Agosto in Croazia

Nella regione di Sibenik, poi sulle isole di Brac e Solta
 
Partenza il: 11/08/2017
Ritorno il: 29/08/2017
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

CROAZIA 11 agosto – 29 agosto 2017

Partenza ore 3 della notte fra giovedì 10 e venerdì 11 agosto e arrivo a Rastoke alle ore 14!

Da Vercelli a Rastoke dovevano essere circa 690 km e invece, a causa di strada errata, abbiamo fatto 767 km. Alla fine, stufi di girare a vuoto, abbiamo deciso di seguire le indicazioni per Plitvice e da lì in un attimo, abbiamo raggiunto la nostra meta.

11 agosto visita del borgo di Rastoke che forse è stato un po’ rovinato a causa del clima troppo secco degli ultimi mesi. Le cascate erano un po’ asciutte e probabilmente rendevano meno di quanto avrebbero dovuto. Comunque si trovano degli scorci davvero carini e noi lo abbiamo girato in lungo e in largo e, verso fine pomeriggio, abbiamo fatto un bel bagno ristoratore nel fiume Korana prima di cenare nel locale che si trova proprio vicino alla biglietteria del borgo.

12 agosto partenza sotto il temporale e con 13° alla volta di Grebastica dove avevamo affittato il primo appartamento. Al pomeriggio siamo andati subito a visitare Primosten. A noi è piaciuto tanto. Non avrà nulla di speciale ma ci è piaciuto perdersi nei suoi vicoletti e abbiamo fatto tutta la passeggiata intorno. Avremmo voluto anche andare dall’altra parte della baia (quella dove ci sono i complessi turistici) ma l’acqua da quel lato era mossa e con le alghe e abbiamo preferito fare un bel bagno verso fine pomeriggio nella spiaggia che c’è a sinistra della porta di accesso: acqua calma e pulita. Peccato che avevamo dimenticato le scarpine per i sassi!

13 agosto Sibenik. Si pensava di fermarsi anche per il pranzo e invece abbiamo fatto abbastanza in fretta. Siamo partiti con la visita della cattedrale di San Giacomo ancora deserta, la piazza della Repubblica e la Loggia e poi ci siamo persi per le strade lastricate, siamo saliti fino alla fortezza di San Michele, siamo entrati nel giardino del monastero di San Lorenzo e siamo arrivati fino al borgo di pescatori di Dolac (un po’ triste rispetto alla foto che avevamo visto sulla rivista). Ci siamo fermati a Zablace per pranzo e poi a fare il bagno nell’acqua più fredda mai sentita! Gambe e braccia sembravano punte da migliaia di spilli! Dal parcheggio sterrato in centro, si può andare a destra o a sinistra. Noi siamo andati a sinistra, abbiamo passato le prime spiagge e siamo arrivati fino in fondo, dove finisce il campeggio. Il proprietario della konoba dove abbiamo mangiato (più o meno a metà del parcheggio sterrato ci sono alcuni tavolini anonimi sulla strada ma, dentro, il locale è molto carino, con tavoli e panche di legno, e il conto è stato anche più basso rispetto ai prezzi che c’erano sul menu…) ci ha detto che destra o sinistra era in ogni caso bello. Ci siamo poi spostati verso il ns appartamento e ci siamo fermati a Dolac, per il terzo bagno della giornata in un’acqua altrettanto fredda… Peccato non aver avuto il tempo di passeggiare lungo la costa sia qui che in altre occasioni. Passando dalla strada si vedono spiaggette e angoli carini ovunque ma purtroppo non si può fare tutto

14 agosto. Alle 8 eravamo già al parcheggio (ancora semideserto) di Lozovac per la visita al parco KRKA e poco prima di fare il biglietto abbiamo per fortuna trovato una ragazza del parco che parlava benissimo l’italiano e ci ha spiegato alcune cose che dal sito internet non avevo capito. Abbiamo visitato il parco senza comprare nessuna escursione aggiuntiva. Ci siamo fermati anche noi nella famosa cascata Skradinski buk dove però, a causa della troppa gente e del fondo melmoso, non si era invogliati a fare il bagno. Ci siamo spostati poco più in giù alle spalle del ponte di legno e lì era molto più tranquillo e meno affollato. E così abbiamo fatto anche noi il bagnetto.

Abbiamo completato il giro del parco e ce ne siamo andati quando ormai muoversi stava diventando un problema a causa della folla continua di gente in movimento.

Con la macchina ci siamo spostati verso Stinice (avevo immaginato fosse un piccolo paese ma non lo è: solo un edificio, un molo, un parcheggio e una panchina all’ombra), percorrendo strada a tornanti, gole di montagna aride e desertiche e siamo scesi fino al piccolo molo da cui parte la barca che porta i turisti sull’isolotto di Visovac. Abbiamo fatto il picnic sulla panchina con vista sull’isolotto e poi abbiamo fatto l’errore di non fare il bagno proprio vicino al piccolo molo ma di riprendere la macchina e raggiungere l’altro ingresso del parco che ci avrebbe permesso di vedere le altre famose cascate di Roski Slap. Le cascate le abbiamo viste ma, a causa della mancanza di piogge, erano alquanto deludenti e così non abbiamo nemmeno fatto la passeggiata per vedere la “collana”. Abbiamo ripreso la ns macchina e siamo ritornati a casa. La strada del ritorno fino a Lozovac ci è sembrata molto lunga: sono solo 30 km ma, vista la giornata impegnativa e visto il panorama un pochino monotono, ci è sembrata infinita…

15 agosto Abbiamo parcheggiato nel grosso parcheggio che si trova al di qua del ponte che poi attraversi per arrivare nel centro storico di Trogir (comodo in quanto fai il biglietto e paghi all’uscita in base a quanto ti sei fermato. Anche a Sibenik abbiamo parcheggiato in un piccolo parcheggio analogo e non in quello enorme all’inizio. E’ difficile prevedere quanto ci si vuole fermare…meglio pagare in base al tempo della sosta). La visita di Trogir ha richiesto meno tempo del previsto anche perchè nel corso della mattinata si era riempita di turisti e si faceva fatica a muoversi. Quando siamo arrivati al mattino siamo entrati senza problemi a visitare la cattedrale di San Lorenzo che era quasi deserta (non siamo saliti sul campanile perchè non abbiamo capito dove si faceva il biglietto…) e poi piazza Giovanni Paolo II, il municipio, la loggia, la via dello shopping, la riva fino al castello del Camerlengo e poi tutto il perimetro fino ai giardini per poi ritornare in centro a perdersi nei vicoletti…



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Brac
    Diari di viaggio
    tour completo della croazia in macchina

    Tour completo della Croazia in macchina

    Vivendo in un posto dove si può andare in spiaggia tutto l'anno, quest’anno ho deciso di lasciare indietro questa necessità,...

    Diari di viaggio
    agosto in croazia

    Agosto in Croazia

    CROAZIA 11 agosto – 29 agosto 2017 Partenza ore 3 della notte fra giovedì 10 e venerdì 11 agosto e arrivo a Rastoke alle ore...

    Diari di viaggio
    viaggio fuori dagli schemi in dalmazia

    Viaggio fuori dagli schemi in Dalmazia

    attrae maggiormente il jet set, ma anche il turismo di massa. Una gran parte dei villeggianti è calamitata da sole, spiagge, gite in barca...

    Diari di viaggio
    isola di brac in camper e vespa di in croazia

    Isola di Brac in camper e vespa di in Croazia

    1210 km in camper e 250 in vespa, 1259 foto, 6 giorni, 2 persone. Dovevamo andare in Liguria per fine maggio, invece tutti i campeggi erano...

    Diari di viaggio
    croazia easy e low cost

    Croazia easy e low cost

    La Croazia è una nazione meravigliosa... tutta da scoprire. È low cost ed è a meno di un’ora di volo, può essere l’ideale per...

    Diari di viaggio
    maki e l'isola di  brač

    Maki e l’isola di Brač

    Ciao, siamo Marco e Chiara e vogliamo raccontarvi il nostro viaggio in Croazia sull'isola di Brac con un po di cosigli e suggerimenti...

    Diari di viaggio
    dalmazia e belgrado

    Dalmazia e Belgrado

    SPALATO Volo da Malpensa a Spalato con Easyjet. Arrivata a Spalato ho raggiunto l’ostello che avevo prenotato l’Hostel Emanuel, molto...

    Diari di viaggio
    makarska, dalmazia, croazia

    Makarska, Dalmazia, Croazia

    Siamo due coppie e per le vacanze estive (dal 12 al 22 Agosto) decidiamo di andare in Dalmazia, ispirati sia dai prezzi, che dal mare che a...

    Diari di viaggio
    scenari croati

    Scenari Croati

    In queste righe vi racconterò passo per passo e il più sinteticamente possibile, tutti i nostri spostamenti, le spese, i posti dove...

    Diari di viaggio
    hvar, un girone dell'inferno...

    Hvar, un girone dell’inferno…

    Dopo aver girato e apprezzato negli anni molte mete croate quest'anno decidiamo di esplorare Hvar, un'isola molto rinomata del Sud della...