Viaggio di nozze in Iran

Raggiungiamo Teheran con volo Austrian Airlines, molto confortevole, a buon prezzo e soprattutto puntuale. Inoltre dall’Italia permette di risparmiare un’ora di volo visto che Vienna e’ decisamente proiettata ad Est. Il giorno passato a Vienna e’ anche un modo per ...

  • di il bes
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Raggiungiamo Teheran con volo Austrian Airlines, molto confortevole, a buon prezzo e soprattutto puntuale. Inoltre dall’Italia permette di risparmiare un’ora di volo visto che Vienna e’ decisamente proiettata ad Est. Il giorno passato a Vienna e’ anche un modo per salutare l’Europa, in particolare se ci si ingozza di wurstel e birra, due alimenti che in Iran di sicuro non si possono trovare! Una nota decisamente curiosa e’ che la maggior parte delle donne sull’aereo non sono velate, ma non appena l’aereo atterra tutte quante si coprono la testa, come prescrive la legge iraniana. Anche Francesca, suo malgrado, deve attenersi a questa barbara usanza, e ammetto che I suoi borbottii sono ampiamente giustificati.

Teheran si presenta subito come una citta’ decisamente moderna, ben curata e con infrastrutture piuttosto all’avanguardia, peccato che il traffico e’ tra I peggiori al mondo (e anche il modo di guidare non e’ da meno) e quindi qualsiasi spostamento diventa drammaticamente difficile.

A Teheran ho pernottato da un amico in Pashdaran Avenue che e’ una zona molto bella di Teheran, vicina alle montagne innevate che erano orgoglio al tempo dello Sha e che attiravano turisti da tutto il mondo. E’ stato bello passeggiare per questo viale alberato in cui si possono trovare negozi estremamente interessanti, a partire dalle pasticcerie per finire con I venditori di succo di melograno per strada, una delizia mai provata prima.

Essendo poco il tempo prima di prendere il volo verso Isfahan, lasciamo Teheran con l’intenzione di visitarla meglio alla fine della permanenza in Iran. Con volo Iranair (discreta...Aeroplani un po’ vecchiotti e puntualita’ non eccessiva, ma costi contenutissimi, circa EUR 20 a testa!) raggiungiamo Isfahan. Dato che la piazza dell’Imam e’ la cosa piu bella, decidiamo di lasciare la visita il giorno dopo e preferiamo usare il pomeriggio per andare a vedere I famosi ponti e una chiesa ortodossa armena che dicono essere una delle piu belle al mondo.

Isfahan e’ una citta’ molto piu tradizionalista di Teheran e quindi Francesca si e’ portata due magnifiche palandrane copritutto per essere in sintonia. Peccato che qui l’unico colore che va molto e’ il nero, il suo viola o marrone purtroppo porta tutti a guardarci come se venissimo da Marte, ma a parte qualche sorriso ironico girare per Isfahan e’ un vero piacere. E’ pulitissima, piena di giardini molto curati e con gente davvero cordiale e soprattutto nessuno che vede il turista come una macchina a cui succhiare qualche soldo.

I ponti sono uno spettacolo e la Chiesa Armena di Nor Giulfa e’ a dir poco meravigliosa, tra l’altro gli affreschi che contiene sono unici nel loro genere ed e’ ancora piu curioso trovare in Iran qualcosa che proprio non ti aspetti. Peraltro la comunita armena e’ abbastanza numerosa e ci sono diverse chiese nel quartiere armeno.

La sera giungiamo dopo una scarpinata immane nella piazza dell’Imam che appare in tutta la sua bellezza e la sua maestosita’ (la seconda per grandezza al mondo dopo la Tien-an-men ma cento volte piu’ bella). Andiamo a mangiare in uno dei ristoranti piu’ blasonati dell’Iran, il Bastani e capiamo che qui piu che riso e kebab e kebab e riso sara’ difficile trovare. I prezzi sono ridicoli ma il cibo lascia decisamente a desiderare.

Pernottiamo all’hotel Abbassi, un antico caravanserraglio adibito ad hotel sul retro di una magnifica Madrasa sormontata da una cupola azzurra in pieno stile Isfahan. Il prezzo e’ piuttosto alto (essendo noi stranieri) e le camere non sono granche’, ma e’ decisamente un posto magnifico che per due pazzi che vanno in viaggio di nozze in Iran si rivela perfetto

  • 1811 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social