Normandia e alta Bretagna, un viaggio tra natura e storia

tra paesaggi incontaminati, pecore tonde e moules frites!
Scritto da: puftigro
normandia e alta bretagna, un viaggio tra natura e storia
Partenza il: 04/08/2012
Ritorno il: 14/08/2012
Viaggiatori: 2
Spesa: 1000 €

Finalmente agosto, finalmente le vacanze! Direzione: Normandia e Bretagna settentrionale (per un totale di 4800 chilometri).

In questo diario darò consigli prettamente pratici, sperando che vi possano essere di aiuto per organizzare il vostro viaggio in queste meravigliose terre. L’itinerario seguito (grazie alle dritte dei diari trovati su turisti e gli itinerari on line di qualche agenzia viaggi “famosa”) , poi personalizzato secondo le nostre esigenze, è stato…

1° tappa) PADOVA–> BOURG EN BRASSE: tappa intermedia, km. 648, h. 6 ore ca.;

Pernottamento di una notte presso l’ibis budjet di Bourg en brasse, al prezzo di 40 euro. L’etap – come sicuramente saprete- è una catena low appartenente al gruppo accorhotel e solitamente si trova in zone periferiche delle città. Anche qui l’albergo si trova in posizione decentrata rispetto al centro (zona industriale però vicino all’autostrada), tuttavia arrivando a sera inoltrata e non avendo avuto interesse di visitare la cittadina, è stato perfetto. Ci è stata assegnata l’unica camera grande dell’hotel (che fortuna!) che si rivelerà addirittura una delle più grandi in assoluto rispetto a quelle di altri alberghi prenotati per questo viaggio! Siamo arrivati tardi in albergo semplicemente perchè abbiamo preferito fermarci nel pomeriggio a Lione, città assolutamente da vedere! Arrivando A Lione in macchina abbiamo deciso di parcheggiare in uno di quei parcheggi che garantiscono la sosta gratuita se si acquista un biglietto a/r di un mezzo pubblico (nel nostro caso la metro). Parcheggio scelto: Gare de Vaise. Metro Verde. Biglietto giornaliero a 4.50 valido per qualsiasi spostamento con mezzi pubblici e comprensivo del viaggio in funicolare per salire alla cattedrale di Fouviere.

2° tappa) BOURG EN BRASSE–> ROEUN

Partiamo alla volta di Rouen con sosta nella tarda mattinata a GIVERNY, per vedere la casa- giardino di Monet. Bel tempo, e in effetti, se piovesse sarebbe un vero peccato…non si potrebbe godere dei colori che questo giardino regala! Arrivo in albergo a Rouen nel tardo pomeriggio dove pernottiamo per due notti presso l’hotel les 2 rivieres, per il prezzo di 100 euro complessivi. L’hotel è in posizione buona per la visita della città (10 min. a piedi dal centro) e dotato di un parcheggio gratuito privato. Tuttavia è una struttura un po’ vecchiotta, camere e bagno piccolo…se dovete soggiornare solo per dormire è passabile, se invece volete godere anche dell’albergo dirigetevi da un’altra parte! Durante questo soggiorno abbiamo, quindi, visitato la città di Rouen (attenzione agli orari di aperture delle chiese: guardare il sito ufficiale della città di Rouen), la cittadina di Etretat con le sue meravigliose falesie (imperdibile), e la cittadina di Honfleur!

3° tappa) ROEUN –> CAEN

Pernottamento di 2 notti al prezzo di 100 euro presso il sejours et affaires di Caen. Si tratta di un residence, ottimo perché dotato di tutto (microonde, pentole etc..) e con parcheggio privato. La zona è quella dell’abbazia delle donne, quindi non centralissimo ma diventa perfetto per fare base e vedere le spiagge dello sbarco, Bayeux e mont saint michel. Spiagge dello sbarco: diciamo che lungo le spiagge non c’è molto da vedere, nel senso che basta percorrere la litoranea che costeggia sword beach, juno beach, gold beach, omaha beach e utah beach per rendersi conto della maestosità di questi posti. Tuttavia non può non essere vista arromanches con il suo porto artificiale e il cinema 3d (arromanches 360°), che proietta all’interno di una struttura circolare filmati originali dello storico sbarco degli alleati.; colleville sur mer con il suo cimitero americano (impressionante davvero, un luogo che sembra regalare pace – quasi per contrappasso- a uomini che hanno visto solo l’inferno); la batterie allemande, zona in cui si possono vedere ancora alcuni bunker tedeschi e qualche cannone in “perfette condizioni”; Pointe du hoc, punto panoramico da cui si ha una bella vista dall’alto delle spiagge.

Mont Saint Michel: siamo arrivati prestissimo al nuovissimo parcheggio (costo 8 euro ca. e navetta gratuita che ti porta nei pressi del monte), più o meno verso le 9 del mattino perché in internet -sul sito ufficiale- avevamo letto che la marea sarebbe stata quel giorno alle h. 11 e obbligavano a presentarsi almeno 2 ore prima li. Carichi come molle, la delusione ha presto preso il sopravvento quando, varcando la soglia del Mont, leggiamo un bel cartello con la dicitura “oggi marea alle 20.00”…abbiamo avuto un mancamento praticamente…:D in realtà poi non è stato cosi, perché a quanto pare la marea arriva due volte al giorno (alta e bassa) e quindi all’orario indicato in internet corrispondeva effettivamente la marea (bassa) ma pur sempre marea! Quindi per fortuna siamo riusciti a vedere questo isolotto circondato dall’acqua! Importante: arrivate presto per la visita. Noi abbiamo visitato con tutta tranquillità sia il monte sia l’abbazia, ma appena è giunta l’ora di rientrare non potete immaginare la coda che c’era per entrare (verso le 11-12). Avremmo perso l’intera giornata in fila.

Bayeux: da visitare, soprattutto per ammirare la famosissima tapisserie! Costo 7 euro ca. ridotto 3.50., è inclusa l’audioguida. Parcheggiate al Parc d’Ornano, in centrissimo, a due minuti veramente dal polo museale e soprattutto gratuito!

Caen:da visitare il centro città, l’abbazia degli uomini e delle donne e soprattutto il Memoriale. Quest’ultimo merita da solo la sosta in città. Ripercorrerete i momenti salienti della guerra, della sbarco in normandia, del post guerra attraverso repertori e filmati autentici e inediti. Alcuni filmati proiettati nel museo sono piuttosto forti e con scene crude…è la vera storia, la nostra storia e quando si ha a che fare con la realtà dei fatti quelle immagini sono difficili da digerire. Tempo di visita ca. 3 ore.

4° tappa) CAEN–> PLANCOET

Abbiamo scelto di fare tappa due notti in questa cittadina perché perfetta per visitare la bretagna del nord. Infatti dista solo una ventina di minuti da dinan, dinard, st. malo e un’oretta e mezza per la visita alla costa di granito rosa. Da non perdere la visita a dinan e st. malo (parcheggiate al parcheggio Paul Feval –vicino all’ippodromo di Marville – 3 euro tutto il giorno -, che vi permette di lasciare la macchina fuori dal centro città e garantisce un servizio navetta gratuito che vi porterà vicino all’ingresso delle mura cittadine); dinard in realtà è un po’ una delusione…avete presente il programma di mtv “jersey shore”? Ecco non siamo tanto distanti a livello paesaggistico da quella spiaggia…forse un tantino più raffinata perché mancano i tamarri!;)



    Commenti

    Lascia un commento

    Bayeux: leggi gli altri diari di viaggio