Vagabondando in Croazia

Quest'anno, come tutti gli anni, io e la mia inseparabile compagna di viaggi, ovvero la mia sorella gemella, dovevamo decidere la meta delle nostre vacanze estive. Dopo un po' di tempo speso a cercare mete lontane dove lei avrebbe potuto ...

  • di Michelagoria
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
 

Quest'anno, come tutti gli anni, io e la mia inseparabile compagna di viaggi, ovvero la mia sorella gemella, dovevamo decidere la meta delle nostre vacanze estive. Dopo un po' di tempo speso a cercare mete lontane dove lei avrebbe potuto fare immersioni, e io passare lunghe giornate in spiaggia a rosolarmi, il mio ragazzo mi ha proposto :"ma perchè non andate in Croazia?". Già, perchè non andare in Croazia? Non sapevo bene cosa aspettarmi, ma alle prime foto guardate su internet mi hanno subito affascinato questo mare cristallino, e questi paesini che sembrano presi da un paesaggio montano e sistemati in riva al mare...E così è stato deciso: Croazia!

Volevo assolutamente includere nel viaggio Dubrovnik, per cui abbiamo deciso di concentrarci sulla parte meridionale della Dalmazia. Il 18 luglio siamo partite da Asti in macchina verso Ancona, da cui il mattimo dopo avremmo dovuto prendere un aliscafo della Snav in direzione Spalato. Per problemi di maltempo però l'aliscafo non è partito, ma grazie a voci di corridoio sentite al porto di Ancona (non certo alla collaborazione degli impiegati della Snav) siamo riuscite a cambiare il biglietto con uno della linea Jadrolinija e siamo partite lo stesso, anche se la traversata è durata ben più di quella che avevamo previsto, sette ore del traghetto contro le quattro scarse dell'aliscafo...Ma l'importante era partire! Questo ritardo sulla tabella di marcia mi ha costretto a cambiare l'itinerario che avevo studiato nei minimi dettagli ancora prima di arrivare in Croazia, ma tanto il cambiare tutto all'ultimo sarebbe stato all'ordine del giorno...La parola d'ordine della vacanza è stata ALL'AVVENTURA! Arriviamo a Spalato alle otto di sera circa del 19, e partiamo senza indugio verso sud. Purtroppo l'ora è già tarda, e così dopo poca strada decidiamo di fermarci a dormire a Makarska; una passeggiata veloce e poi a cena, dove mia sorella assaggia quella che diventerà la sua passione: la Buzara di scampi! e' un piatto veramente ottimo, anche se un po' pesantino, ma dovete assolutamente assaggiarlo! poi una passeggiatina veloce per le vie della città (molto carina, anche se un po' troppo festaiola, non è quello che cerchiamo da questa vacanza!), una birretta in un locale carino, il Rockatasky, e poi a nanna! Il mattino dopo infatti ci imbarchiamo per l'isola di Brac; tre quarti d'ora circa di navigazione e arriviamo a Sumartin, un piccolo e delizioso porticciolo, con una manciata di case tutte attorno, veramente molto bello, dove l'attività principale insieme alla pesca è quella della costruzione di navi. Chiediamo all'ufficio del turismo una sistemazione per la notte, e veniamo indirizzate verso la casa di due vecchi signori, che non parlano mezza parola di italiano o inglese, ma che intuiamo essere molto gentili (anche se non abbiamo capito veramente nulla di tutto quello che ci hanno detto!) e ci mettono a disposizione un intero piano della casa, con due camere da letto, bagno, cucina, salotto e un bellissimo terrazzo, al prezzo di 30 euro per notte, veramente incredibile! Dimenticavo, appena arrivati in Croazia è meglio cambiare gli Euro in Kune; spesso vengono anche accettati gli euro, però in posti non molto grandi, o comunque per spese piccole è meglio avere i soldi locali. Scaricate le valigie partiamo subito alla ricerca della prima spiaggia; essendo appena arrivate non ci sentiamo ancora padrone di vagabondare liberamente, pertanto decidiamo di andare a Zlatni Rat, una delle spiagge più conosciute (e più grandi) di tutta la Croazia.

Arrivate lì però rimaniamo un po' interdette dalla quantità di gente accalcata sulla spiaggia, e quindi ci sistemiamo in una piccola caletta un po' dopo lo spiaggione...L'acqua è un po' fredda ma bellissima!

Seconda tappa della giornata sarebbe dovuta essere Blaca, ma la strada per raggiungere il monastero si è presto rivelata impraticabile e abbiamo quindi scelto di dirigerci verso Milna, che si è rivelata un fantastico "ripiego"

  • 5318 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. dritangremi
    , 4/3/2011 19:55
    ho sentito parlare dei <a href="http://www.dentistiinalbania.com/1/dicono_di_noi_1529244.html">dentisti in croazia</a>. Mi sapete indicare qualcuno?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social