Andiamo alla scoperta del borgo gioiello nascosto tra i monti d’Abruzzo, in un viaggio all’insegna dell’arte e del divertimento

Un incantevole borgo storico dove storia, tradizione e natura si fondono in un'armonia perfetta
Matteo Meliconi, 18 Giu 2024
andiamo alla scoperta del borgo gioiello nascosto tra i monti d’abruzzo, in un viaggio all’insegna dell’arte e del divertimento

Situato nel cuore dell’Italia, l’Abruzzo è una regione che vanta una ricchezza di panorami naturali, storia, arte e tradizioni antiche. Ricco di aree naturali e parchi nazionali, il suo territorio ospita una grande varietà di flora e fauna e, la sua particolare conformazione, caratterizzata da meravigliose aree costiere e montane, è l’ideale per lo svolgimento di molteplici attività outdoor per curiosi ed appassionati.

Un borgo storico ricco di tradizione che fa parte della rinomata lista dei Borghi più belli d’Italia

scanno

Proprio in questa magnifica regione, così ricca di storia, cultura e natura, e più precisamente nella magnifica provincia de L’Aquila, sorge l’incantevole borgo di Scanno. Le sue origini sono antiche e risalgono all’epoca dei romani, che conquistarono queste zone durante gli anni in cui l’Urbe andava affermando il proprio potere e dominio su tutta la penisola italica. La stessa etimologia del nome del paese deriverebbe dal latino. Con la caduta dell’Impero romano d’Occidente, poi, il borgo rimase illeso dalle invasioni barbariche, aiutato dalla particolare conformazione del suo territorio, che funge da barriera naturale. Non subì però la stessa sorte nel corso del Medioevo quando furono prima i Saraceni e poi i Turchi Ottomani a diffondere la propria influenza nella zona. In tempi più recenti, invece, l’intero territorio rientrò a far parte del Regno d’Italia.

Cosa fare e cosa vedere nel delizioso borgo di Scanno, noto anche come “città dei fotografi”

scanno

Proprio così, avete capito bene, Scanno è anche nota come la “città dei fotografi” e per tutto il corso del Novecento, ha ospitato artisti di fama internazionale. Essi, hanno apprezzato ed utilizzato i suoi paesaggi, panorami ed architetture come soggetti per le proprie foto. Tra questi, spiccano nomi del calibro di Henri Cartier-Bresson e Mario Giacomelli la cui foto scattata proprio a Scanno e conosciuta con il nome di “il bambino di Scanno” è entrata, nel 1964, a far parte della collezione permanente di opere fotografiche del Museum of Modern Art di New York. Ma Scanno è anche noto per le sue numerose strutture architettoniche, che caratterizzano la sua tipica struttura urbana. Tra quelle di ordine religioso consigliamo per esempio di visitare la Chiesa di Santa Maria della Valle.

Il borgo di Scanno è composto da una fitta rete di viuzze e piazzole che si inerpicano verso la parte alta del paese e che sono circondate da magnifici ed imponenti palazzi signorili di epoche passate, portali finemente decorati ed antichi archi e scalinate che rendono l’atmosfera davvero speciale. Qui, infatti, sembra che il tempo non sia mai realmente passato. Inoltre, il paese si affaccia sul magnifico ed omonimo lago che affascina e sorprende chiunque lo ammiri. Tra le piazze più importanti c’è sicuramente Piazza San Rocco e, camminando tra le viuzze del paese, non si possono non notare le ancora presenti botteghe artigianali caratteristiche del borgo. Tra i punti di maggiore interesse di Scanno anche il Museo della Lana, luogo esemplare per approfondire tradizione, cultura nonché attimi e storie di vita degli abitanti del borgo.

lago di scanno

Scanno è una meta ambita da curiosi e turisti sia d’inverno che d’estate, grazie alle numerose attività outdoor e divertimenti vari che vi si possono svolgere. Tra questi troviamo la possibilità di praticare fantastiche escursioni nella natura, ma anche adrenaliniche gite in mountain bike e bagni nel lago, canoa, windsurf, pesca oppure rilassanti passeggiate in bicicletta da praticare sui numerosi percorsi ad hoc presenti sul territorio. Per gli amanti degli animali e della natura sarà fantastico sapere che nei territori circostanti al borgo, vivono numerose specie di animali e piante dal fascino e dalla bellezza unica, come l’orso, il lupo, il cervo e il camoscio, tipici dell’ecosistema Appenninico. Da non perdere anche l’assaggio dei piatti tipici del borgo e della regione che sono una vera e propria eccellenza tutta italiana apprezzata nel mondo. E in più, lo sapevate che il lago di Scanno, visto da un particolare punto panoramico, ricorda la forma di un cuore?

Come arrivare a Scanno, ecco qualche piccolo consiglio che potrà tornare utile

Scanno si trova a circa due ore di auto da Roma. Da L’Aquila, capoluogo d’Abruzzo, la distanza è di circa 100 km, percorribili preferibilmente tramite le autostrade A24 e A25/E80. In alternativa, sempre partendo dal capoluogo di regione, è possibile percorrere la SS 696 verso Celano per poi confluire sull’autostrada A25/E80.



Leggi ancheLeggi gli altri diari di viaggio