Egitto Classico: istruzioni per l’uso

Consigli pratici, itinerario e altre notizie utili per organizzare un giro nell'Egitto classico
 
Spesa: Fino a €250 €

Buongiorno a tutti! Ciao a chi già conosce i miei diari di viaggio e anche a chi mi legge per la prima volta. (Per altre mete, cercatemi su google: MODICAT2 Istruzioni per l’uso). La mia compagna ed io siamo due viaggiatori romantici ed incurabili individualisti, a cui piace girare il mondo in coppia, organizzandoci gli itinerari da soli. Pertanto, questo e gli altri miei diari pratici di istruzioni sono dedicati a chi vuole viaggiare in proprio e senza comprare un pacchetto turistico chiuso in cui non si può intervenire sui tempi e sui siti.

PERCHÉ L’EGITTO?

Negli anni ho visitato le sezioni egizie nei musei di New York, Londra, Parigi, Torino (favoloso museo!) e del Museo Archeologico di Napoli MANN (sono Guida Turistica) ma, per varie ragioni, vedere da vicino le piramidi era rimasto un mio sogno nel cassetto… A settembre abbiamo deciso che era tempo di andare in Egitto a vedere da vicino le piramidi e i più importanti templi antichi, e vedere anche come vive veramente la gente, per cui siamo anche andati a esplorare la vita degli egiziani moderni, passeggiando nelle stradine più popolari e nei quartieri degradati, vedendo da vicino, odorando ed “assaggiando” la vita delle persone.

QUALE ITINERARIO

Come facciamo di solito con la mia compagna, dopo avere deciso in comune una mèta, io mi occupo delle questioni pratiche mentre lei studia blog e racconti di viaggio per sintetizzare il percorso che più si adatterà ai nostri gusti ed alle nostre esigenze. In questo caso gli obiettivi erano due: vedere il maggior numero possibile di siti archeologici, ma anche respirare e condividere la vita locale. Quindi abbiamo scelto di fare tappa nelle seguenti città: Cairo/Giza, Luxor e Aswan. Il nostro programma prevedeva tre giorni al Cairo/Giza, poi due giorni a Luxor, due ad Aswan ed infine, dopo essere tornati dal sud, un altro giorno e mezzo al Cairo/Giza. Siamo partiti il 29 ottobre e rientrati in Italia il 7 novembre per complessivi 8 giorni e mezzo, ma col senno di poi avremmo potuto restarne solo 8 o perfino 7 e mezzo, perché le ultime 24 ore sono state quasi “sprecate” senza grandi obiettivi precisi da visitare.

QUANDO ANDARE IN EGITTO?

Certamente non di estate perché fa troppo caldo. Il periodo migliore va da inizio di novembre fino a marzo/aprile quando la temperatura è mite e spesso fa ancora caldo, specialmente a Luxor o Aswan nel sud dell’Egitto. Tenete presente che a novembre scatta l’alta stagione ed il turismo aumenta di molto. Fino a quest’anno l’Egitto aveva avuto un crollo dell’ 80% nel numero di visitatori, ma sta ripartendo, per cui la cosa migliore è prenotare con largo anticipo per trovare voli e hotel a buoni prezzi .

COME ARRIVARE

Ognuno deve trovare il volo per lui più conveniente, cercandoselo su (almeno) due siti diversi quali KAYAK e SKYSCANNER (ognuno dei due vi mostra voli che l’altro non mostra). Scegliete la migliore combinazione fra la durata del volo ed il prezzo più interessante. Se non avete problemi di tempo scegliete un volo lungo ed economico; invece se avete ferie limitate ed intendete sfruttarle al massimo, scegliete un volo che parta la sera, sia più veloce, ma magari sia un po’ più caro. Vivendo a Napoli, il più conveniente e veloce è risultato quello di Alitalia con partenza alle 19,20 (così non si perde un giorno di lavoro), ha l’arrivo al Cairo (purtroppo) alle 2.25 del mattino, ovvero a notte fonda. I voli mi sono costati 300 euro a testa (Napoli-Cairo). Per entrare nell’Egitto africano (non sul Mar Rosso) occorre il passaporto. Appena arriverete all’aeroporto del Cairo, prima di andare al controllo passaporti, in uno degli sportelli bancari presenti dovete comprare un grosso francobollo (una tassa di ingresso), pagando 25 dollari. Poi andate al controllo e un poliziotto vi incollerà il francobollone sul passaporto e quello sarà il vostro Visto di Entrata. Non ci sono state richieste né di fotocopie del passaporto, né di foto tessera, come invece troverete scritto su altri diari di viaggio.

COME ORGANIZZARE IL VIAGGIO

Abbiamo deciso di partire solo 40 giorni prima e, non avendo dei riferimenti in loco, ho perso parecchio tempo a preparare la parte logistica e le prenotazioni, mentre, leggendo quanto vi sto per spiegare, voi potrete evitare di perdere tempo. Se siete viaggiatori indipendenti come noi, tutto dipende da che cosa vi interessa vedere in Egitto e, pertanto, avete due possibilità: La prima è quella di seguire il mio diario di viaggio e decidere di prenotare hotel, aerei, treni, autisti e guide da soli, cosa che ritengo molto difficile da fare in Egitto. L’alternativa consiste nel farvi aiutare da un esperto locale, per la parte logistica ed è quello che ho fatto io.

Infatti, quando viaggiamo, cerchiamo sempre di trovare guide locali che parlino italiano e questa volta devo dire che ho avuto fortuna nella scelta perché mi è capitato di trovare su internet Mohamed Abbas (detto Moh) che non è solo una guida ufficiale che parla bene l’italiano, ma soprattutto è un ottimo organizzatore che ha lavorato molti anni per importanti agenzie italiane ed ora lavora in proprio. Moh ci ha fornito i seguenti servizi: assistente all’aeroporto in sala arrivi, autista con auto per raggiungere l’hotel (nota che erano le 4 del mattino!), auto, autista e guida per qualsiasi tour al Cairo e non, accompagnamento serale alla cena spettacolo a bordo della nave ristorante Nile Maxime sul Nilo con ritorno notturno in Hotel (consigliatissima!), poi accompagnamenti ai vari siti turistici del Cairo, all’aeroporto per partenza verso Luxor, assistente all’arrivo nell’aeroporto di Luxor, guida italianofona a Luxor (Guida Sig. Mohi, consigliatissimo) accompagnamento da Luxor a Aswan con assistente ed autista, il tutto in comodissimi pulmini 8 posti solo per noi. Visite varie guidate ad Aswan con la guida Sig. Miso, poi trasferimento con ben due autisti e guida ad Abu Symbel, accompagnamento alla stazione di Aswan di sera fino dentro al vagone letto, assistente all’arrivo nella stazione di Giza con autista e guida, accompagnamento in hotel all’arrivo del treno (alle 9 di mattina) con uso da subito della stanza prima di ricominciare i tour del Cairo (cosa graditissima). Vari altri tour in città ed infine accompagnamento fino all’aeroporto per la ripartenza. Va precisato che di mestiere io faccio la Guida Turistica e quando viaggio sono uno pignolo, spesso un po’ troppo esigente sia con me stesso che con gli altri (fonte attendibile: Maria, la mia compagna), ma devo dire che la maniera in cui Moh ha organizzato il nostro viaggio si può definire quasi perfetta. Grazie alla sua esperienza, oltre alle auto e le guide locali, ci ha anche prenotato i biglietti del treno, la cena sul Nilo e i giusti Hotel ad un prezzo pari a quello di Booking.com. Tutto è filato liscio con rispetto degli orari e qualità delle persone scelte da Moh come guide, accompagnatori o “assistenti”; gli autisti ed i mezzi di trasporto sono stati impeccabili. Solo la guida locale di Aswan di nome Miso, non è stato all’altezza dell’ottima organizzazione di Moh. Senza entrare nei dettagli, vi dico che per oltre 8 giorni di tour, in due, abbiamo speso con Moh poco più di 1500 euro, compresi tutti gli spostamenti, le guide, gli hotel (4* o 5*), compresa la cena sul Nilo (80 euro) ed il viaggio in treno da Aswan al Cairo (145 euro). Le guide turistiche che parlano italiano, costano 5 euro l’ora, ma vanno prenotate per almeno un certo numero minimo di ore al giorno, inoltre, Moh vi procurerà le auto con autista per poche decine di euro al giorno. Quando farete il vostro preventivo di spesa, mettete anche in conto che noi abbiamo speso circa 170 euro a testa per i biglietti di entrata nella infinita serie di siti che abbiamo visitato. Per mangiare abbiamo speso in tutto solo 120 euro in due, ma non so bene quanti soldi se ne siano andati in mance (guide, facchini, autisti, accompagnatori vari), ad occhio e croce direi altri 120 euro. Inutile dire che se viaggerete in tre o in quattro, invece che in due come noi, risparmierete molto sui servizi (assistenti, guide, auto, autisti, mance, ecc.) perché quelli costano uguale a prescindere dal numero delle persone. Per il pagamento, accordatevi con Moh. A me ha chiesto di saldare all’arrivo, ma per mia abitudine non saldo mai tutto in anticipo, per cui gli ho pagato subito l’80% e il restante 20% (300 euro) l’ho dato in due volte man mano che ricevevo i servizi prenotati. Per chiedere a Mohamed Abbas detto Moh, un preventivo o la sua disponibilità, potete scrivergli una mail in italiano a [email protected] Chiaritevi prima sul che cosa volete o non volete vedere in Egitto e poi parlate con Moh, perché dovrete dargli istruzioni precise. Infatti lui è restio ad uscire dagli schemi classici dei tour organizzati per “turisti” e non si compenetra facilmente nel lo stile del “viaggiatore” come, ad esempio, siamo la mia compagna ed io. In poche parole, sui siti classici non avrete nessun problema, ma alla nostra richiesta di vedere la vita vera locale ci sono state incertezze e resistenze passive.

Guarda la gallery
cultura-2gnuy

Egitto abu simbel

cultura-2zcf8

Egitto cairo copta

cultura-4gpp5

Egitto karnak

cultura-agwt5

Egitto karnak

cultura-ar3cj

Egitto piramidi sfinge

cultura-6hncs

Egitto piramidi



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Abu Simbel
    Diari di viaggio
    egitto, tra storia e blu del mar rosso

    Egitto, tra storia e blu del Mar Rosso

    Siamo due coniugi over 50 abituati ad organizzare sempre da soli i nostri viaggi.Per l’Egitto i nostri amici e parenti ci dicevano...

    Diari di viaggio
    egitto classico: istruzioni per l'uso

    Egitto Classico: istruzioni per l’uso

    Buongiorno a tutti! Ciao a chi già conosce i miei diari di viaggio e anche a chi mi legge per la prima volta. (Per altre mete, cercatemi...

    Diari di viaggio
    egitto: 5000 anni di meraviglie

    Egitto: 5000 anni di meraviglie

    Scrivo questa recensione di un viaggio bellissimo appena concluso, con la tristezza nel cuore, dopo aver letto della notizia di uno...

    Diari di viaggio
    viaggio nell'egitto magico tra piramidi e antichi luoghi sacri

    Viaggio nell’Egitto magico tra piramidi e antichi luoghi sacri

    La Magia dell’Egitto Finalmente dopo tanti anni ho realizzato il sogno di fare questo viaggio in Egitto con la crociera sul Nilo ed era...

    Diari di viaggio
    crociera sul nilo 2

    Crociera Sul Nilo 2

    Erano le 5:30 di una mattina di settembre , e io camminavo nervosa sul terrazzo di camera nostra, aspettando che Alessio si svegliasse.Ero...

    Diari di viaggio
    crociera da luxor ad abu simbel

    Crociera da Luxor ad Abu Simbel

    Abbiamo prenotato tramite il tour operator egiziano Memphis via web, un pacchetto personalizzato per 2 persone $ 1865 (circa € 1500)....

    Diari di viaggio
    il vero egitto... non quello dei tour operator

    Il vero egitto… non quello dei tour operator

    Se desiderate vedere il vero Egitto, e non quello proposto dai vari tour operator (tutto perfetto e senza problemi) troverete molto utile...

    Diari di viaggio
    tour dell'egitto

    Tour dell’Egitto

    Ed eccoci a raccontare un nuovo viaggio, questa volta nella terra dei Faraoni.. Prima di partire avevo grandi aspettative ma non immaginavo...

    Diari di viaggio
    in crociera sul nilo e al cairo

    In crociera sul Nilo e al Cairo

    Il viaggio che io e mia moglie abbiamo fatto in Egitto tra il 5 e il 12 dicembre 2010 è identico a quello descritto e pubblicato da...

    Diari di viaggio
    nilo, feluche e faraoni

    Nilo, feluche e faraoni

    Sabato 07/08/2010 – Milano – Il Cairo Partiamo in nove da Milano con un volo Egyptair alle 15.00 dalla Malpensa. La mia vicina di...

    Video Itinerari