COME DENTRO UN FILM (parte 1)

Dopo 13 anni di convivenza e due figli (Irene, 9 anni e Andrea, 5 anni) abbiamo deciso di sposarci e di regalarci (e farci regalare!) il viaggio di nozze negli USA. Sicuramente l’itinerario percorso sarebbe stato più agevole se lo ...

  • di elenick2004
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
 

Dopo 13 anni di convivenza e due figli (Irene, 9 anni e Andrea, 5 anni) abbiamo deciso di sposarci e di regalarci (e farci regalare!) il viaggio di nozze negli USA. Sicuramente l’itinerario percorso sarebbe stato più agevole se lo avessimo spezzettato in tre viaggi ma, essendo quattro persone, la spesa totale non è stata irrisoria e per paura di non avere più l’opportunità di tornare negli USA abbiamo deciso di inserire “quasi” tutti i luoghi che ci avevano sempre attratto. Il titolo del diario racchiude un po’ il tema dominante del viaggio perché come ha scritto il giornalista Beppe Severgnini “in America non si va, in America si torna, anche la prima volta!” Infatti siamo cresciuti vedendo quei luoghi nei films e nei telefilms americani ed andando negli USA si ha costantemente la classica sensazione di déjà vu. Per cui durante il viaggio ho cercato sia di “rivedere” posti che mi evocavano ricordi d’infanzia sia di immaginare con i bimbi quali scenari hanno ispirato i disegnatori di molti cartoni animati.

INFO PRATICHE Dal 10 giugno al 2 luglio abbiamo “visto” 5 città (New York, San Francisco, Las Vegas, Salt Lake City e Los Angeles) ed abbiamo toccato 7 stati (New York, California, Nevada, Utah, Idaho, Wyoming e Arizona) percofrendo 6769.06 Km (4207 Miles), di cui 1351.56 (840 Miles) in auto ed i restanti in camper. Oltre al primo pieno di carburante compreso nel noleggio auto, abbiamo consumato circa 348.886 galloni di benzina (1320 litri) per una spesa di circa 1100 dollari.

Il volo intercontinentale con Swiss Air (698,00 euro/adulto e 575,00 euro/bambino) ed il volo interno con Continental (127,00 euro) sono stati prenotati a dicembre. Abbiamo scelto il camper (Cruise America, prenotato mediante www.Usandcanadatravel.Com perché aveva il prezzo più basso) per la presenza dei bambini e per poter sostare la notte nei parchi. Questa scelta si è rivelata azzeccata per quanto riguarda il rapporto con la natura visto che ci ha permesso di dormire dentro luoghi fantastici e di incontrare ogni mattina o sera animali sempre diversi. Ci ha un po’ penalizzato nelle lunghe tappe di spostamento e nella visita di alcuni luoghi raggiungibili solo con strade strette o sterrate che quindi abbiamo dovuto saltare. Inoltre i bambini in camper non hanno mai dormito durante le tappe di trasferimento ma hanno giocato tutto il tempo per cui, andando a letto intorno alle 23.00, la mattina era veramente difficile riuscire a svegliarli. Infatti, nonostante noi adulti ci svegliassimo alle 7.00, raramente siamo riusciti a metterci in marcia prima delle 8.30-9.00. La macchina (prenotata mediante www.Enoleggioauto.It) è stata affittata per attraversare la Death Valley. Infatti dalla metà di giugno è proibito percorrere la Death Valley in camper (per alcune compagnie sei soltanto non coperto dall’assicurazione del camper) e la Cruise America ti fa proprio firmare una dichiarazione in cui affermi che non ci andrai. Invece nella Death Valley abbiamo incontrato ben 3 camper tutti Cruise America! Abbiamo fatto l’assicurazione mediante www.Viaggiaresicuri.It e purtroppo l’abbiamo collaudata! Il viaggio è stato organizzato nei minimi dettagli seguendo i consigli delle guide Routard “USA Ovest I parchi nazionali” e “California”, della guida oro TCI “New York”, la guida Lonely Planet “New York”, e Globus – Enciclopedia dei paesi e degli itinerari – Stati Uniti e Canada della Mondadori (che è uscita appena abbiamo cominciato a pensare a questo viaggio), leggendo le informazioni ed i diari di viaggio pubblicati in internet su www.Turistipercaso.It; www.Vacanzeinamerica.Net; www.Americaontheroad.Com; www.States4u.Com; e soprattutto consultando i messaggi e facendo domande agli amici dei vari forum (www.45parallelonord.Com; www.Tripadvisor.Com; www.Americaontheroad.Com). Per la visita dei parchi sono stati molto utili anche i siti www.Travellersonline.Net; www.Redgreenshapes.It; www.Matteostefani.It; www.Jekoz.Net; www.Fotoavventure.It; www.Farwest.135.It; www.Alexfalcone.Com; www.Utahredrocks.Com; www.Terragalleria.Com/parks; www.Inostriviaggi.It; www.Thebananatours.Com; www.Worldreamers.Com; www.Webalice.It/cortid; www.Catenazzi.It/USA; www.Msereno1970.Interfree.It, dove si trovano consigli, brevi recensioni, belle foto o simpatici filmini

  • 5459 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social