La nostra America

Ebbene si……. Anche noi dopo nottate insonni passate a spulciare internet, mappe, racconti di viaggio, siti americani, e chi più ne ha più ne metta, abbiamo finalmente preparato il nostro primo on the road nel West Usa. Devo dire che ...

  • di sally89
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Ebbene si... Anche noi dopo nottate insonni passate a spulciare internet, mappe, racconti di viaggio, siti americani, e chi più ne ha più ne metta, abbiamo finalmente preparato il nostro primo on the road nel West Usa. Devo dire che ci sono voluti circa sei mesi per pianificare il tutto, ma come poi abbiamo constatato tutto questo è servito ed stato parte integrante della nostra vacanza, anche perchè ogni cosa che vedevamo, notizia, foto, video...Aumentava sempre di più le nostre aspettative e la voglia di partire si faceva sempre più insistente, fino a quando... Con la scusa di festeggiare le nostre nozze d’argento (oddio, che impressione) partiamo per la nostra seconda vacanza in America, la prima on the road, programmata dal 21 agosto al 5 settembre. Volo KLM, con scalo ad Amsterdam, dove abbiamo preso la coincidenza per San Francisco, mentre al ritorno volo KLM da Los Angeles a Amsterdam con la coincidenza per Roma. Costo del volo (prenotato a marzo) 750 euro a persona. Abbiamo scelto di noleggiare un’auto da Alamo, e ci hanno consegnato una Dodge modello Avanger bianca, con cambio automatico e ben accessoriata, enorme ma comodissima. Dopo i primi km si è subito instaurato un ottimo feeling, che ci ha permesso di percorrere circa 3800 km a spasso tra la California, il Nevada, l’Utah, e l’Arizona. Prezzo del noleggio assicurazioni incluse 450 euro La benzina costa in media 50 centesimi al litro, i prezzi variano a seconda degli stati (in Utah costa meno) e dei distributori che la vendono al gallone. Noi i rifornimenti li abbiamo effettuati prevalentemente con carta di credito inserendola nella pompa di benzina, senza pagare al distributore in anticipo, e ci siamo trovati bene, solo che la nostra auto consumava abbastanza, ma credo sia comune con le auto americane.

Tutti i gli alberghi e motel li abbiamo prenotati in anticipo e scelti in funzione del nostro itinerario e soprattutto delle recensioni rilasciate da altri viaggiatori sui i vari siti on line (Tripadvisor, Expedia ecc), e devo dire che tutti sono stati pari alle nostre aspettative, e ci sentiamo di consigliarli anche ad altri che in questo momento stanno pianificando il loro viaggio, anche se abbiamo constatato che non c’era alcun problema a trovarli al momento senza prenotazione.

Infine abbiano stipulato una polizza assicurativa del tipo Insurance Broker’s copertura platino, al costo di 150 euro.

Questo è stato il ns. Itinerario: 21/08 RM-AMSTERDAM-SAN FRANCISCO (arrivo SF pomeriggio del 21 agosto) 22-23/08 SAN FRANCISCO (HOTEL BIJOU) 24 mattina noleggio auto e partenza per YOSEMITE (pernottamento OAKHURST BEST WESTERN YOSEMITE GATEWAY INN ) 25/08 YOSEMITE e pernottamento a LONE PINE (BEST WESTERN FRONTIER) 26/08 DEATH VALLEY e pernottamento a LAS VEGAS (HOTEL LUXOR) 27/08 LAS VEGAS (HOTEL LUXOR) 28/08 BRICE CANYON e pernottamento (BEST WESTERN RUBIN’S INN) 29/08 PAGE, ( BOB’S BASHFULL MOTEL) 30/08 MONUMENT VALLEY e pernottamento a KAYENTA (BEST WESTERN WETHERILL INN) 31/08 GRAND CANYON e pernottamento (BRIGHT ANGEL LODGE) 01/09 ROUTE 66 pernottamento a KINGMAN (BEST WESTERN WAYFARERS INN) 02-03/09 LOS ANGELES (SOFITEL HOTEL) 04/09 PARTENZA LOS ANGELES-AMSTERDAM-RM (ore 17 del pomeriggio circa) Sono stati utilissimi da non poterne fare a meno: Il navigatore satellitare Garmin portato dall’Italia naturalmente già con tutte le destinazioni e gli alberghi già preimpostati; La guida Routard dei parchi nazionali, fonte inesauribile di notizie; Il nostro fedelissimo netbook , indispensabile perché il WIFI è praticamente ovunque; ovviamente videocamera e fotocamera non possono mancare, abbiamo scattato più di 2400 foto e più di due ore di riprese video. 21.08.09 San Francisco Alzataccia alle 3,00 per andare aeroporto Fiumicino. Nonostante sia presto già c’è la fila al check-in! Partenza alle 6.30 e arrivo ad Amsterdam alle 8.50. Per prendere l’aereo per San Francisco passiamo di nuovo i controlli. Sandro passa tranquillamente, a me fanno togliere le scarpe, mi perquisiscono e controllano il mio bagaglio a mano!! A Roma ero passata tranquillamente! Bah! Inizia il volo alle 11.45 e durerà 10 ore e mezza! L’aero è un 747 enorme ma un po’ vecchiotto, senza video sui sedili . Comunque il servizio è buono, passano in continuazione e ci danno pranzo e cena (stendiamo un pietoso velo, la cosa migliore è stata la frutta). Ci fanno compilare la carta verde con le domande: sei un terrorista? fai uso di droghe? trasporti armi? be a che serve...Così Arrivati a San Francisco dobbiamo passare il controllo ci prendono le impronti digitali, dell’occhio e mi fanno un sacco di domande, perché qui, perché soli, che lavoro fa Sandro, perché sono tornata in America ... Comincio a pensare di non avere una faccia raccomandabile. Comunque alla fine riusciamo ad uscire, recuperiamo il bagaglio (meno male, Sandro per tutto il viaggio non ha fatto altro che dire che sicuramente l’avremmo perso), telefoniamo a figli e genitori con la Columbus e finalmente fuori. Prendiamo un door-to-door che ci porta in Albergo (dopo una trattativa sul prezzo, chiedeva 17$ ci siamo accordati su 15). L’hotel è il Bijou, in posizione centrale, a ridosso di Union Square un po’ vecchiotto ma carino il tema dell’albergo è il cinema, stanze corridoi sono pieni di foto di attori e film e gli arredi sono in tema, tanto che a ridosso della Hall c’è una riproduzione di palcoscenico. Di notte c’è un gran rumore, l’avevo letto sulle recensioni di tripadvisor.It ma non immaginavamo così, la strada sottostante è frequentata da molti homeless. Comunque arrivati, sistemati e chattato un po’, all’una di notte di Roma, le 16 locali, diciamo “ci poggiamo solo un attimo sul letto e poi andiamo”. Morale: ci svegliamo che sono le 21 locali, non abbiamo potuto fare niente, e alle 3 di mattina ci guardavamo negli occhi senza più sonno. Abbiamo perso mezza giornata!!!! 22.08.09 San Francisco Colazione alle 7.00 e poi via subito in giro per la città. Un freddo!!! Arriviamo a Union Square ci siamo solo noi e gli homeless. Vediamo arrivare la cable car e ci saliamo. Siamo solo noi. Nel corso della giornata capiremo che è stato veramente un caso eccezionale. Per tutta la giornata c’è stata una fila chilometrica alle fermate. Arriviamo al capolinea poi decidiamo di riprenderlo per tornare indietro per andare verso il Golden Gate Bridge. Prendiamo dimestichezza con i vari autobus anche perché i conducenti sono cordiali e ci indicano dove scendere e prendere le coincidenze. Arriviamo al golden bridge e ... Non c’è. Una fitta nebbia lo avvolge e si vedono a malapena i pilastri iniziali. Inoltre c’è un vento freddo che fa perdere la voglia di attraversarlo. Fa’ niente, torniamo indietro e andiamo nel quartiere di North Beach molto carino pieno di locali tipici. Lì mangiamo in un localino caratteristico molto frequentato, per entrare facciamo un po’ di fila, mangiamo una pizza e una birra – 25$ compreso la mancia. Esce finalmente il sole e pensiamo di approfittare e torniamo al Golden bridge. Macchè, niente da fare, sempre uguale. Andiamo allora a Lombard Street, la prendiamo da sotto, non c’è che dire è veramente particolare con i suoi tornanti. C’è tanta gente che va a vederla e a provarla con le auto. Il resto della serata la passiamo tra i negozi di Union Square, compriamo pane e affettato e torniamo in albergo per mangiare. Sentiamo ancora addosso la differenza del fuso di orario. Devo dire che la gente qui a San Francisco è veramente cordiale, tante persone ci hanno rivolto la parola, specialmente sugli autobus, offrendosi di mostrare le fermate dove dovevamo scendere. C’è stata una signora anziana che ci ha raccontato anche un po’ della sua vita e ha voluto sapere della nostra. L’ultima coppia che abbiamo interpellato per sapere dove comprare da mangiare ci ha addirittura accompagnato con la macchina sul posto!!!! In Italia questo non sempre sarebbe possibile, né per disponibilità né per fiducia

  • 4317 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social