Sudafrica, Botswana e Namibia

Un viaggio avventuroso lungo 6.500 chilometri

Diario letto 31592 volte

  • di Franz.wa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Dopo i due viaggi in Sudafrica e Botswana decidiamo questa volta di allargare il raggio d’azione visitando parzialmente i primi due per concentraci di più sulla Namibia. L’idea è incominciare il giro a Johannesburg, attraversare il Botswana, entrare nel nord della Namibia e da lì scendere piano, per rientrare poi a Johannesburg passando per il nord del Sudafrica.

Siamo una famiglia di tre persone e vogliamo fare un viaggio non “confezionato”, vale a dire vivere alla giornata, quindi senza alcun tipo di riservazione se non per l’auto e la prima notte a Rustenburg.

Questo viaggio fai da te è sicuramente più impegnativo di un viaggio confezionato da un tour operator, ma, a mia opinione, lascia più spazio all’avventura e a volte a un po’ di brivido, come si potrà leggere dai piccoli aneddoti in seguito raccontati.

Volo. Abbiamo trovato un’ottima offerta con la Fly Emirates via Dubai, ossia 570 Euro a testa. L’unico neo del viaggio era che al ritorno abbiamo dovuto fare una sosta prolungata di dieci ore a Dubai. Nell’aeroporto di Dubai, nel terminal A, ci sono dei comodi sdrai ed essendo la nostra sosta notturna, li abbiamo usati per dormire.

Auto. Un paio di mesi prima abbiamo riservato presso l’Avis una VW Polo facendo un’assicurazione che abbatteva al massimo la franchigia in caso di danno o furto. L’auto mi ha reso una media di circa 15/16 chilometri con un litro. Alla fine, in tre settimane, abbiamo percorso 6.469 chilometri.

Il prezzo della benzina costa nei tre stati poco meno di 1 Euro. Abbiamo anche dovuto pagare due volte 1.200 Rand per la copertura assicurativa in Botswana e Namibia.

Consiglio di fare sempre benzina anche se benzinai ce ne sono un po’ dappertutto, ma può succedere, com’è capitato a noi, che non ci fosse la corrente elettrica per poterla erogare.

Valuta. Il Rand sudafricano viene accettato in tutta la Namibia al valore di 1 a 1 con il Dollaro namibiano (N$), ma il dollaro della Namibia non viene accettato in Sudafrica. La Pula del Botswana non viene accettata negli altri due stati. Le carte di credito vengono accettate pressoché ovunque. Euro in contanti si possono cambiare all’arrivo all’aeroporto di Johannesburg e nelle banche dei tre stati senza alcun problema. Bisogna stare attenti a Johannesburg perché negli uffici di cambio all’uscita dall’aeroporto, mentre tutti prendono il 5% di commissione uno solo prende il 2.21 % e dipendendo da quanto si cambia potrebbe uscirne una cospicua differenza.

Euro 1 = Pula 10.40

Euro 1 = Rand 13.45

Euro 1 = N$ 13.45

Cibo. E’ stata nostra abitudine tenere sempre in auto degli avocados che maturassero poco a poco, del tonno in scatola, pane, formaggio, frutta, biscotti ai cereali e del latte di soya oltre ad abbondante acqua.

Sinceramente, per ragioni igieniche, non sempre andavamo a mangiare al ristorante. In questi casi si faceva la colazione in albergo per poi mangiare “al sacco”, che vorrebbe dire prendere dei cibi pronti nelle gastronomie ben fornite delle catene di supermercati Chequer’s, Choppies, Superspar e Pick and Pay, per poi mangiare lungo la strada dove si trovano molte aree di sosta con tavolo sedie e ombrellone.

Alloggi. I prezzi s’intendono per tre persone e quasi sempre con colazione compresa. Quasi tutti avevano il frigorifero ed il wi-fi.

Foto. Questa volta mi sono munito di una foto camera piccola e versatile, una Canon Power Shot modello bridge con uno zoom 30x ed un piccolo treppiedi. Alla fine del viaggio, dopo il primo screening, avevamo ancora 1600 foto

  • 31592 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social