Malaysia, KL, Taman Negara e Perhentian

Itinerario: Kuala Lumpur – foresta Taman Negara - Kota Bharu – isole Perhentian (Perhentian Besar e Perhentian Kecil) – Kuala Lumpur Notizie generali: vista dall’Europa, quando si pensa alla Malesia, si ha un’immagine di un paese “selvaggio”, immerso e sommerso ...

  • di sabrina76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Itinerario: Kuala Lumpur – foresta Taman Negara - Kota Bharu – isole Perhentian (Perhentian Besar e Perhentian Kecil) – Kuala Lumpur Notizie generali: vista dall’Europa, quando si pensa alla Malesia, si ha un’immagine di un paese “selvaggio”, immerso e sommerso nella foresta, dove devi organizzarti bene se vuoi andare s fare un viaggio organizzato da solo.

Quello che ci ha colpito è esattamente l’opposto. Un paese sicuro ed organizzato, dove anche un gruppo di ragazze può girare tranquillamente da solo (e ne abbiamo visti tanti) e anche una coppia di viaggiatori poco esperti riesce ad organizzarsi e girare tutto il paese senza problemi.

E’ un paese dove si nota la ricchezza emergente e la voglia di “progredire” e ci sta riuscendo.

Kuala Lumpur: città cosmopolita e moderna, completamente diversa dal resto del paese, dove convivono mussulmani (malesiani), induisti (indiani) e atei (cinesi) in un perfetto merge di religioni e stili di vita veramente ben riuscito.

Non è una città che offre molto come monumenti da visitare, e per noi che veniamo dall’Italia, è un po’ disorientante perché non sai dove focalizzare l’attenzione del tuo tour, ed inoltre il caldo che imperversa durante la giornata è veramente insopportabile e dopo un po’ capisci perché i malesiani vivono più di sera che di giorno e durante le ore calde si rintanano in grossi centri commerciali con aria condizionata a palla. Però dopo un po’ che la vivi capisci che comunque è una città che ha da offrirti.

Consiglio: Per quelli che vanno a Kuala Lumpur, consiglio di vivere la città, il suo aspetto multietnico, i locali e la vita notturna e soprattutto lo shopping che è grandioso sia per la disponibilità degli articoli da comprare che per i prezzi che sono davvero incredibilmente convenienti.

Taman Negara – Noi abbiamo prenotato per un pacchetto organizzato su internet. Devo dire che l’organizzazione era perfetta e il costo, visto dall’Italia, neanche stellare considerando che costava sui 150 euro tre giorni tutto compreso inclusi trasporti, mangiare, escursioni, dormire etc. Tuttavia quando sei lì ti rendi conto che potevi fare tranquillamente a meno di prenotare un tour perché sono super-organizzati, e anche per dei non esperti viaggiatori come noi, era cosa ben fattibile. Inoltre quando sei lì, ti rendi conto di essere tra i pochi ad aver organizzato tutto da casa (ovviamente noi italiani ci facciamo sempre riconoscere per la ricerca del confort!). In sintesi, io consiglierei di organizzarti solo il viaggio che ti porta da Kuala Lumpur a Jerantut (i pulman partono da diversi Hotel di KL, il nostro partiva dall’Hotel Mandarin Pacific). Arrivati a Jerantut ti lasciano davanti ad un’agenzia realizzata proprio per organizzare le escursioni nel Taman Negara National Park super-efficiente e da lì organizzi il tuo tour all’interno della foresta.

Forse nei mesi estivi e più inflazionati, per non avere brutte sorprese, conviene cmq vedere dall’Italia di prenotare il posto dove dormire, ma per il resto potete decidere tutto al momento.

Il pacchetto che avevamo noi, nonostante sia andato benissimo, ci imponeva un itinerario già tutto organizzato e secondo me potevamo risparmiare un bel po’ di soldi facendocelo da solo.

Consiglio: mi reputo una backpacker, ma a conti fatti forse non lo sono a sufficienza. Per quelli come noi che non vogliono osare, io consiglio di alloggiare al Mutiana Taman Negara Resort. E’ l’unico posto che si possa avvicinare alla nostra idea di alloggio. Pur essendo nella foresta è veramente tenuto benissimo e per gli standard locali è una categoria superiore. Costa ovviamente molto di più, ma per i prezzi che siamo abituati a spendere in Italia, è cmq affrontabilissimo. Il resto delle sistemazioni sono veramente capanne o poco più. La cosa secondo me sarebbe fattibile se stessi a Cesenatico immerso nella pineta, ma sei cmq in una foresta dove l’acqua con cui ti lavi è marrone e ti tocca condividere la stanza con gli animali e insetti del luogo, per cui a conti fatti, siamo stati contenti della nostra scelta

  • 13411 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social