Il fascino dell'egitto

Nell'estate del 96 io e una mia amica volevamo andare in vacanza, eravamo senza meta, quasi all'ultimo minuto, ci hanno detto: "è rimasta una cabina in una crociera sul nilo in Egito, vi va? " ....SI! PROVIAMO! e così via. ...

  • di viola23
    pubblicato il
 

Nell'estate del 96 io e una mia amica volevamo andare in vacanza, eravamo senza meta, quasi all'ultimo minuto, ci hanno detto: "è rimasta una cabina in una crociera sul nilo in Egito, vi va? " ...SI! PROVIAMO! e così via.

Anche perchè fra pochi giorni era il mio compleanno e mi entusiasmava molto l'idea di festeggiarlo altrove... Siamo partite il 19 agosto ed entrambe non sapevamo il caldo che ci attendeva. L'itinerario è stato comune a molti altri tour di altre compagnie: arrivo a luxor via aerea, poi da qui 5 giorni di navigazione su e giù per il nilo, poi gli ultimi 3 giorni stabili al cairo in hotel 5 stelle, a poche centinaia di metri dalle piramidi, per poi ritornare in italia.

Lungo la navigazione abbiamo visitato quasi tutte le città, i siti archeologici e i paesini sulle rive, in più qualche escursione via pullman nell'entroterra. Una notte, via bus, abbiamo fatto l'escursione più suggestiva secondo me, ad abu simbel, all'estremo sud al confine col sudan, scortati dai militari per via della frontiera un po' pericolosa. Abbiamo viaggiato di notte per qualche ora attraversando il deserto lungo l'unica strada che porta lì, ci siamo fermati verso le 5 di mattina in un punto per goderci l'alba spuntare dalle dune del deserto, meravigliati ed estasiati. Mi sono addirittura seduta sulla sabbia... Finchè la guida non mi ha avvisato di prestare attenzione a dove mettevo il mio sedere, visto che quei bucanini nella sabbia erano le tane di scorpioni velenosi! a mio parere, i templi ad Abu Simbel sono uno spettacolo magnifico e sono di una magnificenza che supera anche la grandiosità delle famosissime piramidi!! il tour operator era turisanda e la motonave su cui abbiamo viaggiato era la nile dream, non era di lusso ma non era nemmeno spartana, anzi i servizi sia in cabina che nel resto erano ottimi, quindi ristoranti, bar, i bagni, pulizia ovunque, la piscina... Il cibo è stato ottimo, molta frutta e verdura, carne locale, non ho avuto nessun tipo di problema intestinale, e dire che ho anche bevuto della loro acqua locale perchè onestamente mi sembrava esagerato utilizzare dell'acqua minerale anche per l'igiene orale!! riguardo al caldo ricordo benissimo che durante l'escursione ad assuan, in pullman c'era ovviamente un'aria condizionata da brividi, ma aperte le porta del bus e scesi abbiamo trovato oltre ad un paesaggio impietrito, color ocra e con un solo alberello smilzo e povero di foglie in tutta l'area, una temperatura di 53 gradi al sole (ripeto: non c'era alcuna ombra tranne che sotto quell'esile ed unico alberello) .!!!. Da rimanere accecati.

È ovvio che sia per le temperature elevate, sia per il clima asciutto, e per un viaggio faticoso, ci vuole un fisico sano, senza problemi di cuore o circolazione sanguigna o febbri influenzali prima di partire per l'egitto in pieno agosto! il resto? beh, personale simpatico e adeguato, la spesa è stata complessivamente di 2.200.000£ tra viaggio, acqua sigillata in quantità industriali, ingressi ai siti archeologici...

È un'esperienza che consiglio, anche se della storia non ve ne può fregare niente, anche se è un viaggio non rilassante. a me è rimasto molto di questo paese, un fascino e un'atmosfera unici, templi, palazzi, tombe, scavi, tunnel, obelischi, geroglifici, pitture...

Spero che prenderete in considerazione l'idea di andarci, magari non in agosto...

  • 259 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social