Iran, il nostro primo Hijab

Tour del'Iran di venti giorni accompagnati da guide
 
Partenza il: 04/11/2019
Ritorno il: 25/11/2019
Viaggiatori: 4
Spesa: 2000 €

L’Iran è… la culla dell’ antica civiltà degli Achemenidi, con i fasti di Persepoli e la grandezza di Dario e Serse…

L’Iran è… lo sfarzo dei Safavidi nell’armonia di una delle piazze più grandi al mondo…

L’Iran è… la solitudine di grandi deserti, che in estate si arroventano e la sera si tingono di rosa…

L’Iran è… la religiosità di mille moschee e santuari dalle cupole arrotondate, gli alti minareti e maioliche e stucchi dalle infinite sfumature d’azzurro e di blu…

L’Iran è… la complessità delle sue fortezze sassanidi, castelli, torrioni, stanze color della sabbia…

L’Iran è… la bellezza e l’ eleganza delle donne, dalla pelle olivastra, gli occhi scuri truccati con cura, e i lucidi capelli neri che talvolta escono ribelli dallo hijab…

L’Iran è… l’ odore di spezie, lo scintillio degli oggetti in rame e il colore dei tappeti dei suoi bazar…

L’Iran è… lo stupore di un lago di smeraldo nel cuore del deserto…

L’Iran è… ospitalità e cortesia, è il sorriso delle persone che ti accolgono, ringraziandoti di aver scelto il loro paese per la nostra vacanza.

L’Iran è… ora, un pezzetto del nostro cuore!

Diario di viaggio

  • PERIODO: dal 4/ 11/2019 al 25 /11/2019
  • PARTECIPANTI: Maura, Giò, Simona e Roberto
  • TOUR OPERATOR: Iranfree Tour (Kashan)
  • COMPAGNIA AEREA: Pegasus
  • SPESA: 1380 € tour
  • 290 € volo
  • 350 € pasti, ingressi e souvenirs

LUNEDÌ 4/11/2019

Mai più ferie a novembre! È un mese che corro per lasciare tutto in ordine, sistemare le ultime verdure rimaste nell’orto, concentrare tutti i controlli della mamma, il lavoro; nell’ultima settimana avrò dormito, sì e no 4 ore per notte, e , il fatto di non aver più fatto ferie, tranne alcuni giorni di riposo consecutivi, da febbraio, ha fatto sì che arrivassi veramente stanchissima a fare questo viaggio .

Ieri ho ancora lavorato tutto il giorno , Enrico e Giorgia ci hanno invitato a cena per salutarci, quindi alle 23 circa mi sono accinta a risistemare, per l’ ennesima volta, le valigie , impresa veramente ardua perché bisogna portare un po’ di tutto, dall’ abbigliamento quasi invernale per il Nord e il deserto, più leggero per le altre città, anche se le maniche devono essere lunghe almeno al gomito e le gambe coperte fino alle caviglie con pantaloni non aderenti e fascianti; ho messo un buon numero di sciarpe per coprirmi il capo ma tutto sistemato alla rinfusa senza alcun abbinamento… sicuramente avrò portato troppe cose che non indosserò!

Sveglia alle 6 per sistemare casa e le ultime cose, seduta dall’ estetista per non sembrare un cinghiale ( dal parrucchiere non sono andata perché avrò la testa coperta per l’ intera durata del viaggio ), quindi alle 12,30 siamo andati a prendere Simo e Roby a Noli , abbiamo raggiunto l’ aeroporto di Orio al Serio senza incontrare traffico; fatto il check in ,allo stand di Franciacorta abbiamo acquistato un bottiglia, , abbiamo ordinato 2 taglieri i salumi , cibi che per 3 settimane non potremo che sognare,quindi, , ci siamo accomodati per consumare la succulenta merenda ma dopo 3 minuti hanno comunicato l’ imbarco. Abbiamo trangugiato il Franciacorta senza gustarlo, abbiamo buttato giù un po’ di salumi, quindi essendo veramente tardi, abbiamo sistemato gli avanzi in un vassoietto e siamo partiti di corsa verso il gate, raggiunto proprio mentre facevano l’ ultima chiamata. Preso posto sull’aereo abbiamo finito il nostro aperitivo. Il volo è partito puntualissimo alle 17,20 e, malgrado sia una compagnia low cost l’ aereo è abbastanza comodo, abbiamo fatto scalo ad Istanbul, in un aeroporto internazionale , pieno zeppo di boutique , abbiamo bevuto un tè, primo di una lunga serie, in un bar perché tutti quei salumi buttati giù in fretta ci avevano fatto venire una sete tremenda, poi alle 23,50 ci siamo imbarcati destinazione Teheran.

MARTEDÌ 5/11/2019 – TEHERAN

Con quasi un’ora di anticipo l’aereo, alle 3 circa, è atterrato a Teheran ed abbiamo dovuto subito scontrarci con la burocrazia iraniana! Avevamo già ricevuto da parte dell’ agenzia il numero per la richiesta del visto, quindi ci siamo recati all’ufficio preposto per ritirarlo. Per entrare in Iran è necessario stipulare una polizza assicurativa, noi, come sempre prima di partire, ne stipuliamo una,e, nel farlo abbiamo ben prestato attenzione che fosse valida anche per l ‘Iran, ma, malgrado ciò, il funzionario non l’ ha ritenuta valida perché sul contratto era specificato per tutto il mondo tranne USA, Canada e Cuba, senza menzionare nello specifico l’ Iran, quindi, mi chiedo, forse l’ Iran non fa parte del mondo?

Onde evitare assurde ed interminabili lungaggini , peggiorate dal fatto di parlare un inglese poco più che scolastico, abbiamo pagato i 14 € per l’ assicurazione; secondo step è stato all’ ufficio bancario per pagare i 75 € del visto più 3 €, non si sa bene per cosa; abbiamo consegnato tutto ad un terzo sportello dove ci hanno detto che verrà inviato il tutto per via telematica alla postazione del controllo passaporti .

Dopo aver fatto una fila per 10 minuti l’ impiegata ci ha detto che avevamo sbagliato sportello e ci ha indirizzato verso un altro settore dell’ aeroporto, altra coda dove ci siamo sentiti dire che non avevamo ancora pagato la tassa per il visto, mostrata la ricevuta ci hanno fatto attendere più di mezz’ora perché, a video, non risultava la concessione del visto.

Stanchi e irritati siamo tornati al primo sportello per chiedere spiegazioni, quindi, visto che la via telematica qui è così lenta, ci hanno fatto una copia cartacea del visto, quindi dopo più di un’ ora siamo finalmente potuti entrare legalmente in territorio iraniano !

La paura più grande, mentre passavamo da un ufficio all’ altro era che i nostri bagagli, a forza di girare sul nastro fossero stati ritirati , quindi ritrovarli posati in un angolo di fianco al nastro è stata una piacevole sorpresa .

All’ uscita, malgrado il ritardo accumulato, c’ era il nostro autista ad attenderci, quindi, con un nuovissimo e spazioso van siamo partiti direzione Teheran. L’ aeroporto dista circa 30 km dal centro, a quest’ ora le strade sono scorrevoli anche se tutt’ altro che deserte; sembrava fosse andato tutto per il meglio , quando a Roby è venuto in mente di non aver recuperato una delle valigie! Oramai eravamo praticamente in hotel e farci capire dal nostro autista è un problema perché parla pochissimo inglese , abbiamo cercato di spiegare il problema all’ impiegato dell’ hotel ma poi abbiamo deciso che cercheremo di ovviare al problema in mattinata quando ci raggiungerà la nostra guida che parla italiano. Il “Persian Enghelab” ha un ingresso sontuoso anche se un po’ datato ma le camere sono state ristrutturate di recente, sono comode e spaziose. Ci siamo coricati nel grande soffice letto e ci siamo addormentati subito come sassi ; abbiamo riposato per un paio d’ ore e alle 9,30 siamo andati a fare colazione perché affamati come lupi, ieri, in fondo, abbiamo mangiato solo un tagliere di salumi in tutto il giorno!



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Iran
    Diari di viaggio
    iran, il nostro primo hijab

    Iran, il nostro primo Hijab

    L'Iran è… la culla dell’ antica civiltà degli Achemenidi, con i fasti di Persepoli e la grandezza di Dario e Serse...L'Iran...

    Diari di viaggio
    super iran!
    pil

    Super IRAN!

    Erano circa 10 anni che volevo farmi un bel viaggione in Iran ma, a causa dell’età dei bambini non abbastanza grandi per godere anche...

    Diari di viaggio
    iran - una settimana di full immersion nella storia

    Iran – una settimana di full immersion nella storia

    Partecipanti: io e Franca. In compagnia di (in ordine alfabetico) Eleonora, Francesca, Giuliana, Jenny, Laura, Marta, Matteo, Michele, Pio,...

    Diari di viaggio
    la risposta che cercavo

    La risposta che cercavo

    più essere separati” (Goethe, Il Divano occidentale-orientale 1814).Visitate l’IRAN è un paese davvero stupendo!Grazie a...

    Diari di viaggio
    iran, il paese dei pic nic!

    Iran, il paese dei pic nic!

    di Vakil. Visita notturna del superbo complesso di Aramgah shah e cheragh, un magnifico santuario dove riposano le spoglie di uno dei 17...

    Diari di viaggio
    iran fai date: scoperte ed esperienze

    IRAN fai date: scoperte ed esperienze

    Perché un viaggio in Iran?Io, Andrea, e la mia compagna, entrambi di 30 anni, eravamo estremamente affascinati dall'idea di...

    Diari di viaggio
    iran on the road, inaspettata meraviglia

    Iran on the road, inaspettata meraviglia

    Come penso quasi tutti i viaggiatori, non sono mai stata in grado di stilare una classifica precisa dei miei viaggi. Poi però sono andata...

    Diari di viaggio
    iran meraviglioso

    Iran meraviglioso

    le varie moschee.Venerdì 02.05.2019 - Trasferimento ad Esfahan. Durante il tragitto ci fermiamo a Nain per la visita della moschea,...

    Diari di viaggio
    panorami di persia

    Panorami di Persia

    Tra la fine di febbraio e i primi giorni di marzo con un viaggio di gruppo, 16 persone, ho visitato l’Iran l’antica Persia uno dei...

    Diari di viaggio
    viaggione in iran

    Viaggione in Iran

    Domenica 15 Aprile Incuriositi da vari racconti di viaggio eccoci qua, pronti a partire per l'Iran, l'antica Persia. Il volo AZ1588 delle...