Capodanno in Egitto, tra Il Cairo e la crociera sul Nilo

Dieci giorni organizzati fai da te nel periodo natalizio
Scritto da: marti80
capodanno in egitto, tra il cairo e la crociera sul nilo

A metà settembre Ryanair ci comunica che ha deciso di cancellare totalmente la tratta Bergamo – La Palma e quindi rimaniamo a piedi per il viaggio natalizio che avevamo organizzato e sognato con largo anticipo. Dopo qualche giorno di riflessioni e ricerche di voli a prezzi accessibili (a settembre per Natale è già molto difficile), decidiamo di optare per un viaggio di circa 10 giorni in Egitto, organizzato autonomamente, tranne che per la crociera sul Nilo, per la quale ci affidiamo ad una agenzia locale trovata su internet. È stata una scelta obbligata poiché non siamo riusciti a trovare un modo per prenotare direttamente alcuna crociera se non passando attraverso un qualche tour operator.

Informazioni utili per un viaggio in Egitto

Come arrivare in Egitto e come muoversi nel paese

Voli internazionali acquistati a fine settembre per il periodo natalizio con Air Arabia (Bergamo – Il Cairo) per € 490 a testa a/r incluso bagaglio da stiva. Siamo rimasti piacevolmente sorpresi da questa compagnia low cost degli Emirati Arabi (per quanto il nostro volo non l’abbiamo pagato poco). Inaspettatamente ci hanno servito i pasti sia all’andata che al ritorno ed entrambi i voli sono stati puntuali e super efficienti anche nella gestione del bagaglio.

Abbiamo acquistato a metà ottobre anche 2 voli interni con Egyptair (costo di circa € 90 a tratta a persona con bagaglio da stiva): dal Cairo ad Assuan e da Hurghada al Cairo. Dopo l’acquisto entrambi i voli hanno subito delle modifiche di orario comunicate via mail e sono poi entrambi partiti in leggero ritardo e con tempi abbastanza lunghi per recuperare i bagagli (circa 1 ora). Nonostante fossero voli di linea non low cost, a bordo danno solo una bottiglietta d’acqua (erano voli di breve durata). Quindi la nostra esperienza con Egyptair non è stata molto soddisfacente.

Dall’Italia abbiamo anche acquistato i biglietti autobus di GoBus da Luxor a Hurghada (servizio puntuale e molto comodo, raccomandato). In questa tratta si passano le prime 2 ore nel traffico delle città e le successive 2 nel deserto. A metà tragitto il pullman fa una sosta in “un’area di servizio” in cui poter usare il bagno e acquistare degli snack.

Per gli spostamenti nelle città, al Cairo e a Hurghada abbiamo utilizzato Uber, che è risultato super efficiente e molto conveniente (anche per i trasferimenti da e per l’aeroporto, dove con Uber abbiamo speso meno della metà di quello che ci sarebbe costato usando il servizio di pickup degli hotels). Abbiamo potuto verificare che in 3 – 5 minuti è sempre possibile trovare un’auto a disposizione, anche in orari notturni (noi siamo partiti alle 4 di mattina dal nostro hotel a Giza).

Crociera sul Nilo: prezzi, qualità e servizio

In fase di scelta della crociera sul Nilo abbiamo valutato varie opzioni: la classica crociera su una nave di medio livello, una crociera su una nave un po’ più lussuosa e di standard occidentali e anche la crociera in Dahabeya. Troviamo il giusto compromesso con la seconda opzione (la crociera in dahabeya è troppo costosa e impiega troppo tempo, considerando che noi abbiamo solo 10 giorni). Scegliamo una nave specifica che da vari siti ci sembra particolarmente bella e in linea con i nostri gusti (Sunray della Movenpick) e attraverso un tour operator locale ci facciamo quotare e poi confermiamo il pacchetto crociera pensione completa comprensiva di escursioni organizzate.

Alla fine spendiamo circa 2.000 euro per 3 notti e 4 giorni in 2, con una cabina spaziosa e con un’ampia vetrata (è quella standard di questa nave) e tutti i trasporti, gli ingressi, i pasti compresi. Non è poco ma il periodo natalizio è altissima stagione e tutte le quotazioni erano superiori alla media. Siamo rimasti soddisfatti della scelta: la nave è tenuta bene, la cabina molto carina e abbastanza spaziosa, il bagno notevole considerando che era su una nave, il cibo è stato di ottima qualità e tutte le escursioni le abbiamo fatte in un gruppo ristretto di 6 persone + la nostra guida parlante inglese.

Dormire in Egitto

Dall’Italia abbiamo prenotato tutte le notti in hotel tramite Booking, ad esclusione della crociera. Abbiamo dovuto evitare gli hotel a 5 stelle (che tutti ci avevano caldamente raccomandato) per i prezzi esagerati, più di 500 euro a notte, probabilmente per il periodo di altissima stagione. Abbiamo selezionato delle strutture locali ma tutto sommato buone come servizi.

Altre info utili

Dall’Italia, circa 2 settimane prima di partire, abbiamo fatto la richiesta online del visto per l’Egitto sul sito governativo pagando online. Dopo circa 3 giorni abbiamo ricevuto la conferma e stampato il nostro visto. In arrivo al Cairo abbiamo però avuto il dubbio che non fosse più richiesto, perché nessuno ha controllato il nostro visto online e non avendo notato nessun altro pagare in contanti i 25 dollari previsti per il visto in arrivo.

Per quanto riguarda i pagamenti, abbiamo fatto 3 prelievi di valuta locale, che ci è servita per pagare le piccole spese, qualche cena e soprattutto le infinite mance per qualsiasi cosa (dalla valigia spostata in 1 metro, alle guide della crociera, ai camerieri che ti versano l’acqua, a tutti gli autisti delle escursioni, ecc). Oltre ai prelievi, abbiamo pagato con carta di credito sia la crociera che gli hotel. Le gite invece le abbiamo negoziate e pagate in dollari, che avevamo già a casa (sarebbero andati bene anche gli euro). Gli hotel sono obbligati a far pagare i turisti in dollari, per limitare il rischio delle fluttuazioni forti della sterlina egiziana.

In aeroporto al Cairo, nella zona di attesa dei bagagli, abbiamo acquistato una sim locale (abbiamo optato per Vodafone) per circa 10 euro con 10 GB di traffico dati, attivata sul posto dall’operatore. Ci è stata molto utile sia per utilizzare l’app Uber che per navigare, visto che le connessioni Wi-Fi dei vari hotel e anche quella della nave sono risultate veramente pessime.

Diario di viaggio

Venerdì 23 dicembre 2022

Partiamo da Orio al Serio alle 11,30 e arriviamo al Cairo a metà pomeriggio, poco prima del tramonto, che in questa stagione è alle 17. Ci attende fuori dagli arrivi il nostro pickup dell’hotel che in 1 ora circa ci porta a destinazione. Stasera dormiamo all’hotel Tahrir Plaza Suites, proprio di fronte al Museo Egizio e vicinissimo alla Piazza Tahrir. Dopo esserci sistemati in camera, usciamo per una passeggiata nei dintorni del nostro hotel, passando per Piazza Tahrir e Abdin Palace per poi ritornare verso la riva del Nilo, oltrepassare il fiume tramite un ponte che porta sull’isola di Gezira. Camminando verso nord lungo il fiume incrociamo vari barconi ristorante e decidiamo di fermarci su uno di questi per la cena.

Guarda la gallery
whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_4_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_1_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_2_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_3_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_5_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.39_6_

whatsapp_image_2023_01_06_at_16.45.40



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi anche

    Video Itinerari