Crociera sul nilo, abu simbel, il cairo a novembre

Domenica 2 novembre Cosa c’è di meglio di una settimana sotto un sole cocente quando il grigiore dell’inverno comincia ad assalirti? Beh, date retta a me, andate in Egitto!!! Certo se ciò che avete in mente è un po’ di ...

  • di MilenaLV
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Domenica 2 novembre Cosa c’è di meglio di una settimana sotto un sole cocente quando il grigiore dell’inverno comincia ad assalirti? Beh, date retta a me, andate in Egitto!!! Certo se ciò che avete in mente è un po’ di sano relax quella che sto per raccontarvi non è la vacanza che fa per voi!!! Il viaggio è stato organizzato in tempi strettissimi non appena avuto conferma della possibilità sia per me che per Mauro di prendere qualche giorno di ferie.

Ho prenotato tramite il sito internet www.Edreams.It, risparmiando qualche euro, un pacchetto Alpitour.

Totale per 2 persone pensione completa con bevande ai pasti con tutte le escursioni comprese per 4 notti in crociera sul Nilo e 3 in albergo al Cairo e tutti i trasferimenti sia da/per Italia sia interni 2820,00 euro.

Siamo partiti domenica 2 novembre a mezzogiorno circa da Roma Fiumicino e, dopo aver fatto scalo a Milano, siamo arrivati a Luxor verso le 19:00 giusto a pochi giri dalla fine del gran premio di formula 1 e constatare la disfatta... Il volo era con eurofly, tutto sommato confortevole: oltre il pranzo a bordo hanno alleggerito le 4 ore di volo con un film...Niente male per una compagnia che avevo letto essere terribile... Dopo il disbrigo delle pratiche burocratiche ( se hai la sola carta d’identità devi fare il visto, portando con te una foto tessera, altrimenti dopo aver compilato i documenti basta far timbrare il passaporto- i costi del visto sono già inclusi nel pacchetto), abbiamo raggiunto la motonave a Luxor con i pullman che ci aspettavano con le nostre guide all’aeroporto.

La nostra guida è Tamer, un ragazzo egiziano molto gentile e preparato che ci ha seguito tutta la settimana.

Sistemiamo le valige in camera e scendiamo per la prima cena sulla nave. Il servizio è buono, tutto il personale è gentile e disponibile.

Per ciò che riguarda il cibo la loro scelta è intermedia: ti propongono un menù europeo, ma i sapori locali sono malcelati, traditi dai molti legumi, dalle tante spezie, per non parlare dell’onnipresente aglio! Non che il risultato sia cattivo, ma io avrei preferito provare le specialità del luogo convinta che la conoscenza di un paese passi anche dalla sua cultura culinaria. Per intenderci essere tornata a casa senza aver assaggiato i felafel, i piccioni, le foglie di vite ripiene...Mi ha lasciato un certo rimpianto.

Al tavolo oltre noi siedono 2 coppie di ragazzi nostri coetanei con i quali trascorreremo piacevolmente non solo i pasti, ma anche gran parte della vacanza.

Dopo cena c’è l’incontro con l’egittologo che ci inizia ai misteri dell’Egitto con la sua storia più antica, i suoi miti e soprattutto un breve escursus sulle scoperte dell’ultimo secolo...Molto interessante, ma il pensiero della sveglia all’alba dell’indomani fissata alle 5:30 mi turbava e distraeva...Dunque andiamo in camera per il meritato riposo...Ma niente da fare...Nonostante la nave sia ferma al porto i motori restano accesi per assicurare l’energia elettrica e i cuscini sono troppo alti per i miei gusti...La sveglia mi sorprende pressoché sveglia... Lunedì 3 novembre Dopo colazione subito in autobus per raggiungere la valle dei re...Nessuno me ne voglia ma sull’autobus arriviamo per ultimi ...Mi trascinavo... Lungo il percorso abbiamo un primo assaggio di Nilo solcato da numerose navi da crociera ormeggiate in triplice o addirittura quadruplice fila e il cielo letteralmente invaso da mongolfiere; sorpassiamo i colossi di Memnone e il Ramesseum e siamo sulla riva ovest dove a partire dal 1500 a.C. Le tombe vennero scavate in profondità nelle colline che venivano considerate piramidi naturali. La valle dei re si raggiunge attraverso un percorso lungo una sorta di suggestivo canyon. Le tombe sono numerate secondo l’ordine in cui furono ritrovate. Noi ne abbiamo visitate tre: 1)la tomba n.16 di Ramses I è piccola, ma riccamente decorata e in fondo al cunicolo di accesso si entra nel vano centrale dove è custodito ancora il sarcofago in granito

  • 12566 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social