturale con viste spettacolari sul paesaggio dell’isola. L’escursione è fattibile con bambini e dura circa 3 ore e mezza tra andata e ritorno, il sentiero è circa di 6500 m. Difficoltà media-bassa, si raccomanda indossare delle buone scarpe adatte ad un terreno a volte scivoloso.

Partiamo dalla parte più alta di Calle de los Molinos e seguiamo il sentiero pastorale antico, passiamo ad alcuni punti chiamati miradores con vista e anche ad un antico mulino. Camminiamo lungo il canale del barranco che diventa sempre più stretto verso l’interno e le sue pareti verticali sembrano chiudersi sopra di noi. Il dislivello del paesaggio va dai circa 100 ai 1300 m di altitudine e quindi anche la temperatura e la vegetazione varia mano a mano che si sale. Sotto troviamo cardinali e piante chiamate Tabaiba mentre nella zona media troviamo resti di bosco termofilo con diverse specie tipiche tra cui anche i famosi dragos ed i gelsomini silvestri. Nella zona più bassa palme mentre nella zona più alta troviamo pini tra cui il pino canario. Nella riserva c’è una fauna molto ricca e con grande biodiversità. Le specie vertebrate sono più di 40. Il gruppo di rapaci che sorvolano il posto sono il corvo, l’aquila ed il gavilàn che è un piccolo rapace della zona, inoltre di notte troviamo anche il gufo piccolo. La nostra camminata finisce ad una spettacolare cascata alta 200 metri, dove riposiamo e mangiamo qualcosa prima di tronare in dietro. Qui non è permesso fare il bagno perché potrebbe inferire nella fauna e flora.

Una volta tornati indietro ci fermiamo al ristorante Otelo a provare il pollo frito con las papas arrugandas a altre squisitezze canarie. Qui dalla terrazza del ristorante ci godiamo anche un bellissimo panorama su Adeje e la costa .

3. Giorno: Parco Nazionale del Teide e Parco Ruarle di Anaga

Mettiamo la sveglia di mattina prestissimo per partire con la nostra macchina in noleggio e raggiungere il Parco Nazionale del Teide. Durante questa gita, partendo da Adeje e salendo da Arona, ci si accorge che Tenerife, l’arcipelago formatosi in seguito a massicce eruzioni vulcaniche, è un continente in miniatura. Molte zone del paesaggio sono definite come “lunari” in particolare modo nella zona del Parco Nazionale del Monte Teide. Rivediamo le splendide formazioni rocciose naturali e ci sembra di camminare su un altro pianeta. Verso il viaggio per il Monte Teide a circa metà strada ci troviamo sulla città più alta della Spagna Vilaflor situata a oltre 1400 m sopra il livello del mare. Una località tranquilla con pini e mandorli e la sua architettura tipica delle Canarie e la sua chiesa parrocchiale. Intraprendiamo una bella passeggiata e mangiamo in un luogo tipico con vino rosso del posto. Dopodiché raggiungiamo il Parco nazionale con il suo paesaggio lunare dove prepariamo la macchina fotografica.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Canarie
    Diari di viaggio
    fuerteventura 2021

    Fuerteventura 2021

    Pronti al viaggioL’attuale ancora faticoso ritorno alla normalità – specie per i viaggi di piacere – mi ha spinta a ripensare...

    Diari di viaggio
    il panorama più bello di tenerife: da puerto del la cruz al vulcano teide in bus

    Il panorama più bello di Tenerife: da Puerto del la Cruz al vulcano Teide in bus

    In cima al Teide ci si sente piccoli rispetto alla grandezza che ha solo la naturaÈ difficile abituarsi all'idea che l'isola di...

    Diari di viaggio
    canarie 2020 in tempo di covid

    Canarie 2020 in tempo di Covid

    Fortunatamente per noi la pandemia ci ha colpito solo sulle vacanze e quindi ci riteniamo molto fortunati. Il viaggio 2020 tanto studiato,...

    Diari di viaggio
    vacanza low cost a gran canaria

    Vacanza low cost a Gran Canaria

    A distanza di 5 anni siamo tornati alle Canarie e dopo Tenerife questa è la volta di Gran Canaria. Ho sempre visto belle immagini...

    Diari di viaggio
    fuerteventura la selvaggia

    Fuerteventura la selvaggia

    Delle quattro grandi isole Canarie, l’unica che ancora dovevo visitare era Fuerteventura, intravista dalle spiagge del sud di Lanzarote...

    Diari di viaggio
    la gomera: l'isola misteriosa che si lascia amare

    La Gomera: l’isola misteriosa che si lascia amare

    La Gomera: alla scoperta dell'isola misteriosaLa Gomera, avvicinandola con il Ferry da Los Cristianos (Tenerife) di sera, ci è...

    Diari di viaggio
    lanzarote: un’isola, tante emozioni

    Lanzarote: un’isola, tante emozioni

    17 gennaio Partiamo da Roma con volo Ryan delle ore 13.15 (spesa totale per 2 persone a/r 140,00 €). Il volo parte abbastanza puntuale....

    Diari di viaggio
    tenerife, isola perfetta per famiglie e bambini!

    Tenerife, isola perfetta per famiglie e bambini!

    Dopo tante vacanze nella Spagna a noi più vicina (Baleari, Costa continentale), quest’estate ci avventuriamo alla scoperta delle...

    Diari di viaggio
    viaggio low cost alle canarie

    Viaggio low cost alle Canarie

    Lo ammettiamo: avevamo scelto questo viaggio per pure ragioni economiche. Completamente spennati dalla recente ristrutturazione della casa,...

    Diari di viaggio
    fuerteventura: surreale ma bella

    Fuerteventura: surreale ma bella

    Abbiamo trascorso 15 giorni su quest’isola soggiornando prima al Nord, a El Cotillo, e poi nella zona più centrale, a Caleta de...