Thailandia e Cambogia 2020

Itinerario on the road da Bangkok al Triangolo d'Oro e tre giorni a Siem Reap.
 
Partenza il: 03/02/2020
Ritorno il: 23/02/2020
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

Scegliere questa meta per il nostro consueto viaggio di febbraio è stato abbastanza semplice: non avevamo a disposizione un budget elevatissimo, in questo periodo il clima è veramente eccezionale, non ero mai stato in Asia e la cosa personalmente mi incuriosiva molto. La voce che incide di più in un viaggio del genere è il biglietto a/r Italia – Thailandia: noi abbiamo volato con Lufthansa (1 scalo in Germania sia all’andata che al ritorno) pagando a testa 405€; abbiamo poi preso due voli interni per trascorrere 3 giorni a Siem Reap (volo Chiang Rai – Siem Reap e Siem Reap – Bangkok) spendendo 190€ a testa. Quindi il totale per tutti i voli a persona è stato di 595€. Abbiamo dormito ad una media di 23€ per notte a camera, scegliendo tutte soluzioni con bagno privato.

Il nostro viaggio inizia a Bangkok, dove atterriamo il martedì mattina alle 8:30. Ritiriamo l’auto direttamente in aeroporto (il costo per tutti i giorni è di 322€ con Thrifty) e partiamo subito per Ayuttaya, 93 km a nord: impieghiamo circa 1 ora e mezza per arrivare a destinazione. Dopo aver fatto il check in nella guest house prenotata su Booking ( il “Q Zone Boutique House”, abbiamo speso 42€ in due, ma dopo il viaggio necessitavamo di una sistemazione di buon livello per riprenderci), inforchiamo le bici che la struttura ci fornisce gratuitamente e partiamo alla scoperta del Parco Storico. E’ un complesso molto vasto, proprio accanto al centro della città nuova, e muoversi in bici o scooter è la migliore soluzione. Si passa dai wat (templi) in stile Kmer a quelli più moderni, dagli stagni pieni di ninfee ed iguane alle statue del buddha disseminate un po’ ovunque. A nostro parere, da non perdere sono Wat Phra Si Sanphet, Wat Maha That e Wihan Phra Mongkhon Bophit. Alla sera decidiamo di esplorare il Night Market di Ayuttaya, dove scopriamo che mangiare in queste bancarelle all’aperto è veramente un’esperienza fantastica!

Il secondo giorno ci spostiamo a Lopburi, un viaggio di circa 120 km in cui facciamo diverse soste. La prima è poco fuori Ayuttaya, al Wat Phu Khao Thong: è una struttura affascinante, ed essere qua di prima mattina, senza turisti in giro, rende la visita senz’altro migliore. Tre quarti d’ora di macchina direzione nord e raggiungiamo Wat Muang, uno dei posti destinati ad essere icone del nostro viaggio. E’ un complesso molto grande e certamente abbastanza recente, ma lascia a bocca aperta. Intanto la statua dorata del Buddha alta 92 metri: è come un faro che vedi da lontano svettare su tutto, e pian piano che ti avvicini al suo cospetto ti fa sentire dannatamente minuscolo. Poi il resto: stagni con i pesci gatti, installazioni artistiche bizzarre, statue di fantasiosi guerrieri, templi bellissimi e luccicanti, statue di monaci che sembrano vere, mercatini. Segnatevi il nome di Wat Muang, non potete perdervelo! Da qui ci spostiamo una decina di km per andare a visitare la bellissima statua del Buddha sdraiato, nel complesso di Wat Khun Inthapramun: è interessante vedere molte persone riunirsi attorno a questa statua immersa nel verde a portare offerte di fiori e pregare. Continuando in direzione nord ci fermiamo per pranzo nei pressi della cittadina di Chaiyo dove lungo la strada mangiamo il miglior pad Thai di questo viaggio al Pad Thai Kung Yim: se siete in zona segnatevi anche questo posto!



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
rasiglia e orvieto

Rasiglia e Orvieto

È ideale trascorrere un weekend tra questi due borghi così diversi, ma abbastanza...

versailles e le ville lucchesi

Versailles e le Ville Lucchesi

Vi illustro un bell’itinerario di un giorno lontano dai centri affollati, da effettuare...

il castlèt-tour

Il castlèt-tour

Uno slow tour di 4 giorni per gli amanti dei viaggi fuori dalle rotte turistiche...

Leggi i Diari di viaggio su Angkor Wat
Diari di viaggio
angkor wat 2

Angkor Wat 2

Prima di venire qui ho cercato rapidamente alcune informazioni su ciò che stavo per visitare. La domanda è, da dove posso cominciare?!?!...

Diari di viaggio
cambogia e vietnam: il percorso del serpente

Cambogia e Vietnam: il percorso del serpente

INDOCINA 2020 31.12.2019 - 19.01.2020 - Partecipanti: Alessio Vitella e Marco Beltrame VIAGGIO IN BREVE - Martedì 31.12 e Mercoledì...

Diari di viaggio
thailandia e cambogia 2020

Thailandia e Cambogia 2020

Scegliere questa meta per il nostro consueto viaggio di febbraio è stato abbastanza semplice: non avevamo a disposizione un budget...

Diari di viaggio
vietnam e cambogia, la semplice felicità

Vietnam e Cambogia, la semplice felicità

Vietnam e Cambogia 2018 21/9/18 venerdì - Ore 6 il mio gatto Birra ci da la sveglia, oggi si parte, Vietnam e Cambogia ci aspettano,...

Diari di viaggio
tour della cambogia e 3 giorni a hong kong

Tour della Cambogia e 3 giorni a Hong Kong

piacevole. Abbiamo prenotato un hotel a Otres Village, L'Om Home per quattro notti per 140 euro senza colazione. La struttura è veramente...

Diari di viaggio
vietnam e cambogia fai da te

Vietnam e Cambogia fai da te

Quest’anno è il mio turno di decidere la meta delle vacanze estive, si torna ad Est e visiteremo Vietnam e Cambogia. Con noi ci sarà...

Diari di viaggio
cambogia & myanmar

Cambogia & Myanmar

ne sono anche di bianche, rosso mattone, gialle. Statue di Buddha di ogni foggia e dimensione, altarini votivi per ogni giorno della...

Diari di viaggio
viaggio in solitaria nel sud-est asiatico

Viaggio in solitaria nel Sud-Est asiatico

ci fermeremo a fare la conoscenza di alcuni locali che vivono letteralmente su delle barche di legno (foto 21) Approdati su un’altra...

Diari di viaggio
templi e mekong: il cuore dell'indocina

Templi e Mekong: il cuore dell’Indocina

Il viaggio che vado a raccontare è stato tutto organizzato da noi, senza l’appoggio ad agenzie: per una coppia non più giovane che...

Diari di viaggio
nel sud-est asiatico tra mare, templi e città

Nel Sud-est asiatico tra mare, templi e città

nel traffico impazzito di Bali, dove ad ogni semaforo verde qualsiasi motociclista è pronto a scatenare l’inferno in quello che sembra...