Luna di miele da sogno negli Usa... Ovest, Est e Hawaii

Questo è il resoconto di un viaggio di nozze lungo un mese, organizzato, purtroppo, da un consulente viaggi, ma pensato ed amato da noi sposi. Sposi che son volati in lungo ed in largo negli States e sino alle Hawaii ...

  • di elymomo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 
Annunci Google

31 Luglio 2011

Mentre mio fratello ci porta a Malpensa cerco di rilassarmi un po'. Sono sposata da un giorno e mezzo a dir tanto, il mio fratellino aspetta un figlio e io sto per volare in America per un mese: rilassarmi? Impossibile! Così cerco di ascoltare un po' di radio, mentre i discorsi di mio marito e del futuro papà mi arrivano un po' ovattati. All'aeroporto mi prendo una camomilla e un bel po' di gocce di un preparato-si-spera-miracoloso a base di erbe varie che dovrebbe farmi rilassare e dormire. Il tempo massimo trascorso dalla sottoscritta su un aero è circa 2 ore: le 8 che ci aspettano mi spaventano un tantino. Poi l'apparecchio si stacca davvero da terra e comincia l'avventura. Il volo trascorre sereno: dormicchio un'oretta, guardo un paio di film indecenti e incomincio a leggermi un giallo da 800 pagine che mi accompagnerà per tutti i 10 voli del nostro viaggio di nozze. Facciamo scalo a New York, ma proseguiamo subito per Boston. I temuti controlli doganali e della sicurezza li sbrighiamo in un'oretta e quindi, dopo una delle tante attese aeroportuali che affronteremo, ci imbarchiamo per il capoluogo del New England. Raggiunto l'hotel devo dire che la stanchezza ed il fuso si fanno parecchio sentire. Visto che siamo in viaggio di nozze, ci offrono un upgrade gratuito della camera e una bottiglia di spumantino con dei pasticcini che, alla fine, costituiranno la nostra cena. E così cala il sipario sul nostro primo giorno su suolo americano.

01 Agosto 2011

Decidiamo subito di andare a recuperare la macchina che, il giorno seguente, dovrà portarci ad Albany. Cerchiamo il nostro primo Starbucks per la colazione e cominciamo a gironzolare per la città Recuperata la macchina abbiamo deciso di fare un salto a Salem, la rinomata, ahimè, città della persecuzione contro le cosiddette "streghe", iniziata nel 1692 e conclusasi, dopo innumerevoli morti, nell'ottobre 1693. Da vedere in realtà non c'è proprio nulla e in più, a causa di un mio malaccorto utilizzo del navigatore, siamo pure finiti molto fuori strada in un primo momento tanto da perdere quasi un'ora! Il problema è che in America esistono decine e decine di città col medesimo nome, ma in stati differenti ed io, anziché in Massachusetts, avevo digitato Salem in Connecticut: Ooops! Al termine del giro rientriamo a Boston e facciamo un bel pezzo del Freedom Trail partendo dalla Old State House, dal cui balcone fu letta la dichiarazione d'indipendenza e proseguendo lungo il percorso segnato dai famosi mattoncini rossi che corrono per la città. In definitiva Boston e Salem non ci hanno particolarmente colpiti, forse anche perchè eravamo ancora un po' frastornati dal viaggio, non so. Fatto sta che tutto sommato siamo partiti, il giorno dopo, alla volta di Albany senza grandi rimpianti.

02 Agosto 2011

Comincia il nostro primo, piccolo on the road americano: oggi dobbiamo raggiungere Albany, tappa intermedia fra Boston e le cascate del Niagara. La strada corre tranquilla e la nostra Ford Focus rosso fiammante si mangia l'asfalto senza problemi. Luca è entusiasta del cambio automatico e, soprattutto, del cruise control: in pratica l'auto si guida da sola! Gli Americani alla guida sono disciplinatissimi, la velocità viene mantenuta costante e nessuno si azzarda a manovre inaspettate. Prima di dirigerci ad Albany decidiamo di fare una capatina a visitare l'università di Harvard. L'ambiente è veramente stimolante e ci sono centinaia di visitatori oltre che di studenti

Annunci Google
  • 43853 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social