Alla ricerca della focaccia di Recco

Liguria in moto tra Recco, Camogli e Portofino
Scritto da: danidisa
alla ricerca della focaccia di recco
Partenza il: 06/06/2014
Ritorno il: 07/06/2014
Viaggiatori: 2
Spesa: 500 €

SABATO 6 GIUGNO 2014

Ci capita spesso, durante la bella stagione, di prendere la nostra Harley e trascorrere dei Week-end fuori casa. Così siamo partiti in moto dalla prov. di Varese, un sabato mattina, destinazione Liguria.

Volevamo soggiornare a Camogli, ma lì, i pochi hotel disponibili, avevano prezzi proibitivi. Così abbiamo ripiegato su una sistemazione a Recco, che si trova a soli 2 Km. da Camogli. Purtroppo, però, la decisione si è rivelata infelice, in quanto Recco è una cittadina bruttina senza nessuna attrattiva (se non la famosa focaccia di cui vi parlerò in seguito); in più, l’hotel, un promettente 4 stelle (Hotel La Villa Manuelina – Recco: € 100 colazione compresa. Prenotazione tramite Booking.com), si è rivelata una sistemazione con alcune pecche. In ogni modo, alle 12.30 siamo in Hotel, un’antica villa ligure, rimodernata ad arte. Ci assegnano la camera, credo una delle migliori, dell’hotel in quanto dotata di grazioso balconcino (le altre avevano solo la finestra). Data l’ora, desideriamo pranzare e, vista la posizione desolata dell’hotel, in periferia, con vicino il niente (solo la bocciofila), ci rechiamo nel ristorante dell’hotel dove ci derubano letteralmente in quanto mangiamo due minuscole porzioni della famosa focaccia di Recco e spendiamo 38 euro in 2.

Dopo il viaggio in moto, decidiamo di rilassarci un po’ nella graziosa ma ghiacciata piscina dell’hotel, dove scopriamo che l’annesso idromassaggio non funziona. Non funziona nemmeno il wi-fi, non funziona nemmeno lo scarico del lavandino e nemmeno quello della doccia. Non male per un hotel 4 stelle! Insomma non ci andate. Verso le 18 decidiamo di recarci a Camogli per una romantica cenetta davanti al mare. Camogli al tramonto è fantastica. Troviamo un ristorante con tavoli all’aperto ed una vista stupefacente, Ristorante La Piazzetta: prezzi medio/alti, porzioni scarse ma il panorama ci compensa di tutto e siamo comunque soddisfatti. Rientriamo poi in hotel per un meritato riposo.

DOMENICA 7 GIUGNO 2014

Ci svegliamo di buon’ora e ci rechiamo al ricco Buffet della colazione. Per forturna la colazione si rivela all’altezza, anche perchè siamo piuttosto affamati visto che il giorno precedente abbiamo mangiato pochissimo per i motivi di cui sopra. Partiamo poi, destinazione Portofofino che si trova a circa 30 minuti di distanza. Arriviamo a Portofino prima del flusso di turisti. Riusciamo così ad apprezzarla nella sua tranquillità ed ammirarla in tutta la sua bellezza. Ci tratteniamo per un po’ nella famosa piazzetta, senza salire fino al castello ed al faro in quanto già visitati in passato. Inoltre, la strada panoramica tra Camogli – Santa Margherita Ligure – Paraggi e Portofino è spettacolare. Percorrerla in moto ci lascia senza fiato, sia all’andata che al ritorno. Rimaniamo particolarmente colpiti dalla graziosa baia di Paraggi ed esprimiamo il desiderio di ritornare proprio lì e pernottare in uno degli hotel (costosi?) affacciati sulla baia. Chissà… magari il prossimo anno. Al ritorno ritransitiamo da Santa Margherita Ligure (molto graziosa ma anche molto trafficata) e da Rapallo. Tutte queste località sono molto ma molto carine e meriterebbero tutte una visita dedicata. Riprendiamo quindi l’autostrada e ci avviamo verso casa. Quel giorno la temperatura è molto alta. Meglio affrettarci per non soffrire troppo il caldo in moto. DANI E MAX http://digilander.libero.it/danidisa



    Commenti

    Lascia un commento

    Camogli: leggi gli altri diari di viaggio