Norvegia: dalla natura alla città

Da Alesund a Oslo, passando per i fiordi e Bergen... una settimana di paesaggi incantevoli
 
Partenza il: 12/08/2018
Ritorno il: 19/08/2018
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

La Norvegia, il paese dei fiordi, dei troll e della natura selvaggia, ma anche terra di importanti città, quali Oslo, la capitale, e Bergen. Un Paese che condensasse tutti questi aspetti così diversi nel medesimo territorio era sicuramente nella mia lista dei viaggi da fare e quest’estate il mio sogno si è avverato.

Sfruttando la laurea di pochi mesi fa (il “pretesto” per poter alzare l’asticella delle destinazioni plausibili), ho organizzato insieme a Giada, la mia fidanzata, l’itinerario della durata di 7 giorni, cercando di visitare il più possibile di questo meraviglioso Paese; purtroppo, dal primo momento, abbiamo dovuto scartare le città più a nord, verso il Circolo Polare Artico, rimandandole a un prossimo viaggio, dal momento che altrimenti saremmo stati seduti più sui sedili degli aerei che a terra. Ci siamo quindi concentrati sulla parte centro-meridionale della Norvegia, in sostanza quella che comprende le città più popolose e i fiordi più famosi, che sempre più spesso si vedono nelle fotografie o nei documentari alla televisione.

Consiglio di prenotare aerei e hotel circa 6 mesi prima della partenza, in modo da poter strappare buoni prezzi, perché il Nord Europa, la Norvegia soprattutto, è tutto fuorché un luogo dove poter risparmiare una grossa parte del budget prefissato. La valuta locale è la Corona Norvegese (NOK) che, al cambio odierno, vale 1€=9,5 NOK, mentre per quanto riguarda il clima, anche ad agosto è necessario avere in valigia giubbino, felpe e pantaloni lunghi, perché difficilmente si raggiungono più di 20 gradi come temperatura massima a questa latitudine, salvo caldo anomalo che noi non abbiamo trovato.

GIORNO 1: VOLO MILANO-ALESUND

Finalmente dopo mesi di attesa la mattina del 12 agosto possiamo raggiungere da Bergamo l’aeroporto di Linate, da cui prenderemo il volo KLM delle 10:20 che ci porterà ad Amsterdam. Arrivati nella capitale olandese, dopo un’ora e mezza di scalo, riprendiamo l’aereo, sempre con la compagnia KLM, per la nostra prima destinazione norvegese: Alesund.

Atterrati in perfetto orario a metà pomeriggio e dopo aver ritirato il bagaglio (per fortuna, nonostante lo scalo, sono arrivate entrambe le valigie in perfetto stato), prendiamo il bus 652 che in 25 minuti circa ci porta dall’isola di Vigra, dove si trova l’aeroporto, alla penisola di Alesund; una particolarità del viaggio in pullman, che si scopre solo guardando la cartina alla fermata dove scendiamo, è che l’autostrada percorre due tunnel sott’acqua della lunghezza di 4-5km ciascuno!

Soggiorniamo all’hotel Scandic Scandinavie (1806NOK totali per 2 notti con colazione inclusa), l’albergo più vecchio della città costruito nel lontano 1904, oggi appartenente ad una delle catene più diffuse nei Paesi Nordici. L’hotel si trova vicinissimo al centro città e alla stazione dei pullman, la camera era piccola ma essenziale e confortevole, la colazione buona con specialità sia dolci che salate. Dopo aver mangiato velocemente un hamburger nel vicino Burger King, decidiamo di perderci tra le vie attigue al nostro hotel e i negozi di souvenir nelle vicinanze in attesa del tramonto del sole che avviene intorno alle 21:45.

Appagati e rilassati dopo aver assistito ad un tramonto indimenticabile, ci rechiamo in hotel per riposarci in vista della giornata successiva.

GIORNO 2: ESCURSIONE AL GEIRANGERFJORD

Per la giornata di oggi ci aspetta un’escursione ad uno dei fiordi più famosi della zona, il Geirangerfjord, meta di moltissimi visitatori durante i mesi estivi grazie all’afflusso di crociere da ogni parte del mondo. L’escursione l’abbiamo prenotata da casa da questo sito web www.visitalesund.com/things-to-do/round-trip-to-unesco-geirangerfjord-p909413 al prezzo di 92€ a testa e praticamente consiste in un biglietto unico, valido per tutti i mezzi pubblici (4 pullman e 2 traghetti) che verranno utilizzati per raggiungere le varie località; i trasporti, la direzione, gli orari sono chiaramente indicati nel link riportato ed è opportuno stamparne una copia per tenerla con sé durante il viaggio.

Partendo da Alesund si prende il pullman 250 fino a Hellesylt, antico porto vichingo, di cui non rimangono molte tracce, oggi punto di partenza dei traghetti per raggiungere la località di Geiranger; proprio questo viaggio in traghetto, della durata di un’ora, è il clou dell’intero itinerario, in quanto si naviga attraverso il Geirangerfjord, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO; il percorso è davvero emozionante, soprattutto quando si arriva in prossimità della Cascata delle Sette Sorelle, così chiamata per via delle sette cascatelle di uguale dimensione che la compongono. Dopo un’ora in cui la bellezza del paesaggio inebria gli occhi di tutti i visitatori, giungiamo nel paese di Geiranger che si sviluppa nel punto in cui le due pareti del fiordo si uniscono; la particolarità di questa località sta nel fatto che, nonostante gli abitanti siano solo 260, nei mesi estivi subisce l’invasione (è proprio il caso di dirlo) di circa 600 mila turisti!

L’escursione procede poi nel pomeriggio prendendo il bus 211 che, percorrendo la Ornevegen (Strada dell’Aquila), dopo 11 tornanti si ferma presso la terrazza panoramica Ornesvingen, da cui si possono fare foto stupende dalla sommità del fiordo. In seguito il percorso non presenta paesaggi così particolari da doverli menzionare. Aggiungo solo che, finito il tragitto del bus 211, si prende il traghetto che da Eidsdal raggiunge Linge, per poi prendere il bus 210 fino a Sjoholt e da qui il 100 fino ad Alesund… ovviamente tutti i trasporti erano puntualissimi perciò non preoccupatevi!

È tempo ora di andare a mangiare e scegliamo di cenare nel ristorante Anno, ristorante di cucina tipica in cui è indispensabile la prenotazione se non si vuole aspettare fuori a lungo. Qui assaggiamo per la prima volta la cucina norvegese, soprattutto la famosa Fisksuppe, zuppa di pesce in cui viene aggiunta della panna che la rende più densa rispetto alla nostra versione italiana. Tenete conto che i prezzi dei ristoranti norvegesi sono mediamente più alti rispetto ai nostri e vale il solito consiglio di assaggiare le loro specialità e di non ordinare acqua in bottiglia (quella del rubinetto è gratis e viene servita al tavolo ovunque). La cena ci lascia molto soddisfatti e, volendo vedere di nuovo il tramonto da una prospettiva diversa, stavolta ci concentriamo sulla parte di città opposta rispetto al nostro hotel (Alesund è separata in due parti da un canale, con un ponte che le collega)…i tramonti di questa città sono davvero indimenticabili e vedere i riflessi del sole sull’acqua, sino al buio serale, ti fa rimanere senza fiato.



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Alesund
    Diari di viaggio
    norvegia: dalla natura alla città

    Norvegia: dalla natura alla città

    La Norvegia, il paese dei fiordi, dei troll e della natura selvaggia, ma anche terra di importanti città, quali Oslo, la capitale, e...

    Diari di viaggio
    alla scoperta della norvegia centro-meridionale

    Alla scoperta della Norvegia centro-meridionale

    1° GIORNO: DOMENICA 8 LUGLIO 2018 Partenza in auto da Torino con destinazione Bergamo Orio al Serio, dove lasciamo l’auto nel parcheggio...

    Diari di viaggio
    norvegia da cartolina

    Norvegia da cartolina

    Terra di grandi fiordi da visitare magari con le famose navi postali, facendo scalo tra paesini di pescatori con casette dai...

    Diari di viaggio
    norvegia, non solo fiordi

    Norvegia, non solo fiordi

    Norvegia meridionale. Abbiamo percorso molti chilometri, ma non sono pesati per niente, perché mentre in altre gite spostarsi in auto è...

    Diari di viaggio
    in norvegia tra fiordi e cittadine sconosciute

    In Norvegia tra fiordi e cittadine sconosciute

    Natura incontaminata, estrema cortesia degli abitanti e paesaggi di una bellezza incredibile che riempiono lo sguardo: se siete attratti da...

    Diari di viaggio
    la norvegia ha rapito il mio cuore

    La Norvegia ha rapito il mio cuore

    Viaggio interamente organizzato da me! L'unica cosa su cui il mio compagno ha dato il suo prezioso contributo è stato: ok non noleggiamo...

    Diari di viaggio
    norvegia in libertà

    Norvegia in libertà

    Norvegia Primo giorno: 5 luglio Partiamo da Pescara nel primo pomeriggio con un volo Ryanair, costo del volo a/r 120 euro a testa....

    Diari di viaggio
    in norvegia alla ricerca della renna perduta

    In Norvegia alla ricerca della renna perduta

    Perché non andiamo in Norvegia? Perché no… Comincia così una minuziosa preparazione del viaggio. 17 agosto 2013 Partiamo di primo...

    Diari di viaggio
    norvegia fai da te 3

    Norvegia fai da te 3

    9 Agosto Finalmente ci siamo! Ore 6:40 partenza da Roma Ciampino. Arriviamo a Rygge alle ore 9:45, in anticipo di 10 minuti. Subito fuori...

    Diari di viaggio
    isole svalbard, spedizione tra i ghiacci

    Isole Svalbard, spedizione tra i ghiacci

    non una crociera.Restituiamo gli stivali e ci sottoponiamo a diversi “rituali”, che già conosciamo, quali il discorso finale di...