Meteore - Grecia, con i mezzi pubblici

pochi giorni per tuffarsi in un'atmosfera unica (non per nulla é un luogo protetto dall'Unesco) e per gli amanti della fotografia. Non fatevi influenzare da chi vi dice che é un viaggio non adatto a chi soffre di vertigini!!

Diario letto 47065 volte

  • di Adeliana
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Da tempo sognavo un viaggio alle Meteore in Grecia e la Ryanair ci ha dato la possibilità di andarci ed a poco prezzo, euro 40 in due. Per dimenticare che le vacanze estive purtroppo sono finite, ci vuole un viaggetto anche se breve: questo lo consiglio a tutti perché si piomba in una atmosfera veramente particolare.

Prima di partire mi ero ampiamente documentata, ma credo di poter dare utili consigli per chi, come noi, non ama utilizzare i viaggi organizzati servendoci esclusivamente di mezzi pubblici

14.10.10.

Siamo partiti io, Adeliana e mio marito Paolo da Bergamo alle 13,45 ed alle 17.00 ora locale eravamo a Volos. Veramente pittoresco l’aeroporto di Volos….ma dal 28 ottobre prossimo entrerà in funzione il nuovo aeroporto di Volos pronto lì accanto.

Sul piazzale sterrato già c’era il pulman per la città. All’autista abbiamo subito chiesto a che ora potevamo, la domenica 17 ottobre, riprendere l’autobus per il rientro in aeroporto per il volo delle 10,30: l’autista che qualche parola di italiano conosce ci ha confermato che il pulman era alle 7,45 dalla stazione centrale dei bus. Il pulman ci ha quindi portato in città alle ore 17 30 con arrivo alle 18.00: costo euro 3 per persona . Fa due fermate all’andata, una alla stazione dei bus e la seconda al porto. Al ritorno però parte solo dalla stazione dei bus. La strada all’inizio è una superstrada che poi ritorna ad essere una strada normale panoramica che costeggia il mare.

Alla stazione dei bus alle 19.00 partiva il pulman diretto a Trikala (euro 12,50 per persona) con arrivo alle 21.30 dove abbiamo trovato già in partenza il pulman per Kalambaka con arrivo a destinazione alle 22.00. (costo euro 2 per persona).

Le informazioni sulla possibilità di raggiungere le Meteore già la stessa sera dell’arrivo ce le aveva confermate via email (c’è il loro sito in internet) Mr. Yoannis della ALSOS HOUSE di Kalambaka dove abbiamo alloggiato (euro 50 per notte) perché i pulman per Trikala (dove si deve cambiare) non sono molto frequenti. Preciso che a 3 alberghi avevo inviato un’email di richiesta, ma solo Mr. Yoannis ci aveva risposto, permettendoci così di organizzare la prenotazione alberghi. Arrivati a Kalambaka alla piazza della fontana, si prende la via che sulla destra sale verso le Meteore e proprio sotto la Alsos Rock si arriva all’ Alsos House. Ottimo l’impatto: le Meteore sono illuminate!! Andiamo subito a letto per essere pronti di mattino presto per l’escursione alle sognate Meteore. Piove.

15.10.10

Di mattino scopriamo che dalla via dell’ Alsos House si può benissimo vedere il Monastero di Agios Stefanos.

La colazione all’ Alsos House è un fai da te.: semplice, ma a noi basta, non è un’ampia colazione che ci interessa in questa occasione. Si deve anche lasciare pulita la cucina.

Alle 9.00 prendiamo in piazza della fontana il bus che sale alla Grande Meteora (euro 1,20 per persona), passando per Kastraki e facendo alcune fermate lungo la salita di Kastraki per poi dirigersi direttamente alla Grande Meteora. Il pulman di ritorno sarà alle 12,30 sempre dalla Grande Meteora, ma a noi non interessa perché vogliamo fare la discesa a piedi.

La giornata è splendida. Sarebbe stato un vero peccato il tempo brutto perché oltre la bellezza della visita alle Meteore, il panorama che si ha lungo il tragitto è impagabile e sarebbe un peccato farlo in macchina. . Alle 9,30 siamo già ai piedi della Grande Meteora. Una gradinata nelle rocce porta all’ingresso dove alle donne fanno indossare enormi foulard per gonne anche se avevo pantaloni sicuramente non attillati. Non descrivo gli interni delle Meteore perché chiaramente sono molto meglio descritti dai libri di viaggio (e prima di partire ne ho consultati alcuni nella fornitissima biblioteca del mio paese. Posso solo dire che si è immersi in un sogno e la realtà è superiore all’immaginazione. Dalla Grande Meteora si ha un bellissimo panorama sulla valle e sul monastero Moni Varlaam. Ci godiamo veramente la visita, nella bellissima chiesa siamo solo io e Paolo perché l’esercito di tour organizzati parte più tardi e saranno sempre dopo di noi, per cui consiglio caldamente di partire presto

  • 47065 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Adeliana
    , 21/9/2011 19:41
    Scusa se ho letto solo oggi il vostro messaggio. Non so come ho fatto a non vederlo.
    Mi fa piacere che il mio raccontoi vi sia servito; anch'io utilizzo sempre i racconti dei turisti per caso per le mie vacanze e trovo che sono molto utili e pratici. Bene avete fatto a prendere l'auto se poi siete riusciti a vedere il Pelion. Potreste dirmi com'é quella zona per una vacanza marina?? Grazie mille!!!
    Ad agosto sono stata alle isole greche di MILOS con puntatine a Folégandros e Sifnos: sono di una bellezza unica per chi come me ama molto le Cicladi.. Un caro saluto a Luca e Angela con l'augurio di tanti bei viaggi.
    Adeliana
  2. Luca Brivio
    , 11/6/2011 13:33
    Cara Adeliana,

    ti ringrazio per il resoconto del tuo viaggio alle Meteore. Mi è stato molto utile per organizzare il ponte del 2 giugno (3 notti, partenza il 2 rientro il 5). In sostanza mia moglie ed io abbiamo ripetuto il tuo stesso itinerario volando con Ryan Air ma noleggiando un auto all'aeroporto di Volos. E' certamente più costoso che viaggiare coi mezzi pubblici ma con 77 euro di noleggio e 58 euro di benzina (1,64 euro/litro!) abbiamo ottimizzato i tempi (2 ore esatte di viaggio dall'aeroporto a Kastraki). Nel pomeriggio del sabato siamo così riusciti a fare il giro della verdissima penisola del Pelion e a rilassarci per un paio d'ore sulla splendida spiaggia di Papa Nero sull'Egeo. Anche noi serbiamo un ricordo unico dei fantastici monasteri. Grazie ancora. Luca con Angela

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social