Egitto, tra storia e blu del Mar Rosso

Fai da te è possibile, con un po’ di aiuto...
Scritto da: gilda63
egitto, tra storia e blu del mar rosso

Siamo due coniugi over 50 abituati ad organizzare sempre da soli i nostri viaggi.

Per l’Egitto i nostri amici e parenti ci dicevano che il “fai da te” era pericoloso e  ci esortavano a rivolgerci a un tour operator.  Ne abbiamo contattati parecchi, ma ci proponevano i loro programmi standardizzati, solo lievemente riadattati, con prezzi per noi inaccessibili. Sostenevano all’unanimità che non esistevano crociere sul Nilo con una sola notte in motonave. Proponevano tutti minimo 3 notti da Aswan a Luxor o 4 da Luxor ad Aswan. Ma leggendo bene i programmi delle crociere era evidente che fanno dormire in nave nei porti di partenza e di arrivo, ma la navigazione è sempre una sola notte.  Testardamente abbiamo cercato qualcuno che proponesse una sola notte di crociera e lo abbiamo trovato tramite Get your guide.

Prima di prenotare qualsiasi cosa abbiamo stipulato un’assicurazione viaggio on line con Traveleasy, polizza top a soli 87 euro a coppia, per assistenza in loco, spese sanitarie, bagaglio ecc. Inoltre prevedeva anche il caso di annullamento del viaggio per malattia (esempio Covid) o altre cause gravi, con una franchigia del 15%. Notare che per avere il rimborso di spese tipo voli, bisognava comprarli dopo aver stipulato l’assicurazione (o al massimo nei due giorni immediatamente precedenti).

Abbiamo prenotato on line il pacchetto-crociera proposto da Get your guide,  gli hotel con booking.com e i voli con i siti delle compagnie o dove costavano meno. Abbiamo bilanciato un po’ la nostra autonomia ricorrendo all’aiuto di una guida locale, scoperta su Facebook, per le visite guidate al Cairo e a Luxor. Egiziano di residenza al Cairo parla però un perfetto italiano ed è molto navigato non solo come guida ma anche come organizzatore di viaggi. Ci ha rassicurato il fatto che fosse sempre reperibile al telefono e disponibile a venire incontro alle varie necessità. Le quote concordate per le visite guidate includevano: guida in lingua italiana, trasferimenti in auto ed eventuali altri mezzi di trasporto, ingressi ai siti visitati, pranzi (tranne bevande), mance. Ovvio che è stata una voce di spesa abbastanza ingente, ma organizzare tutti i giri da soli sarebbe stato pesante

Abbiamo viaggiato 12 gg fine settembre/inzio ottobre. Mai vista una nuvola e temperature fino a 40 gradi. Beh, in Africa ce lo aspettavamo ed eravamo attrezzati! Borracce termiche, ventagli, cappelli, occhiali da sole, crema solare. Inoltre antizanzare spray per la pelle ed elettrico per la stanza (non servono adattatori basta che gli spinotti siano solo due). Utile anche una buona scorta di medicine, fra cui fermenti lattici potenti da prendere ogni giorno, Imodium e un antibiotico specifico in caso di infezione gastrointestinale. Per scongiurare la cosiddetta “maledizione di Tutankhamon” meglio usare acqua in bottiglia, perfino per lavare i denti e non mangiare verdure crude o frutta non sbucciata.

Avevamo i passaporti e il visto lo abbiamo fatto all’aeroporto. Chi ha la carta d’identità deve avere anche due foto tessera con sé, col passaporto non servono perché ti applicano direttamente il visto lì. Gli sportelli delle banche che vendono i visti sono aperti anche in piena notte. Anche lo sportello Vodafone era aperto di notte: per comprare subito una SIM egiziana con traffico dati e voce (telefonate in Egitto) della durata di un mese con 20 giga abbiamo speso 16 euro. Per noi è stato una manna avere la scheda, anche se molti hotel avevano WiFi.

Abbiamo deciso di volare da Verona, città più vicina a noi, anche se da Malpensa sarebbe stato più economico e c’era il volo diretto su Cairo. Per l’Egitto non ci sono state formalità né problemi legati alla pandemia. Ci sono stati invece molti controlli della polizia, per la sicurezza, specialmente in aeroporto o quando si fanno gite, per cui le guide hanno sempre necessità di avere in anticipo le foto dei passaporti per fare i permessi.

Programma: 2gg Cairo (Museo Egizio, Piramidi di Giza, Sfinge, giro in feluca sul Nilo, Menfi, Saqquara sito e piramide Djoser, Cittadella del Saladino con moschea antica e moschea di alabastro, Khan el Khaili, Via El Moetz/Old Cairo); 2 gg Aswan (grande Diga, tempio di Philae, mercato spezie) e gita ad Abu Simbel; 1 g Crociera sul Nilo e chiuse di Esna (con templi di Kom Ombo ed Edfu); 2gg Luxor (tempio di Dendera, tempio di Luxor, tempio di Karnak, colossi di Memnone, Tempio funerario della  regina Hatshepsut, Valle dei re con 3 tombe + tomba di Seti 1^, Valle degli artisti con 3 tombe compreso Sennedjem). Poi 4 giorni relax a Sharm el Sheikh.

Costo finale a persona 1700 euro 11 notti/12 giorni, tutto compreso: viaggi aerei intercontinentali e interni con 1 bagaglio da stiva, trasferimenti, guide, entrate, gita in feluca, crociera, pasti, bevande, hotel, visto, SIM, mance, assicurazione medico-bagaglio-annullamento, parcheggio aeroporto.

Diario di viaggio in Egitto

1° giorno  – Viaggio

Con Lufthansa, Verona-Monaco-Cairo. A Monaco c’è un’ottima area relax e non è stato per nulla pesante attendere. Siamo arrivati al Cairo all’una di  notte. L’autista dell’hotel era là fuori ad attenderci anche se per espletare tutte le pratiche necessarie si son fatte le 2. Appena scesi dall’aereo c’era la fila per comprare il visto (abbiamo anche cambiato 20 euro in lire egiziane per eventuali prime necessità), poi i vari controlli di rito. La valigia in stiva l’abbiamo trovata vicino al nastro trasportatore, custodita da un addetto dell’aeroporto. Dopo c’è stato l’acquisto della SIM, proprio prima dell’uscita. Siamo arrivati all’hotel in mezzora circa, in zona Garden City. La scelta dell’hotel era stata difficile, lo volevamo centrale per poterci anche muovere autonomamente ma fuori dal rumore e dal traffico caotico (continuano a suonare incessantemente il clacson), che fosse economico ma non fatiscente. Anche se poco gettonato su booking abbiamo optato per il Nile Villa Hotel, camera vista fiume. È un hotel vero e proprio (tutto l’edificio, non solo un piano come certi altri) e si trova a meno di 10 minuti di auto da Piazza Tahrir. Zona tranquillissima, qualità del sonno ottima (a parte un po’ di rumore dell’aria condizionata). È mediamente economico, quindi non ci aspettavamo standard europei di pulizia e manutenzione. Tutto sommato soddisfatti della scelta, anche se è stato necessario un po’ di spirito di adattamento. Bagno e camera erano abbastanza moderni ma con qualche pecca.

Guarda la gallery
2022_09_27_14.41.36

2022_09_27_15.41.13

2022_09_27_16.13.50

img_20220928_204638

img_20220929_094258

img_20220930_060352

img_20220930_071218

img_20221001_172930

img_20221002_115641

img_3043



  • MoniT76 MoniT76
    Ciao. Viaggio biasimo. Ma come avete fatto a trovare le guide? Avete dei contatti?"
Commenti

Lascia un commento

Leggi anche

Video Itinerari