Bratislava, Praga, Dresda e Berlino

Viaggio tra Mitteleuropa e Germania che ci ha riempito gli occhi di meraviglie e lo stomaco di birra!
 
Partenza il: 29/07/2013
Ritorno il: 05/08/2013
Viaggiatori: 3
Spesa: 1000 €

Anche quest’anno abbiamo deciso l’itinerario all’ultimo minuto, facendoci guidare più dai prezzi degli aerei che da una nostra idea precisa… alla fine è venuto fuori un bel viaggio tra Mitteleuropa e Germania, che ha toccato belle città (Bratislava, Praga, Dresda e Berlino) e ci ha riempito gli occhi di meraviglie e lo stomaco di birra!

Per gli spostamenti ci siamo affidati a Ryanair da Orio al Serio: andata per Bratislava, ritorno da Berlino. Per gli spostamenti, come facciamo ormai da diversi anni, treno e mezzi pubblici. I biglietti dei treni li abbiamo acquistati on line sul sito della Deutsche Bahn (fanno molte offerte, regionali, weekend, gruppi…). Con un po’ di organizzazione si può fare.

29 luglio – Bratislava

Arriviamo alle 8:20 a Bratislava, c’è un bus (il n.61) che porta in stazione centrale (0,90€ a testa). In Slovacchia c’è l’Euro, quindi i cambi sono evitati.

Il nostro albergo, prenotato come gli altri con Booking, è il Botel Gracia, un battello trasformato in hotel ormeggiato sul Danubio. Ci si arriva cambiando un paio di bus dalla stazione (notate che Bratislava è abbastanza raccolta, quindi le distanze non sono enormi; però con le valigie il bus è più comodo… in stazione c’è un ufficio informazioni per sapere quali mezzi pubblici prendere).

Lunedì i musei sono tutti chiusi (compreso il Castello) quindi le visite sono possibili solo dall’esterno… ed oggi fa molto caldo.

Iniziamo dal Duomo di San Martino, aperto alle visite (2€ a testa); giriamo un po’ per il centro, verso la bella Piazza Centrale, con il Vecchio Municipio; nel campanile è ancora piantata una delle palle di cannone sparate da Napoleone… passato il cortile si va verso il Palazzo Primaziale, ma tutto il centro è un gioiellino… da un tombino sbuca fuori un omino: è Cumil, e andando a spasso ci si imbatterà in altre statue con altri personaggi.

Su tutto domina l’incombente mole del Castello.

A pranzo ci fermiamo in uno dei tanti ristorantini del centro, carne e birra 33€ in tre, la birra nemmeno a dirlo costa meno dell’acqua.. 1,80€ mezzo litro… che pacchia!

Rifocillati, ci avviamo verso la Chiesa Blu; a noi è sembrata abbastanza kitch, però è uno dei monumenti più conosciuti di Bratislava (che mio figlio continua a chiamare con l’antico nome di Presburg…). Quindi andiamo a prendere il filobus per andare al Castello (ci si arriva anche a piedi, ma fa un caldo pazzesco…) sulla salita anche il filobus non ce la più e inizia a fumare… Qualche foto, birretta, e ritorno in basso.. andiamo verso il teatro dell’Opera, al termine di un bel viale dove c’è anche il palazzo della Filarmonica. Stremati ci riposiamo un po’ in albergo.

A cena andiamo alla House of Beer, nel viale principale del centro, mangiamo e beviamo ottimamente, spendendo il giusto.

Dopo una passeggiata digestiva, dove rigiriamo il centro (c’è anche uno spettacolo folcloristico, dei ragazzi ballano una specie di sirtaki greco..) andiamo a dormire; ma ci aspetta una sorpresa, la camera è stata invasa dai moscerini e dobbiamo bombardarli di spray insetticida per liberarcene.

30 luglio – da Bratislava a Praga

Dopo colazione, un’ultima passeggiata in centro, dove ci rendiamo conto di aver visto la maggior parte delle cose da vedere; Bratislava è città per un weekend, non di più; sicuramente quando fa più fresco, con i mercatini ad esempio, si apprezza meglio.

Andiamo quindi in stazione a prendere il treno; i biglietti li avevamo comperati ieri, perché non era possibile acquistarli via Internet; il tragitto Bratislava – Praga è di 4 ore; partiamo alle 13 e arriviamo alle 17:15.

Due fermate di metro e siamo in albergo, l’Hotel Legie; molto comodo per la posizione, mentre invece la stanza non è un granchè (molto calda, e con rumori dalla strada nonostante fossimo al sesto piano…).

Dico subito una cosa, non originalissima: Praga è bellissima. Io ci ero stato per lavoro, ed ovviamente non avevo potuto apprezzarla come merita. Piena di cose da vedere, di gente, di ristoranti, di movimento… incantevole.

Ci avventuriamo subito verso il centro, passando dalla lunghissima (750 metri!) Piazza Venceslao, per poi passare dalla Porta delle Polveri, e poi verso la magnifica Piazza della Città Vecchia. Questa è una delle più belle piazze del mondo e per apprezzarla ancora di più saliamo sulla Torre del Municipio, dove si gode una stupenda vista di tutta Praga.

A cena, come al solito nei nostri viaggi, non può mancare l’Hard Rock Cafè… è proprio in centro ed è uno dei più grandi d’Europa, per la prima volta non dobbiamo fare la fila!

Dopo cena ci dirigiamo verso il Ponte Carlo, pieno di turisti, di artisti, di venditori… lo attraversiamo ed eccoci in Mala Strana, che sbirciamo solo e che ci lasciamo per domani.

31 luglio – Praga

Giornata coperta, ideale per camminare.

Mattina al Castello, un quartiere intero; visitiamo il Vicolo d’Oro, con queste case minuscole, San Giorgio, l’Antico Palazzo, la Cattedrale di San Vito; abbiamo assistito al cambio della Guardia (tutti i giorni alle 12).

Scendiamo in Mala Strana, e mangiamo in uno dei ristorantini; dopo giriamo per Mala Strana, dove ci colpisce molto la Chiesa della Vergine della Vittoria, con la statuetta del Gesù Bambino, e poi il lungo Moldava, fino al Rudolfinum

Poi per riposarci decidiamo di fare un giro in barca, commenti in inglese di 45 minuti con birretta compresa nel prezzo. Particolare la storia del Metronomo, che ha preso il posto della statua di Stalin.

Per cena avevo rintracciato un locale dove avevo mangiato con i colleghi 6 anni fa, il Bredovsy Dvur; il locale è cambiato, è diventato più turistico ed ha perso un po’ quell’atmosfera “fumosa” che aveva (forse anche perché io c’ero stato in febbraio..) comunque ci facciamo una pantragruelica mangiata di carne annaffiata da abbondante birra e spendiamo 50€ in tre.

Passeggiatina in centro, caffè (una rapina: 4€ a testa!) e di corsa in camera, la frescura ha avuto degli effetti collaterali…



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Berlino
    Diari di viaggio
    berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Berlino un connubio perfetto tra antico e moderno

    Finalmente eccomi a Berlino, dopo vari tentativi andati a vuoto. Dopo aver trovato col Ciber Monday un volo a 10 euro A/R da Bergamo mi...

    Diari di viaggio
    berlino a natale: 4 giorni nella capitale tedesca

    Berlino a Natale: 4 giorni nella capitale tedesca

    Non avevamo mai pensato concretamente ad un viaggio a Berlino fino a quando a causa di un cambio programma, abbiamo optato per questa meta...

    Diari di viaggio
    in giro per berlino

    In giro per Berlino

    30 luglio 2019 – martedì Volo Easyjet Pisa (20:25) – Berlino Schonenfeld (22:20)Una volta ritirati i bagagli ci rechiamo alla...

    Diari di viaggio
    berlino: bunker, muro e zoo

    Berlino: Bunker, Muro e Zoo

    Un'ottima offerta aerea mi ha convinto ad andare nella capitale della Germania. Ci si può immaginare in DDR o in Germania Ovest a seconda...

    Diari di viaggio
    quattro giorni a berlino

    Quattro giorni a Berlino

    Volo A/R Ryanair prenotato a Dicembre 2018. Totale euro 150 a persona ca.GIOVEDÌ 25/04 Partenza ore 8,35 da Milano Malpensa e...

    Diari di viaggio
    germania - bielorussia: berlino e dintorni, minsk

    Germania – Bielorussia: Berlino e dintorni, Minsk

    (settembre 2017) Biglietti aerei con Ryanair e Belavia (su eDreams) acquistati ad aprile: Roma Ciampino 8:55 – 11:00 Berlino Schoenefeld...

    Diari di viaggio
    berlin calling!

    Berlin Calling!

    Sono partita dall'aeroporto Marconi di Bologna giovedì 04 ottobre alle ore 13.15 con Ryanair e dopo due ore circa di volo, sono atterrata...

    Diari di viaggio
    noi, berlino e gli u2

    Noi, Berlino e gli U2

    12 novembre 2018 Partiamo per Berlino all'improvviso: la necessità di staccare per qualche giorno nel mezzo di un periodo...

    Diari di viaggio
    germania di est: la grande bellezza

    Germania di Est: la grande bellezza

    Per impegni vari e poca disponibilità economica, gli ultimi due viaggi in Provenza e in Bulgaria sono stati di soli quattro i giorni....

    Diari di viaggio
    berlino tra divertimento e cultura

    Berlino tra divertimento e cultura

    un’offerta di 270 negozi. E’ inutile dire che l’offerta è vastissima. Ma al suo interno si possono trovare anche uffici,...