Versailles e le Ville Lucchesi

La piccola Versailles Italiana e altre Ville meravigliose in provincia di Lucca
 

Vi illustro un bell’itinerario di un giorno lontano dai centri affollati, da effettuare preferibilmente in primavera, per ammirare le fioriture in pieno splendore, e di domenica, per essere sicuri di trovare le ville aperte. Le ville lucchesi si trovano per lo più a est di Lucca e si raggiungono per la via di Pescia, detta appunto Pesciatina, seguendo le indicazioni.

Le più famose sono la villa Reale di Marlia, villa Mansi, villa Grabau e Oliva, senza dimenticare villa Torrigiani. Considerando anche le più piccole, si dice che siano più di trecento, poiché dal Cinquecento in poi, ogni signore lucchese possedeva una casa di campagna, dando vita ad una sorta di città di ville con giardini all’italiana che si ispiravano anche a quelli francesi, tanto che villa Torrigiani nel Settecento era chiamata la piccola Versailles. Nel linguaggio locale quando si diceva villa si intendeva tutto: I’edificio principale, il parco, Ie scuderie, le limonaie, la cappella di famiglia e iI borgo tutto intorno.

Si parte da Lucca, in piazza Martiri della Libertà, per percorrere via Batoni in direzione Acquacalda. Dopo il passaggio a livello si prosegue su una strada tranquilla, superando la chiesa di San Cassiano a Vico dove inizia la salita. Si gira a sinistra, si supera la trafficata strada di collegamento tra la statale 12 e la 435 e si svolta a destra per Piaggiori dove si seguono le indicazioni per villa Torrigiani a Camigliano, prima tappa di questa giornata.

Villa Torrigiani

La facciata animatamente barocca, lavorata a marmi di diversi colori, ha uno splendido portale, due vasche che la riflettono, un bel parco e un intatto giardino settecentesco. La parte più antica risale al Cinquecento e di essa rimane il portico dorico a cinque archi. Fu acquistata dalla famiglia Buonvisi nel 1561 e poi venduta quasi un secolo dopo al Marchese Nicolao Santini, ambasciatore della Repubblica di Lucca alla corte del Re Sole a Versailles, che iniziò la trasformazione del parco con Ie grandi vasche, progettate da Le Notre e la creazione del Giardino chiamato Teatro di Flora, con i giochi d’acqua. Nel Teatro di Flora, come in casa, si può notare l’arma della famiglia Santini: due punte di diamante con sotto un fiore aperto di camelia.

Fu invece l’architetto bolognese Alfonso Torreggiani a modificare la facciata. Costruì una scala a ventaglio e aprì due grandi archi, uno su colonne, l’altro su pilastri. Usando il bugnato per la parte inferiore e l’intonaco per quella superiore, ottenne un bel risultato bicromatico. Fece costruire anche le scale interne a forma ellittica, movimentate dai muri ricurvi e dagli effetti di luce cadente dall’alto e fece realizzare il lungo viale di cipressi, la chiesina e il borgo di ispirazione francese.

Ritroviamo nella facciata lo stemma di famiglia, ma la stessa arma é affiancata dalla torre con tre stelle, simbolo di Pietro Torrigiani che nel 1816 sposò Vittoria Santini, ultima discendente del Marchese Nicolao. In questo secolo solo il parco fu ridisegnato seguendo la moda inglese: trasformazione a prato dei parterre fioriti esistenti suI davanti e dietro la Villa, inserimento di alberi provenienti da varie parti del mondo e creazione di un boschetto di camelie sulla parte a sinistra della Villa. L’ultimo Marchese Torrigiani, Carlo Luca, lasciò la proprietà all’unica figlia Simonetta sposata al Principe di Stigliano Don Carlo Colonna (sepolti nella Cappella), che l’aprì al pubblico ne 1967. Entrando nella villa, colpisce il salone riccamente decorato dove viene raffigurata la battaglia delle Amazzoni contro i Romani, il trionfo di Aureliano sulla regina Zenobia e l’apoteosi di Aureliano. La guida racconta che la villa fu luogo d’incontri tra la marchesa Lucrezia Malpighi, promessa sposa di Lelio Buonvisi, ed il suo amante Massimigliano Arnolfini, che sembra sia stato catturato proprio di fronte ai cancelli, accusato dell’assassinio del Marchese Lelio avvenuto in città, a seguito del quale la Marchesa Lucrezia fu chiusa a vita in convento. Sembra che il fantasma della marchesa vaghi ancora nel parco.

Guarda la gallery
villa_torrigiani

villa_mansi

villa_mansi_2

villa_mansi_3

villa_mansi_4

villa_mansi_5

villa_mansi_6

villa_mansi_7

villa_oliva

villa_reale

villa_torrigiani_2

villa_torrigiani_3

villa_torrigiani_4



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Lucca
    Diari di viaggio
    centro italia on the road con bimbo

    Centro Italia on the road con bimbo

    Pasqua in centro ItaliaQuest’anno per Pasqua, complice la chiusura del nido di nostro figlio Andrea di due anni e mezzo, io e...

    Diari di viaggio
    versailles e le ville lucchesi

    Versailles e le Ville Lucchesi

    Vi illustro un bell’itinerario di un giorno lontano dai centri affollati, da effettuare preferibilmente in primavera, per ammirare le...

    Diari di viaggio
    montecatino, il borgo della brama

    Montecatino, il borgo della Brama

    Montecatino, quel colle a 483 m s.l.m. a nord di Lucca, alla Cappella che, senza saper come si chiamasse, né averlo ben identificato,...

    Diari di viaggio
    viareggio e lucca, viaggio sulle note di puccini

    Viareggio e Lucca, viaggio sulle note di Puccini

    Partite da Roma Termini direzione Viareggio con un FrecciaBianca, le rotaie passano quasi vicino al mare e già il tragitto è...

    Diari di viaggio
    la nostra toscana in 9 giorni: borghi “marittimi”, ville misteriose e chilometri di vigneti

    La nostra Toscana in 9 giorni: borghi “marittimi”, ville misteriose e chilometri di vigneti

    Gli ultimi due anni sono stati, si sa, difficili per tutti. Quante cose sono cambiate, quante cose abbiamo dovuto cambiare per forza e non...

    Diari di viaggio
    i viaggi di gloria - itinerario tra le bellezze di lucca, siena e firenze

    I viaggi di Gloria – Itinerario tra le bellezze di Lucca, Siena e Firenze

    Giorno 1 - Lucca Ed eccoci nuovamente in giro! Dopo due anni di sofferenze e rinunce finalmente si ricomincia a vivere. Grazie alla...

    Diari di viaggio
    una passeggiata quasi per tutti!

    Una passeggiata “quasi” per tutti!

    Una bella mattina d'estate non sapendo come passare la giornata, decidiamo io e il mio amico Marco, di partire alla conquista di una delle...

    Diari di viaggio
    il giorno con due albe

    Il giorno con due albe

    Abbiamo lasciato l’autostrada Azzurra all’uscita Versilia e ci ritroviamo sulla Via Aurelia all’ingresso di Forte dei Marmi. Ci...

    Diari di viaggio
    tour delle ville medicee e della lucchesia

    Tour delle ville medicee e della Lucchesia

    Villa la Petraia ad aspettarmi (questa sì ad orario fisso ). Villa la Petraia è proprio lì vicino, meravigliosa. Al tramonto, con il...

    Diari di viaggio
    toscana tra mare, auto e fumetti

    Toscana tra mare, auto e fumetti

    Un autunno particolarmente mite e l'idea di una spesa non eccessiva ci proietta verso la splendida Versilia, questo il programma:...