La nostra Prima Thailandia: nord, mare e Bangkok

Tour di 18 giorni emozionanti fra voli, bus, tosse feroce e tante meraviglie
Partenza il: 25/12/2019
Ritorno il: 10/01/2020
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

24.12.19 VERONA Io e il mio compagno visiteremo per la prima volta questo paese. Partenza da casa nostra con l’ottimo servizio di Go-Opti, il pulmino condiviso che ci ha scaricato al T1 di Malpensa per 150€ andata e ritorno. Volo di Qatar Airways, con partenza alle 16.00 e scalo a Doha. Visti i numerosi cambi abbiamo optato per il solo bagaglio a mano: 7kg a testa, maschere e boccaglio compresi.

25.12.19 BANGKOK Atterriamo alle 13.30 al Suvarnabhumi Airport, dove proseguiremo poi per Chiang Mai optando per un terzo volo alle 17.00 diretto, con volo Thai Airways: 40 € solo andata dallo stesso aeroporto. Nell’attesa cambiamo un minimo di soldi, compriamo una SIM Thailandese (utilissima) che durerà 15 giorni per 600 Bath. Costosa, ma trovandoci nell’area di transito non c’erano molte alternative, dovevamo fare il check-in online e ci serviva. Pranziamo thailandese, io prendo il primo dei tanti Pad Thai, ed il mio compagno una zuppa super piccante, ustionante, apprezzando il tutto. Arrivati a Chiang Mai (con aeroporto vicino al centro) ci attende la navetta dell’hotel: abbiamo fatto questa scelta perché, dopo 3 voli e innumerevoli controlli, trovare una persona che ti aspetta col cartello col tuo nome (e senza contrattare) è impagabile! 350 Bath. Pernottamento per 4 notti al Cozytel, nella Old Town, vicino alla piazza dei 3 Re. Consiglio questo hotel dalla posizione strategica vicino ai templi più importanti, sito in una via tranquilla, ottima pulizia ed organizzazione e con inclusi bollitore, cassaforte, piscina e bicicletta gratis (queste ultime due mai utilizzate). Il tutto per 4122 Bath.

26.12.19 CHIANG MAI Provati dai voli decidiamo di visitare il centro storico coi suoi bellissimi templi che hanno reso famosa la città. Ci vestiamo con pantaloni lunghi e leggeri e T-shirt così non avremmo avuto problemi agli ingressi dei templi per tutto il viaggio. Iniziamo con un piccolo tempio (il Wat Saen Muang Ma Luang): ci finiamo per caso sbagliando strada. Tempio birmano in parte in stile Lanna, con un chedi antico sul punto di collassare. Ci siamo solo noi e quest’atmosfera lo rende molto intimo. Decori ed intarsi multicolore sono incredibilmente belli. Vediamo poi il What Chian Man con gli elefanti che lo caratterizzano, particolarmente suggestivo e avvolto in un’atmosfera di devozione palpabile. Dopo uno smoothie (frullato) al mango visitiamo il tempio Wat Phra Sing, d’incredibile bellezza, con i suoi chedi dorati, il Buddha sdraiato e i tetti in stile Lanna, intarsiati e decorati. Pranziamo a pochi metri dall’uscita del tempio con due piatti succulenti al Baan Buri, locale molto carino e curato, che vi consiglio caldamente. Dopo un riposino al comodissimo Cozytel (il caldo si fa sentire) visitiamo il Wat Phra Luang, spettacolare nella sua maestosità. Buddha molto belli in particolare quello sdraiato. Il canto della preghiera dei monaci è ipnotico. Ingresso 40 Bath. Vicino ci sono degli altri templi, più piccoli ma sempre interessanti, li vediamo velocemente perché alle 18 chiudono. Cena Drop in Bar piatti molto gustosi ed economici.

7.12.19 CHIANG RAI Tour giornaliero al Tempio Bianco, Tempio Blu e Tempio Nero (Museo Baandam). Ieri sera, in un botteghino tipo edicola vicino al Wat Phra Sing abbiamo contrattato per 850 Bath il tour. Partenza alle 7.00 dall’ hotel e, prelevati dopo di noi altri 5 turisti, ci siamo diretti verso le Hot Springs attraversando una fitta foresta e lavori in corso che hanno rallentato la folle corsa del nostro pulmino. La fermata è giusto un pit-stop e nella congestione di bus e pulmini intravediamo i geyser di fumi delle sorgenti calde. Ripartiamo e alle 10.30 arriviamo puntuali al tempio Bianco, tempo un’ora per ammirare i suoi arzigogoli arditi. Costruito nel 1997, il Tempio Bianco ci ha sbalordito per la rappresentazione dell’inferno buddista. Abbiamo attraversato velocemente il ponte, dal momento che la ressa stava montando. Abbiamo goduto di tutto ciò che ci stava attorno: l’interno del tempio con le sue pitture moderne e le fontane rocciose dove emergevano personaggi di fantascienza come ad esempio Alien e Predator. La folla di visitatori era straripante. Cercando e riuscendo ad anticipare i vari pulmini arriviamo per primi ad un self-service poco distante dal tempio. Purtroppo il cibo era da sopravvivenza. Siamo poi partiti velocemente alla volta del Tempio Blu e anche questo ci ha colpito molto, nonostante l’effetto “Gardaland” dei suoi colori. L’enorme Buddha color avorio risplendeva. Il caldo saliva e la pressione scendeva, due ottimi caffè appena fuori dal tempio ci hanno aiutato a sopravvivere! Per concludere il tour abbiamo visitato il Museo Baandam, dell’eclettico Thawab Duchanee. Ricco di installazioni create con corna di bufalo, scheletri, pelli di serpente e di coccodrillo, pellicce di orso. La mezz’ora libera di visita è stata troppo breve (si tratterebbe di un luogo da visitare con più tempo) ma già sapevamo lo scotto da pagare per farci scarrozzare da un tour operator. La nostra guida non spiegava in modo esaustivo i luoghi visitati, si trattava per lo più un’accompagnatrice. L’autista era degno di un pilota di Formula 1. La nostra esperienza è stata comunque positiva. Cena al Cooking Love. Leggendo varie recensioni su T. A. abbiamo scelto questo ristorantino defilato e spartano, ma con una vasta scelta di pesce. Per quanto riguarda il cibo ed il servizio siamo stati molto contenti: il mio Pad Thai ai frutti di mare era squisito, il mio compagno ha preso ben due piatti, Local 3 ed uno col pollo e verdure; da bere succo di mango e the al gelsomino profumatissimo, anguria in omaggio

Guarda la gallery

Sontaeg

Wat Sri ChumSukhothai

Phuket

Bangkok

Gita in barca a d Ayutthaya

Ayutthaya la nostra dimora



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Patrizio Roversi Slow Tour padano

Slow Tour Padano: tutte le puntate della seconda serie

La seconda serie di Slow Tour Padano è andata in onda su Rete4 dal 23 ottobre al 4...

Città bellissima

città bellissima

L’Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

L'Antica Salumeria a Roma, Piazza Rotonda

Leggi i Diari di viaggio su Ayutthaya
Diari di viaggio

2 settimane fai da te in Thailandia, tra Bangkok, Ayutthaya, Sukhotai, Chiang Mai e Phuket.

Dopo un volo della Oman Air (compagnia aerea che consigliamo vivamente) partito da Bologna per Bangkok, con scalo a Muscat, atterriamo in...

Diari di viaggio

Thailandia, paradiso all’improvviso

Sono del parere che ci vorrebbero delle ferie per pianificare un viaggio, poi altre ferie per fare la valigia forse con un attimo più di...

Diari di viaggio

Thailandia e Cambogia 2020

Scegliere questa meta per il nostro consueto viaggio di febbraio è stato abbastanza semplice: non avevamo a disposizione un budget...

Diari di viaggio
Bangkok

La nostra Prima Thailandia: nord, mare e Bangkok

24.12.19 VERONA Io e il mio compagno visiteremo per la prima volta questo paese. Partenza da casa nostra con l'ottimo servizio di Go-Opti,...

Diari di viaggio

Amazing Bangkok!

Dieci giorni alla scoperta dell'incredibile capitale della Thailandia tra sapori, profumi, suoni e colori di una città che pur mantenendo...

Diari di viaggio

Thailandia, tra religione, cibo e mare

Itinerario: 3 notti a Bangkok, 2 notti a Chiang Mai, 4 notti a Ko Phi Phi Spese: Voli intercontinentali: €630 voli interni €207...

Diari di viaggio

Thailandia in occasione del Loi Krathong

Volo: L'Asia è il continente più facile ed economico da raggiungere e la Thailandia è forse il paese più semplice dove arrivare. Su...

Diari di viaggio

Appunti di viaggio: Thailandia in dicembre – Ko chang, Ayutthaya e Bangkok

Il volo è il nuovo diretto di Airitaly -10 ore no stop da Malpensa a Bangkok. All'aeroporto all’uscita 3 del piano arrivi ci attende...

Diari di viaggio

Itinerario fai da te da Bangkok a Chiang Mai

Thailandia: la meta scelta per il nostro primo viaggio fuori Europa, per vedere paesaggi e realtà differenti dalla nostra, per il contatto...

Diari di viaggio

Thailandia per turisti fai da te

Tutto è stato deciso il primo giorno del 2017 quando, in un momento di “entusiasmo da capodanno”, prenotiamo il nostro volo per la...