In giro per il Lazio

Via da Roma - Sentieri nel traffico, su basolo, tra i monti fino al mare
 
Partenza il: 01/08/2016
Ritorno il: 07/08/2016
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Adoro Roma, in qualsiasi stagione riesce a comunicarti l’idea che per quanto nulla sia eterno, questo luogo possa fare eccezione. Le sue strade, colorate da gente che ha in comune solo il saper d’essere in una città sospesa tra cultura e shopping, finanza e cucina, politica, arte, il naif dei souvenir. In pochi posti, gli estremi si attraggono: Roma è uno di questi. Persino i gas di scarico delle auto profumano di cinema, non si fanno mai due passi senza incappare in un ipotetico – o già utilizzato – set naturale. Tutto ciò annegherà pure nella quasi totale disorganizzazione, ma mette i brividi pensare che per quanto si possa scavare e girare, sempre si troverà qualcosa di antico da cui poter partire per ricostruire le radici di un antico impero ormai decaduto (valga per l’impero romano o per cinecittà).

Il percorso intrapreso è un ipotetico giro del Lazio a piedi; zaino in spalla, l’intenzione è di uscire dalla capitale mediante l’Antica via Appia, per poi imboccare da lì un percorso che porti dapprima ai colli Albani. Attraversando la zona di Nemi, sarebbe facile poi oltrepassare Velletri e raggiungere i borghi di Cori e Sermoneta. Quindi, oltre la stazione di Priverno, nell’entroterra vi è un paese, Sonnino, abbarbicato su basse montagne: da lì, scendere a Terracina sarebbe un’esperienza meravigliosa. E così pure scalare il Circeo, vedere la lingua di terra di Sabaudia estendersi per diversi chilometri, le isole pontine in lontananza.

Ogni paese che attraverseremo avrà i resti di un passato glorioso da mostrare, persone da conoscere e fontane da cui abbeverarsi. Come una mandria di bestiame formato solo da due capi, e per di più esseri umani, ci mettiamo in cammino alla ricerca di resti, boschi, sorgenti e avventura. Sembra un’impresa titanica, ma il Numero n.119 di Airone del marzo 1991 è sempre a nostro fianco: una personale bibbia, unica guida contro un mondo che cambia spesso inutilmente.

Giorno 1

Serata lunga a Roma, quartiere Monte Sacro, dopo una lunga passeggiata d’allenamento da Termini lungo quasi tutta la via Nomentana. Aperitivo lunghissimo del lunedì sera, a letto a tarda notte dopo un’escursione notturna fino al Ponte nomentano, ora chiuso al traffico. Un buon assaggio della vita di quartiere nella “Città Giardino Aniene”, come fu chiamato Monte Sacro negli anni ’20, trasformato in una sorta di “garden city” all’italiana. Oltre la scenica piazza Sempione e adiacente il fiume. Peccato la metro sia piuttosto distante. O forse meglio così.

Giorno 2

Partenza dopo un’abbondante colazione, cielo azzurro terso, il meteo dice che non pioverà o quasi per settimane. Temperatura media piuttosto elevata, in programma camminate intensive di diverse ore proprio nelle ore centrali del giorno. Volata non in programma all’Eur, un solo stop per rimirare sui quattro lati il magnifico Palazzo della Civiltà Italiana, dal curioso numero di archi corrispondenti alle lettere di nome e cognome del più famoso gerarca nostrano. Il Palazzo dei Ricevimenti e Congressi è sullo sfondo. Ampi spazi lasciano un respiro sorprendente sulle vedute degli edifici.

Partenza del viaggio ufficiale dal Circo Massimo, da lì si imbocca la via Appia che lasceremo, non senza alcun dispiacere, solo qualche ora dopo, nei pressi di Ciampino. Il primo tratto, in corrispondenza delle Terme di Caracalla, rappresenta un tour de force fra auto e strade a più corsie difficilmente attraversabili dai pedoni. Oltre le mura Aureliane, la strada si fa meno ampia, camminarne ai lati è piuttosto difficoltoso, ma molte delle principali attrazioni della zona sono lungo questa arteria. Stiamo parlando delle Catacombe di San Callisto, di quelle di San Sebastiano e del Mausoleo di Cecilia Metella. Dopo un errore di valutazione, che ci spinge a salire su un bus di linea che ci fa attraversare le Capannelle e perdere tempo, ritroviamo il modo di tornare sulla regina viarum, costruita dai romani quasi 2500 anni fa. Mettere un piede davanti all’altro, sfiorando con le suole basolati antichi scavati dalle ruote di centinaia di carri, è un’emozione indicibile. Dopo una sosta vicino a una fontanella, cominciamo a renderci conto di ciò su cui poggia il nostro guardo: centinaia di ettari di prati secchi, pecore libere che brucano, domus a far da sfondo a questa incredibile zona-cuscinetto, localizzata tra il centro della capitale e il grande raccordo anulare. Una volta giunti all’aeroporto, ultimo tratto semi-pedonale, con qualche difficoltà cerchiamo un mezzo per salire in serata sui colli, verso Frascati. In qualche modo riusciamo a saltare la destinazione e arriviamo direttamente a Genzano; incuriositi dalla vicina Ariccia, celebre per la porchetta, la raggiungiamo a piedi e restiamo un po’ a goderci il panorama. Ma la mancanza di disponibilità un alloggio per la notte, ci spinge a tornare sui nostri passi e a pernottare a Genzano.

Guarda la gallery
lazio-6xf4w

Terracina

lazio-cfdgh

Tra Cori e Norma

lazio-wtbxt

Vegan, no grazie - Nemi

lazio-85w1c

Via Appia Antica 2

lazio-5tb58

Via Appia Antica

lazio-p5t2m

Campo Soriano

lazio-mbkxx

L'Agro Pontino

lazio-5xkz7

Campo Santo Stefano

lazio-jk3sf

Norma

lazio-1qsne

Palazzo della Civiltà Italiana

lazio-7edja

L'Aniene

lazio-cf2r4

Nemi, il lago

lazio-9h7pg

Roma, Monte Sacro

lazio-1jz8q

Sopra Terracina



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
mondolfo e la sua galleria senza soffitto

Mondolfo e la sua “Galleria senza soffitto”

Ciao a tutti amici del web. Oggi sono a Mondolfo, comune della provincia di Pesaro e...

primavera in umbria

Primavera in Umbria

Ferie ad aprile, la primavera è alle porte e così, da amante della natura, scelgo una...

sciare...in riva al mare

Sciare…in riva al mare

Sciare…in riva al mare! Ebbene sì, in un certo qual modo è possibile! Certo ci vuole...

Leggi i Diari di viaggio su Castelli Romani
Diari di viaggio
campania: mille tesori da scoprire

Campania: mille tesori da scoprire

Il desiderio di partire nonostante le 1000 restrizioni nel periodo di Natale ‘21, la paura di questa pandemia sta colpendo tutta Italia...

Diari di viaggio
dalle marche alla toscana, passando per la basilicata

Dalle Marche alla Toscana, passando per la Basilicata

Il 2020 è l’anno più assurdo che abbiamo vissuto. Abbiamo affrontato un nemico invisibile e non abbiamo vinto, perché è morta troppa...

Diari di viaggio
in giro per il lazio

In giro per il Lazio

Adoro Roma, in qualsiasi stagione riesce a comunicarti l'idea che per quanto nulla sia eterno, questo luogo possa fare eccezione. Le sue...

Diari di viaggio
castelli romani

Castelli Romani

Partenza giovedì in tarda mattinata da bari e arrivo a Genzano intorno alle 18. Qualche difficoltà per rintracciare il B&B Villa...

Diari di viaggio
gita ad ariccia e grottaferrata

Gita ad Ariccia e Grottaferrata

Una gita ai Castelli Romani: Ariccia e Grottaferrata 07/10/2012 Siamo partiti da Caserta con altre 3 coppie di amici per Ariccia. Già...

Diari di viaggio
un weekend su e giù per i colli romani

Un weekend su e giù per i Colli Romani

Abbiamo scelto Frascati come campo base per l’esplorazione dei Castelli Romani. Già dalla prima sera ho potuto constatare che la mia...

Diari di viaggio
primavera tra i castelli romani

Primavera tra i Castelli Romani

Dopo aver programmato di trascorrere un fine settimana di Giugno a Roma, ho scoperto quasi per caso, che proprio in quei giorni a Genzano...

Diari di viaggio
in moto ai castelli romani e tivoli

In moto ai Castelli Romani e Tivoli

LAZIO – CASTELLI ROMANI 2008 Diario scritto da Massimiliano Barbazza Partecipanti al viaggio: Massimiliano e Eleonora Partenza...

Diari di viaggio
roma per una laurea

Roma per una laurea

Salve a tutti sono pronto per scrivere un altro racconto di viaggio. Fresco dal rientro dalla Norvegia rieccomi pronto a partire con mia...

Diari di viaggio
week end ai castelli romani

Week end ai castelli romani

Prima di partire per i "Colli Albani" abbiamo visitato uno dei siti più curati sull'argomento: castellionline.It. Dopo aver stampato c.Ca...