Calabria coast to coast

Un viaggio alla scoperta di paesini, spiagge e tesori archeologici
 

Considerando che nell’estate 2021 il Covid ci ha dato un pò di tregua, ma non ancora abbastanza per poterci fidare a fare uno dei nostri soliti avventurosi viaggi all’estero, io e mia moglie decidiamo di restare in Italia, scegliendo come meta la Calabria, regione da noi pochissimo conosciuta ad esclusione di Reggio Calabria, città in cui nell’estate di parecchi anni fa avevo lavorato qualche mese.

Pertanto sul finire dell’estate (per evitare il caldo e l’affollamento) partiamo con l’intenzione di fare un viaggio di 15 giorni con meta principale la Calabria (entrambe le coste) ma con una tappa a Napoli, una a Paestum (passando per la costiera amalfitana) ed una, sul finire del viaggio, a Matera, mai vista prima.

Di seguito descrivo il nostro viaggio, giorno per giorno, con tanto di Km. di partenza e di arrivo per ogni tappa.

Primo giorno, martedì 21 settembre

Genova (Km 12810) – Napoli (Km 13510), 700 km in circa 8 ore

Si parte da Genova di buon mattino, la prima tappa è Napoli dove alla sera abbiamo appuntamento con un caro amico ed ex collega di Napoli con cui passiamo una bella serata in compagnia.

Secondo giorno, mercoledì 22 settembre

Napoli (Km 13510) – Costiera Amalfitana – Paestum (Km 13686), 176 km di cui 30 circa per deviazioni

Lasciandoci alle spalle il traffico caotico di Napoli, ci dirigiamo verso la Costiera Amalfitana; la prima sosta la facciamo poco prima di Salerno dove ci fermiamo in un belvedere lato strada, in alto sulla costiera, da dove scattiamo belle foto di Sorrento, poi proseguiamo per Positano dove l’unica possibilità di parcheggio è costituita da svariati parcheggi privati con prezzi orari a ben 7 euro!

Lasciata l’auto ci facciamo un giro sino alla bella chiesa con la cupola piastrellata in maiolica e arriviamo al mare, al ritorno facciamo shopping, per me compro una bella e colorata camicia di lino, fatta a mano, presso la Boutique Rino.

Proseguiamo per Amalfi, l’idea è quella di visitarla ma purtroppo neanche questa volta riusciamo a trovare un parcheggio (qui ce ne sono pochissimi e si esauriscono nella prima mattinata) pertanto continuiamo il viaggio facendo una sosta a Vietri, famosa per le sue ceramiche; dopodiché facciamo una tirata sino a Paestum dove arriviamo al tramonto.

Terzo giorno, giovedì 23 settembre

Paestum (Km 13686) – Velia – Marina di Camerota (Km 13791) 105 Km di cui circa 20 per deviazioni

Di buonora prendiamo l’auto e posteggiamo in un ampio piazzale a pagamento (ma il prezzo è modico, 3 euro per l’intera mattinata), poi ci dirigiamo alla biglietteria (si trova di fronte al Tempio di Nettuno) attendendo la sua apertura, alle 9.

Il biglietto include l’accesso al Museo di Paestum e al sito di Velia e costa 12 Euro.

A Paestum dedichiamo l’intera mattinata, il sito è ragguardevole, l’attrazione principale è costituita dai tre templi dorici, uno dei quali è ancora abbastanza ben conservato, a parte il tetto che, essendo costituito da travature in legno, costituiva la parte più deteriorabile.

Usciti dal sito abbiamo anche il tempo di visitare il vicino museo archeologico, il cui pezzo forte è costituito dalla sala dedicata alla tomba cosiddetta “del tuffatore” per la presenza di un affresco che raffigura un giovane nell’atto di tuffarsi.

Terminata la visita ci dirigiamo a Velia (ultimo ingresso ore 17), i resti si trovano vicino ad Ascea Marina, tra Agropoli e Palinuro; sull’antica acropoli di Elea (Velia) oggi sorge una fortificazione medioevale, un  elemento di richiamo di questi scavi è la famosa Porta Rosa, unico esempio di arco greco del IV secolo.

Anche questo sito, sebbene di minor interesse rispetto a Paestum, è abbastanza esteso, con una parte ragguardevole ancora da scavare.

Il percorso si svolge lungo un sentiero ben tracciato, la prima parte della visita è libera, la seconda parte prevede un ritrovo con altre persone ed è guidata, si sale sulla collina dove è presente il sito medievale e poi la guida ci accompagna a vedere la Porta Rosa, fornendoci interessanti spiegazioni.

Terminata la visita, alle 17, ripartiamo alla volta di Marina di Camerota, dove pernottiamo.

Quarto giorno, venerdì 24 settembre

Marina di Camerota (Km 13791) – Diamante – Cetraro (Km   13960) 169 km, di cui 48 per deviazioni.

La prima meta è Maratea con un centro storico carino, ma la vera attrattiva è la statua del Redentore, posta su una sommità che domina il Golfo di Policastro, bella vista, si deve obbligatoriamente parcheggiare l’auto un pò più in basso, pagando 5 Euro.

Poco prima di Praia a mare prendiamo la deviazione per Tortora dove si trova la chiesetta del Purgatorio, il cui portale in pietra è decorato con animali fantastici però non ne vale la pena, considerando la deviazione di 15 Km A/R.

Dopo Praia a mare si gode di una bella vista sull’Isola di Dino, in un golfo che tocca tre regioni: Calabria, Basilicata e Campania.

Poco prima di San Nicola Arcella, c’è da vedere l’Arcomagno (o Grotta del Saraceno), un arco naturale che si raggiunge con un impervio sentiero (durata percorso circa 20 min); si tratta di una caletta naturale sormontata da un arco. nota anche come spiaggia di Enea, in passato era usata, come riparo, dai saraceni che attaccavano le coste calabresi; è imperdibile al tramonto, col sole che cala in mezzo all’arco, accendendo di rosso la grotta e il mare.

Continuiamo con la visita del centro storico di Scalea che però si rivela una delusione, paese vecchio quasi in abbandono, le segnalazioni per gli affreschi bizantini della chiesa ad un certo punto si perdono nel nulla, in definitiva non ne vale la pena.

Proseguiamo verso sud facendo una piccola deviazione verso l’interno per visitare i resti di Cirella vecchia, distrutta da un bombardamento navale britannico nel 1808.

Sulle alture ci sono i ruderi del vecchio insediamento, interessanti ma non imperdibili; poco più sotto si trovano invece il monastero dei minimi e un teatro romano, purtroppo chiusi.

Guarda la gallery
1520_2022_09_26_tropea_il_santuario_s._maria_dell_isola

1160_2022_09_26_pizzo_la_spiaggetta_dalla_chiesetta_di_piedigrotta

1190_2022_09_26_pizzo_l_interno_della_chiesetta_di_piedigrotta

1320_2022_09_26_pizzo_calabro

1450_2022_09_26_zambrone_la_spiaggia_del_leone

2560_2022_09_30_staletti_spiaggia_di_caminia

680_2022_09_24_l_isola_di_dino

700_2022_09_24_spiaggetta_vicino_all_arcomagno

870_2022_09_24_la_costa_da_belvedere



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Calabria
    Diari di viaggio
    calabria coast to coast

    Calabria coast to coast

    Considerando che nell’estate 2021 il Covid ci ha dato un pò di tregua, ma non ancora abbastanza per poterci fidare a fare uno dei nostri...

    Diari di viaggio
    tropea e dintorni

    Tropea e dintorni

    Per la nostra settimana in Calabria soggiorniamo in un bellissimo piccolo residence di soli 4 appartamenti con splendida piscina vista...

    Diari di viaggio
    tour in calabria alla ricerca del castello misterioso

    Tour in Calabria alla ricerca del castello misterioso

    Buongiorno a tutti dalla favolosa Calabria. Un itinerario per chi ama i viaggi esperienziali all’insegna delle tradizioni e...

    Diari di viaggio
    jazz nel sud italia in vespa

    Jazz nel Sud Italia in Vespa

    Sarà una lunga notte. Lunga, lunga, lunga. Lunga perché domani, nel primo pomeriggio, inizieremo il nostro nuovo lento viaggio (che...

    Diari di viaggio
    calabria on the road in 8 giorni

    Calabria on the road in 8 giorni

    “Quest’anno voglio visitare tutta la Calabria”.Detto fatto! Qualche mese prima della partenza prenoto un volo Ryanair da Bergamo...

    Se non ora, quando? Tour in moto lungo tutta l’Italia

    È dal 2014 che viviamo in the road insieme (io, Andrea; Sonia, la mia ufficiale in seconda; la nostra moto, una Royal Enfield Classic...

    Diari di viaggio
    viaggio in calabria … sognando il perù!

    Viaggio in Calabria … sognando il Perù!

    Viaggio in Calabria … sognando il Perù! (by Luca, Sabrina e Leonardo)Sabato 1 Agosto:Doveva essere (per noi) una epica...

    Diari di viaggio
    11 giorni in calabria, talvolta improvvisando

    11 giorni in Calabria, talvolta improvvisando

    Quest’anno le idee per l’estate erano altre, ma vista la situazione sanitaria abbiamo optato per un tour molto spartano per la Calabria...

    Diari di viaggio
    scalea: la nostra prima uscita post covid!

    Scalea: la nostra prima uscita post Covid!

    campani ma semplicemente scalioti, una indole aperta e buona che ama la tranquillità divisa tra mare e monti. Una felice scoperta,...

    Diari di viaggio
    itinerari d'arte nella sicilia occidentale

    Itinerari d’arte nella Sicilia occidentale

    strada che si inerpica sul versante del monte non posso fare a meno di fermarmi varie volte per ammirare dall’alto il panorama della...

    Video Itinerari