I “Caraibi” della Calabria

La Costa degli Dei e le sue favolose spiagge. Un viaggio fra storia e mare alla scoperta di borghi e natura incontaminati
 
Partenza il: 01/07/2013
Ritorno il: 12/07/2013
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

Primo giorno – Costa degli Dei

Partenza da Venezia alle 10.50 e arrivo a Lamezia Terme alle 12.30 circa in perfetto orario. Unico inconveniente l’attesa delle valige… le abbiamo aspettate per quasi un’ora! Poi ritiro dell’auto in aeroporto da Locauto (una Ypsilon, prenotata ad aprile, per 12 giorni a 340 euro, cifra non male visti i prezzi dei noleggi da queste parti).

Subito ci siamo messi in viaggio verso San Leo di Briatico dove già ad aprile avevamo prenotato un appartamento in un piccolo residence. Il residence offre camere piccoline, con cucina e bagno privato. In alcuni c’è anche il terrazzo. Unico inconveniente: la doccia piccola! L’appartamento è pulito e la signora che accoglie è molto cordiale, gentile e disponibile.

A circa un paio di chilometri dal residence, a Briatico, si trovano: un’ottima pasticceria (i Garrì) per fare delle buonissime colazioni, un’agenzia che organizza due mini crociere – per le isole Eolie e lungo la costa da Briatico a Capo Vaticano -, un panificio/salumeria per farsi preparare dei pranzi veloci, una farmacia, ortofrutta, supermercato, posta, benzinaio, tabaccaio e negozio di giocattoli/ombrelloni… tutto ciò che serve insomma.

La scelta di Briatico come sistemazione non è stata affatto casuale: volevamo una posizione strategica per goderci a pieno la Costa degli Dei, quella parte di costa che delimita il cosidetto Corno di Calabria, un tratto lungo 55 Km circa dove a lunghe spiagge bianche si susseguono rocce frastagliate con piccole calette raggiungibili solo a piedi o via mare. Mare trasparente, fondali ricchi di pesci e spiagge bianchissime sono le tre caratteristiche principali di questo tratto di costa che va da Pizzo a Nicotera.

È già pieno pomeriggio, indossiamo il costume e dopo aver esplorato un attimino il paesino, ci dirigiamo in spiaggia a Briatico. Qui visitiamo i ruderi di una torre di avvistamento saracena e ci godiamo un po’ il mare.

Ormai era già sera… una doccia veloce e cena a “Le Rose”, un ristorantino di pesce eccezionale a pochissimi chilometri da San Leo! Abbiamo mangiato una serie di antipasti di pesce, tra cui un eccezionale salmone su letto di cocco e delle cozze strepitose. Il tutto accompagnato da un buon vino, dolce e caffè. 55 euro in tutto.

Secondo giorno – Costa degli Dei

Il secondo giorno siamo partiti alla volta di Capo Vaticano. Il promontorio di Capo Vaticano è situato di fronte a Stromboli e separa due golfi: il Golfo di Sant’Eufemia e il Golfo di Gioia Tauro. Capo Vaticano comprende la zona costiera dalla baia del Tono alla baia di Santa Maria.

Le strade non poco ripide e gli scarsi cavalli della macchina hanno reso faticosa qualche risalita, ma ne è certamente valsa la pena… i panorami mozzafiato hanno sempre ripagato!

La nostra prima tappa del giorno è stata la Spiaggia del Tono, poco prima di Capo Vaticano, frazione del comune di Ricadi. Una discesa piena di tornanti e curve molto stette ci ha portato a un grande piazzale con parcheggio a pagamento. Il park si deve pagare ad un ausiliare del comune e costa 1 euro/l’ora.

Siamo stati alla Spiaggia del Tono per un paio di ore… Abbiamo passato gran parte del tempo a sguazzare nelle limpide acque e a giocare con i pesci! Spingendoci qualche metro più in là della riva abbiamo visto anche un polipo!

Verso le 16 abbiamo lasciato la spiaggia e ci siamo diretti verso il Belvedere di Capo Vaticano, tappa assolutamente da non perdere: colori e rocce a strapiombo sul mare meravigliose. Al Belvedere si può percorrere un sentiero che ti fa ammirare Capo Vaticano da diverse prospettive, una più bella dell’altra!

Dopo aver qui scattato moltissime foto, ci siamo diretti alla spiaggia di Grotticelle, una delle baie più suggestive di Capo Vaticano, formata da tre spiagge contigue. Peccato che il sole cominciava a scendere e i colori del mare risaltavano poco.

Mentre siamo sulla strada del ritorno decidiamo di fermarci nella maestosa Tropea, una città a strapiombo sul mare dove rocce e case sembrano fondersi l’una con l’altra.

Tutto il centro storico di Tropea è zona a traffico limitato. Tutti i parcheggi sulla strada limitrofi al centro storico sono a pagamento a 1,50 euro/ora 24 ore su 24. Dopo un velocissimo spuntino a “Le mille molliche” (un panificio) ci siamo diretti verso il centro città. Subito abbiamo ammirato da una piazza panoramica il Santuario Benedettino di Santa Maria dell’Isola, situato sullo scoglio dell’omonima isoletta che è collegata alla terraferma solo da un sottile lembo di sabbia. In lontananza, sullo sfondo, si intravedeva anche Stromboli con il fumo delle sue eruzioni.

Abbiamo percorso qualche via della città e il Corso Vittorio Emanuele. Siamo così arrivati in un’altra terrazza panoramica, da cui si poteva ammirare il Santuario da un’altra prospettiva e la vera bellezza di Tropea: una spettacolare spiaggia con alle spalle case costruite su una rupe di arenaria. Un ambiente davvero unico.

Terzo giorno – Costa degli Dei

Il terzo giorno abbiamo ripercorso la strada che collega Briatico a Tropea fermandoci a vedere tutte quelle spiagge il cui accesso era libero (in questa zona alcuni tratti di spiaggia sono inaccessibili perché riservati agli innumerevoli hotel o villaggi turistici che affollano la costa). Abbiamo così fatto tappa a Torre Sant’Irene, Zambrone e Parghelia, ripromettendoci di ritornare in ognuno di questi posti nei successivi giorni. Risaliti in auto ci siamo diretti verso Tropea, dove era nostra intenzione trascorrere l’intera giornata.

La strada che porta al mare è molto semplice: arrivando da Briatico, prima di entrare a Tropea, c’è un segnale che indica “porto e mare”. Bisogna scendere fino al porto, lasciare quest’ultimo sulla destra e proseguire ancora per qualche metro. L’auto la si può lasciare sulla strada, vicino al muretto che separa la strada dalla spiaggia. Il park, a nostra sorpresa, era gratuito (se non c’è posto, se si prosegue con l’auto, si trova uno spiazzale con park a pagamento). A piedi abbiamo fatto una passeggiata nelle due spiagge di Tropea: quella a destra e quella a sinistra dell’Isola. Per i colori dell’acqua e per lo scenario spettacolare che avevamo immediatamente dietro alle nostre spalle, abbiamo scelto la spiaggia a sinistra dell’Isola. Purtroppo però da questa parte, verso le 17, il sole comincia a nascondersi dietro l’Isola e, con il passare dei minuti, l’ombra aumenta sempre più, facendo diventare anche le acque limpide e azzurre del mare sempre più scure.

Guarda la gallery
calabria-s46sz

Capo Vaticano - Spiaggia Praia i Focu

calabria-pv58v

Stromboli

calabria-dzhq2

Capo Vaticano - Spiaggia di Grotticelle

calabria-gjmcg

Tropea - Santa Maria dell' Isola

calabria-2shmh

Zambrone - Scoglio del Leone

calabria-2v15d

Stromboli - Eruzione vista da Tropea

calabria-as9bs

Tropea



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Calabria
    Diari di viaggio
    calabria coast to coast

    Calabria coast to coast

    Considerando che nell’estate 2021 il Covid ci ha dato un pò di tregua, ma non ancora abbastanza per poterci fidare a fare uno dei nostri...

    Diari di viaggio
    tropea e dintorni

    Tropea e dintorni

    Per la nostra settimana in Calabria soggiorniamo in un bellissimo piccolo residence di soli 4 appartamenti con splendida piscina vista...

    Diari di viaggio
    tour in calabria alla ricerca del castello misterioso

    Tour in Calabria alla ricerca del castello misterioso

    Buongiorno a tutti dalla favolosa Calabria. Un itinerario per chi ama i viaggi esperienziali all’insegna delle tradizioni e...

    Diari di viaggio
    jazz nel sud italia in vespa

    Jazz nel Sud Italia in Vespa

    Sarà una lunga notte. Lunga, lunga, lunga. Lunga perché domani, nel primo pomeriggio, inizieremo il nostro nuovo lento viaggio (che...

    Diari di viaggio
    calabria on the road in 8 giorni

    Calabria on the road in 8 giorni

    “Quest’anno voglio visitare tutta la Calabria”.Detto fatto! Qualche mese prima della partenza prenoto un volo Ryanair da Bergamo...

    Se non ora, quando? Tour in moto lungo tutta l’Italia

    È dal 2014 che viviamo in the road insieme (io, Andrea; Sonia, la mia ufficiale in seconda; la nostra moto, una Royal Enfield Classic...

    Diari di viaggio
    viaggio in calabria … sognando il perù!

    Viaggio in Calabria … sognando il Perù!

    Viaggio in Calabria … sognando il Perù! (by Luca, Sabrina e Leonardo)Sabato 1 Agosto:Doveva essere (per noi) una epica...

    Diari di viaggio
    11 giorni in calabria, talvolta improvvisando

    11 giorni in Calabria, talvolta improvvisando

    Quest’anno le idee per l’estate erano altre, ma vista la situazione sanitaria abbiamo optato per un tour molto spartano per la Calabria...

    Diari di viaggio
    scalea: la nostra prima uscita post covid!

    Scalea: la nostra prima uscita post Covid!

    campani ma semplicemente scalioti, una indole aperta e buona che ama la tranquillità divisa tra mare e monti. Una felice scoperta,...

    Diari di viaggio
    itinerari d'arte nella sicilia occidentale

    Itinerari d’arte nella Sicilia occidentale

    strada che si inerpica sul versante del monte non posso fare a meno di fermarmi varie volte per ammirare dall’alto il panorama della...

    Video Itinerari