Gli splendidi colori della riviera ligure

Si tratta del racconto di un weekend lungo trascorso in Liguria nel 2004. 1° giorno (sabato 27 marzo 2004) Partiti nel pomeriggio da Padova, verso sera siamo arrivati a Rapallo, dove avevamo prenotato all’hotel Miramare, un bellissimo albergo in centro ...

  • di Laycla2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Si tratta del racconto di un weekend lungo trascorso in Liguria nel 2004.

1° giorno (sabato 27 marzo 2004) Partiti nel pomeriggio da Padova, verso sera siamo arrivati a Rapallo, dove avevamo prenotato all’hotel Miramare, un bellissimo albergo in centro proprio sul mare. Cenetta in camera e poi a nanna.

2° giorno (domenica 28 marzo 2004) Ci siamo svegliati con una bellissima giornata di sole, che rendeva ancora più bella questa splendida cittadina ligure! Ci siamo poi diretti verso Genova. Siamo passati un attimo da Marassi, dove abbiamo visto lo stadio “Ferraris” da fuori, e siamo andati a parcheggiare nella zona del porto. Siamo quindi andati a visitare il celebre acquario, il più grande d’Europa (www.Acquariodigenova.It). L’entrata costava 12,50 €, secondo noi molto ben spesi. L’acquario si sviluppa su due piani, e sono presenti un po’ tutte le specie che popolano i mari: foche, delfini, pinguini, squali, pesci di tutte le forme e i colori. C’è anche una specie di serra con un tantissimi colibrì che ti svolazzano sopra la testa! Usciti verso mezzogiorno, siamo saliti su una motonave della “Cooperativa Bettellieri” che, in 45 minuti, compie il giro di tutti e tre i bacini portuali: Porto Vecchio, Avamposto, Porto Nuovo. Il biglietto costa 6,00 €. Durante la navigazione vengono date molte indicazioni sulle molteplici attività svolte sulle banchine. Mangiato un panino in uno snack bar, ci siamo diretti al “Neptune”, il galeone palcoscenico del film “I pirati” di Roman Polanski, ora diventato un museo del film stesso. Per entrare si pagano pochi euro, ma ci sembra un’attrazione più adatta ai bambini.

Ci siamo poi diretti verso il centro, passando per gli stretti vicoli (un po’ sporchini...) del porto. Tappa ovviamente nella famosa piazza De Ferrari. Siamo tornati a Rapallo e abbiamo fatto una passeggiata sul lungo mare, fino al castello. Cena in un bel ristorantino e poi a nanna.

3° giorno (lunedì 29 marzo 2004) Di buon mattino siamo andati a Camogli, tipico borgo marinaro della Riviera di Levante, situato sul versante occidentale del Promontorio di Portofino. Dal porto spiccano i colori vivaci delle tipiche, altissime case appoggiate l’una all’altra. Veramente un colpo d’occhio eccezionale! Al porto abbiamo poi preso un battello, che ci ha portati all’abbazia di San Fruttuoso. Lì siamo saliti su un altro battello alla volta di Portofino, la più celebre ed esclusiva località turistica di tutta la Riviera. Arrivando dal mare, il panorama è veramente mozzafiato! Abbiamo fatto un giro per il paese e abbiamo notato che sul porticciolo c’erano vari pittori intenti ad immortalare quello splendido panorama. Ci siamo fermati a mangiare in un ristorantino all’aperto, ovviamente con prezzi un po’ superiori alla media... Dopo pranzo siamo saliti sul Monte di Portofino, dal quale si può apprezzare il paese dall’alto. Il bel sentiero, fra oliveti e pini marittimi, sale fino alla cappella di S. Sebastiano.

Abbiamo poi ripreso il battello, che ci ha portati a San Fruttuoso, dove abbiamo visitato il bellissimo complesso benedettino formato da una chiesa, un chiostro e un’abbazia. Infine ultimo battello per il ritorno a Camogli. Tra andata e ritorno i battelli costano 16,00 € a testa, davvero ben spesi! Secondo noi non si può venire da questa parti e non fare questo giro! Dopo aver fatto una bella passeggiata per Camogli, abbiamo ripreso l’auto e siamo tornati a casa.

Per vedere anche le foto di questo viaggio, potete consultare il nostro sito www.Laycla.It.

  • 1580 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social