All’insegna di arte, cultura e ciclismo: il borgo marinaro del buon vivere è l’oasi calma della Riviera

Tradizione, benessere e ottima cucina, alla scoperta del meraviglioso borgo costiero sulle rive dell’Adriatico
Matteo Meliconi, 02 Giu 2024
all'insegna di arte, cultura e ciclismo: il borgo marinaro del buon vivere è l'oasi calma della riviera

Ci troviamo in Emilia-Romagna, una terra meravigliosa ricca di storia, arte e cultura. Le sue tradizioni sono antichissime e rappresentano un tesoro davvero unico per l’intero panorama italiano. Oltre alle sue affascinanti città e ai suoi deliziosi borghi storici ed artistici, questa regione è rinomata per la sua ricca tradizione enogastronomica e per i suoi paesaggi mozzafiato, tra colline e una splendida costa bagnata dal Mare Adriatico. Il mare ha dei fondali davvero belli e le spiagge attrezzate e ricche di divertimenti sono una vera e propria calamita per il turismo, sia italiano che straniero.

Un antico borgo marinaro che affonda le proprie radici in un tempo lontano

cesenatico

Tra le numerose località che sorgono sulla rinomata Riviera romagnola, ce n’è una in particolare che affascina e sorprende per arte, cultura e tradizione, Cesenatico. La sua storia è antica e affonda le proprie radici nel lontano periodo preistorico, quando il territorio attorno a dove oggi sorge la cittadina era solo una zona paludosa. Abitata successivamente da popolazioni pre romaniche, divenne una terra di grande importanza proprio sotto il controllo dei romani che utilizzarono i propri insediamenti sorti su queste terre come luoghi strategici per le conquiste militari. Con i piani di azione intrapresi dai soldati dell’Urbe e dei suoi preparatissimi ingegneri, l’intero territorio tra Cesenatico e Cesena, fu soggetto ad una importante riorganizzazione agricola e bonifiche, che gli conferirono l’aspetto di territorio coltivabile che conserva ancora oggi. Durante il periodo medievale Cesenatico seguì le sorti dei vicini centri abitati e dell’intera regione romagnola e, sotto il breve dominio di Cesare Borgia, fu addirittura visitato dal grande Leonardo da Vinci. Nel 1503 entrò poi a far parte dei domini dello Stato della Chiesa. Il 21 dicembre 1827 Papa Leone XII gli concesse la definitiva autonomia da Cesena mentre nel 1860, a seguito di un plebiscito, entrò a far parte del Regno di Sardegna, che l’anno successivo, nel 1861, sarebbe poi divenuto il Regno d’Italia.

Cosa fare e cosa vedere nel delizioso borgo costiero di Cesenatico, tra mare, arte, storia e divertimento

grattacielo di cesenatico

Cesenatico è un paese ricco di luoghi interessanti che possono essere visitati. Tra questi vi è la casa che ospitò il pernottamento del patriota Giuseppe Garibaldi e sua moglie, in fuga da Roma e diretti alla volta di Venezia nel lontano 1849, che è situata lungo il corso Garibaldi, per l’appunto. Il porto-canale poi, rappresenta la parte storica del paese, ed è proprio nelle sue vicinanze che sono stati ritrovati degli importanti resti archeologici.

Il Grattacielo di 118 metri, edificato negli anni 50 sul lungomare, rappresenta invece, il simbolo della parte nuova del paese, la Cesenatico moderna e turistica. Dal punto di vista religioso la struttura di maggiore importanza è la Chiesa parrocchiale di San Giacomo Apostolo. Da non perdere anche i numerosi spazi dedicati all’arte e alla cultura come l’Antiquarium, le Colonne Bizantine, la bellissima Piazza Spose dei Marinai, raggiungibile dal percorso Lungomare di Ponente in direzione Porto, e la Fornace romana di Ca Turchi.

cesenatico

Cesenatico è ulteriormente nota come la “capitale della bicicletta”e rappresenta un vero e proprio paradiso per gli amanti e gli appassionati delle vacanze in sella. Da non dimenticare, inoltre, che è anche uno dei luoghi che ha dato i natali al famosissimo “Pirata” Marco Pantani, uno dei ciclisti più forti della storia di questo sport. Numerosi itinerari designati ad essere percorsi in bicicletta, rappresentano uno dei divertimenti più apprezzati in città.

Fantastici eventi, inoltre, organizzati in diversi periodi dell’anno, rendono ancor più divertente visitare questo magnifico luogo, così ricco di storia, arte e cultura. I suoi paesaggi sono suggestivi e il suo fantastico cibo è una vera e propria eccellenza del panorama italiano. Infine, è bene ricordare, che essendo un luogo di mare, Cesenatico è ricco di spiagge fantastiche da visitare e dove è possibile divertirsi e rilassarsi trascorrendo meravigliosi ed indimenticabili momenti di vita.

Come arrivare a Cesenatico: ecco qualche piccolo consiglio che potrebbe tornarvi utile

Cesenatico dista poco più di 2o km da Rimini e poco più di 30 km da Ravenna ed è in entrambi i casi raggiungibile sia con l’automobile che con il treno. La cittadina è infatti servita dalla propria ed omonima stazione ferroviaria ed è attraversata dalla strada statale 16 Adriatica, dalla quale è raggiungibile l’autostrada A14.



Leggi ancheLeggi gli altri diari di viaggio