Chiang Mai e il trekking del sorriso

Situata a 700 km a nord-ovest di Bangkok, Chiang Mai è la seconda città più importante della Thailandia e nonostante sia a tutti gli effetti una città moderna e cosmopolita, riesce ancora a conservare intatto tutto il suo fascino fatto ...

  • di pglthai
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Situata a 700 km a nord-ovest di Bangkok, Chiang Mai è la seconda città più importante della Thailandia e nonostante sia a tutti gli effetti una città moderna e cosmopolita, riesce ancora a conservare intatto tutto il suo fascino fatto di mura di cinta, canali, mercati notturni e maestose montagne.

I tantissimo templi (ben 300, quasi quanti Bangkok) in una città così raccolta da potere essere visitata in bicicletta, le gradevoli temperature notturne (molto più fresche di quelle del resto della Thailandia centrale), l'alta qualità ed i bassi prezzi di alloggio, cibo e negozi, sono validi motivi per cui molti turisti si trattengono spesso più a lungo del previsto.

Chiang Mai è anche una buona base di partenza per fare uno dei numerosi "Trekking" che le tantissime agenzie turistiche locali offrono per visitare le montagne circostanti, cavalcare elefanti, discendere fiumi su zattere di bambù ed incontrare alcune tribù semi-primitive delle colline.

Anche se indubbiamente molto turisticizzate, queste uscite di più giorni (fatte di camminate per stretti sentieri, lungo i bordi di risaie, sotto le fronde di foreste secolari, guadando fiumi e lavandosi nelle piccole cascate che si incontrano) con pernottamento presso le capanne delle tribù locali, senza o quasi alcun genere di conforto moderno, si riveleranno come un'interessantissima esperienza assolutamente da non perdere, anche se può essere indubbiamente molto faticosa.

Il periodo migliore di visitare Chiang Mai e dintorni va da luglio a marzo, il peggiore da aprile e giugno, settembre (anche se non mancano le belle giornate) è il mese più piovoso.

Questo che pubblichiamo è una parte, quella relativa ai giorni trascorsi in questa affascinante città e sulle lussereggianti colline che la circondano, del diario di un nostro viaggio nella fantastica Thailandia.

Consigliamo a tutti di leggere queste pagine per farsi un'idea di Chiang Mai, di come spostarsi, dei ritmi di vita e delle cose da vedere e fare, ma soprattutto per capire cosa sia un trekking sulle colline e perchè valga assolutamente la pena farlo.

Noi abbiamo visitato Bo-Sang, città famosa per i suoi ombrellini, gli innumerevoli templi (tra cui da non perdere il Doi-Suthep), l'affollatissimo "Night Bazar" (dove si può trovare di tutto ai prezzi più convenienti della Thailandia), spostandoci in tuk-tuk, bicicletta, a bordo di pick-up, in scooter ma soprattutto a piedi.

Un discorso a se stante merita il trekking che abbiamo praticato sulle sontuose colline abitate dalle tribù del nord. Camminare in mezzo a risaie e foreste attraversate de torrenti impetuosi, spostarsi sul dorso di elefanti, lavarsi sotto il salto di cascate, provare il rafting a bordo di zattere di bambù, non è certamente cosa da tutti i giorni. Questa esperienza, unica e assolutamente da non perdere, resterà indimenticabile come la fatica che la contradistingue.

Questa nostra vacanza ha toccato anche le città di Ayuthaya e Sukhothai (con i loro incredibilmente splendidi parchi storici, dove si possono visitare le meravigliose rovine delle antiche capitali), la tranquilla isola di Samui (col vicino paradisiaco Parco Nazionale Marino di Ang Thong) e la caotica ma assolutamente imperdibile Bangkok.

Dal nostro diario di bordo...

16 agosto 2002 venerdì Chiang Mai.

Il treno notturno per Chiang Mai arriva puntualissimo alle 6 del mattino. Alla stazione, nonostante l'ora, subito ci agganciano vari procacciatori offrendoci vari hotels a prezzi notevolmente ridotti rispetto a quelli ufficiali

  • 58519 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social