Siviglia: tapas e storia

Breve ma intenso soggiorno in una magnifica città

Diario letto 4133 volte

  • di Mr Moonlight
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

22 ottobre

Dopo una nottata insonne causa nubifragio (cantina allagata, infiltrazioni nel bagno nonna, assenza corrente) si parte comunque. Il volo Ryanair da Malpensa è alle 12:40. Atterriamo alle 15:40 dopo un volo tranquillo. Appena fuori individuiamo il bus EA per il centro (€4). Non abbiamo idea precisa su dove scendere così procediamo poi in taxi per il Calle Conde de Ibarra (€6). Siamo in pieno centro, nel quartiere di Sta. Cruz. La casa appare confortevole ed in ottima posizione per visitare la città, con cortile interno alla "araba" piastrellato di blu e adorno di piante verdi. Sono le 17 circa per cui facciamo giro esplorativo. Attraverso viuzze e piazzette con alberi di arance (sono ovunque) arriviamo alla Cattedrale davvero imponente e percorriamo la Avenida de la Costitucion. Poco distante troviamo un Carrefour express e facciamo un po’ di scorta ( biscotti , brioche, latte e ovviamente birre Cruzcampo. Rientriamo per fare il punto posare la spesa. Dopo aver esaminato parecchie possibilità decidiamo di andare a cena al Baratillo vicino alla Plaza de Toros. Per arrivarci attraversiamo il centro monumentale di Siviglia e dopo una ventina di minuti raggiungiamo il locale. Come ovunque tavolini stretti e folla. Il sistema è restare alla porta, dare il nominativo ed attendere di essere chiamati. Siamo solo in due quindi l’attesa è breve. Il locale è adornato dalle teste di enormi tori (con tanto di targa) abbattuti nelle corride. Due calici di vino e tapas ovviamente: insalata di patate, polpo alla piastra, calamari fritti, maiale al whisky, insalata di pomodori, peperoni,cetrioli e polpo, due caffè per poco più di € 28. Rientro con lungo giro per il centro tutto illuminato. Davvero elegante e spettacolare.

23 ottobre

La casa è perfetta: un locale piuttosto grande serve da tinello e salottino ben separati. La zona cucina è ben fornita: stoviglie, induzione, fornetto, microonde, frigo. Il letto è comodo, il bagno pulito e funzionale, con lavatrice. Ci sono armadi con coperte asse e ferro da stiro, phon, spazzole e lucidi per scarpe, insomma, tutto ! Sveglia alle sette, e colazione. Fuori c’è buio! Fino alle otto buio pesto.

Oggi Arenal. Prima tappa della giornata alla Torre del oro. Attraversiamo la città ancora sonnolenta e ci dirigiamo verso il Guadalquivir. Numerosi battelli sono in attesa per le crociere. Percorriamo il lungo fiume, largo e con ciclopiste, ma senza alcuna protezione verso l’acqua, superando la torre che alcuni dicono fosse ricoperta d’ oro un tempo o forse prende il nome dal fatto che vi si depositasse l’oro che arrivava dal fiume. Poco prima del puente de Isabel II c’è l’antica Plaza de Toros. Non ci piacciono le corride ma una vista alla struttura può essere interessante. Per € 8 e dotati di utile audio guida veniamo scortati nei vari ambienti. Prima al museo con i disegni di Goya , costumi e ritratti di toreri, adornato dalle teste di tori con tanto di targhetta con nome e data di “esecuzione”. Più interessante vedere l’ante Arena dove i picadores preparano i cavalli e dove si preparano spiritualmente i toreri , la cappella con le preghiere e l’anfora dell’ultimo sorso prima di scendere nell’arena. Anche noi scendiamo nell’arena (senza il toro per fortuna). Fa impressione il terreno giallo sul quale deve risaltare il rosso del sangue (vero!). Contiene 12 mila spettatori. Pa Abbandoniamo il lungo fiume e risaliamo Calle Reyes Catholicos per raggiungere Parque de la Victoria dove abbiamo letto che proprio davanti al Corte Ingles (grande supermercato) c’è un mercatino. In effetti c’è ma molto modesto e vendono solo zaini, borse e borselli

  • 4133 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social