Senegal... proviamo l'africa?

SENEGAL… proviamo l’Africa? 2009 Marzo lunedì 2 Domani è il grande giorno, partiamo per il Senegal. Non è stata una decisione semplice, la scelta del luogo si, è un po’ d’anni che ronzava nella testa, ma la decisione era sempre ...

  • di fiji.pd
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

2009 Marzo lunedì 2 Domani è il grande giorno, partiamo per il Senegal. Non è stata una decisione semplice, la scelta del luogo si, è un po’ d’anni che ronzava nella testa, ma la decisione era sempre stata la porta che ci separava dall’Africa. Non fate come me chiudete le orecchie e non ascoltate tutte le persone che vogliono SPAVENTARVI con malaria, epatiti, febbre gialla, colera e chi più ne ha più ne metta. Siamo nella stagione invernale ed il rischio di trovare zanzare è molto basso, la nostra tigre punge tutto il giorno qui dovete essere al tramonto, sbattere il naso contro una femmina...Incinta...Pronta a depositare le uova...Si abbassa così ancora di più la probabilità. Noi non abbiamo fatto la profilassi antimalarica ci tenevamo al nostro fegato. Ho comperato in farmacia un prodotto omeopatico LEDUM PALUSTRE granuli da mettere sotto la lingua per rendere sgradevole agli insetti il nostro odore, usato solo due giorni perché non ce n’erano, eventualmente un po’ di repellente alla sera e l’accortezza delle maniche lunghe che... Credetemi... Non guastano affatto perché la temperatura al tramonto si aggirava intorno ai 17 gradi. Non me la sento di consigliarvi di NON fare la profilassi, vi dico solo il comportamento che ho scelto di avere in questo periodo dell’anno. Poi per la dissenteria siamo punto e a capo, come ogni viaggio niente ghiaccio verdure crude aria condizionata sparata sul pancino etc. Etc. Cose dette e ridette anche solo per restare in Europa o nella nostra Italia.

Martedì 3 Il volo trovato è con Air France da Venezia via Parigi al costo di 650 euro a persona La durata del volo Parigi Dakar è di ore 5,20 circa, come quello da Milano, inoltre per raggiungere Malpensa da Padova dobbiamo aggiungere almeno 3 ore di autostrada e voli ad orari impensabili del tipo rientro alle 2,30 di mattina. Invece... Decolliamo alle 12,30 ed alle 21,10 siamo già con i piedi in terra Africana scali compresi La stessa cosa varrà per il ritorno con decollo alle 23,50 ed alle 9,00 siamo in laguna.

Soggiorneremo a Saly all’hotel LAMANTIN di gestione francese, a due ore d’auto dall’aeroporto, non tanto per la distanza che è di circa 80 km ma per il traffico caotico. Lo consiglio a tutti coloro che non vogliono ritrovarsi nel villaggio dove si parla solo italiano ed anche per la magnifica spiaggia, forse la più bella, perché non toccata dalle maree. E’ un po’ lussuoso ma il tutto è molto discreto. Il buffet a mio avviso è abbondante e vario con serate a tema anche se i soliti italiani, gli unici due presenti, hanno avuto da ridire perché si sa, i nostri palati sono troppo esigenti e vorremmo ritrovare la cucina italiana un po’ ovunque. Sul posto dopo aver valutato varie organizzazioni sia locali che dei tour operator che avevano la nostra struttura in catalogo ci affideremo all’Alpitour che ci accoglie ben volentieri ed ha i prezzi più bassi. Ora lo sappiamo...Ci si può organizzare anche con i ragazzi senegalesi che ti propongono di accompagnarti, ricordando che comunque con loro non siete assicurati. Per noleggiare l’auto dovete saper guidare tra dune di sabbia e piste battute o non vedrete mai i villaggi, la cosa per cui vale la pena di spingervi fino a qui.

Il clima è fantastico, quel freddo giusto la sera che ti consente di dormire e sole a 30° di giorno, unico neo potrebbe essere il vento ma decisamente inferiore a quello provato a Capo Verde. Ma ora silenzio... ...INIZIA IL RACCONTO... che si limiterà solo ai giorni dedicati alla magia dei luoghi, gli altri erano lunghe camminate sulla spiaggia. Venerdi 6 08,10 Cominciamo bene! Con uno sgangherato ma quanto mai solido camion 6x6 iniziamo la prima avventura. Dopo una sosta di pochi minuti per vedere la foresta di Baobab la cui vita è stimata intorno ai 1.500 anni ed averci spiegato l’utilizzo delle foglie di euforbia che, una volta cosparse di burro di Karitè ed appoggiate sul ventre, leniscono i dolori del parto, incontriamo lungo la strada un villaggio di etnia Peul si dice siano discendenti del popolo nubiano dell’Egitto faraonico o semita dalle rive del golfo Persico

  • 17193 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. auguluci
    , 14/4/2010 17:00
    @Redazione di TuristiPerCaso.it:
    grz per aver risolto la situazione
  2. Turisti Per Caso.it
    , 12/4/2010 14:40
    Diario e foto sono stati abbinati automaticamente attraverso il meccanismo delle tag, provvedo a modificare l'abbinamento.

    Silvia
  3. fiji.pd
    , 11/4/2010 15:49
    @auguluci:almeno SCUSA potevi dirmelo, anch'io ho inviato foto ultino viaggio in kenia è non le ho viste.
  4. auguluci
    , 11/4/2010 11:46
    @fiji.pd:
    la prima cosa che ho fatto prima di mandare una @ a te è stata quella di contattare la redazione ma non mi ha risposto...oggi l'ho contattata ancora ...visto che questa foto l'avevo mandata per partecipare al concorso e neppure l'hanno considerata mi chiedo perchè metterla nel tuo articolo???mi viene solo 1 pensiero..ke tristezza spedire delle foto per un concorso e vederle pubblicate in una pagina di altre persone(la tua) e pure con la mia faccia...quanta tristezza...vien voglia di navigare in un'altro sito...
  5. fiji.pd
    , 9/4/2010 08:23
    @auguluci: chiedi alla redazione perchè ha usato le tue e non le mie, io l'ho segnalato ma non ho avuto risposta. mi spiace tu sia partito subito con tono aggressivo ma non ne ho colpa. se guardi le mie foto vedrai che ci sono ed oltretutto con descrizioni geografiche sbagliate. se puoi aiutami anche tu a ridsolvere la situazione. la tristezza umana comunque è delle persone che non sanno usare il dialogo ma la legge che vince chi urla più forte.
  6. auguluci
    , 7/4/2010 12:26
    ke tristezza...usa le tue foto un'altra volta non le mie!!! o forse sei tanto una tristezza umana ke non puoi neppure apparire

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social