Israele: consigli per un viaggio fai da te

Il nostro viaggio tra Israele e Giordania, con informazioni pratiche e consigli utili per organizzare una vacanza in autonomia

  • di Scaglia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Un saluto a tutti da Dario e Mari ed eccoci con un altro diario di viaggio. Dopo Marocco e Thailandia, è ora la volta di Israele, con una “fuitina” in Giordania, per visitare Petra. Anche per questo diario la linea guida è quella di fornire il maggior numero di indicazioni utili per chi vuole fare un viaggio in piena autonomia, tralasciando notizie di luoghi che potete trovare su ogni guida.

Piccola considerazione personale: Israele è un paese piccolo, ma meraviglioso, sia che voi siate credenti (come mia moglie) o atei (come il sottoscritto) Natura, storia, e religioni offrono infiniti spunti di interesse per una vacanza decisamente culturale. Focalizzare la vacanza solo sul tema religioso, dal mio punto di vista, è limitare molto il viaggio, e ridurre notevolmente le possibilità di conoscenza. E’ come viaggiare in seconda marcia. Ricordo che in Israele solo il 3% della popolazione è cristiana. Perché non provare a “respirare” il restante 97%?!

La vacanza è durata 17 giorni, e sono sufficienti per vedere tutto.

Indicazioni generali

Sicurezza: Per quanto riguarda la sicurezza, lasciate a casa ogni timore è partite perché fare una vacanza in Israele è come farla in qualsiasi altro paese “europeo”. Bisogna solo prendere un po’ di informazioni e niente più. Nel periodo della nostra permanenza non ci siamo mai sentiti in pericolo, e considerate che la tensione sulla Siria era abbastanza alta, anche se, per la verità, ha toccato il massimo verso fine Settembre.

Costo della vita: Israele non è la Thailandia per cui parlare di vacanza low-cost è un po’ difficile, ma sicuramente con un po’di attenzione si può ottimizzare il viaggio. Il costo della vita è simile all’Italia. Il prezzo degli hotel è quasi in linea, ma se scegliete hotel al di sotto di 60€-70€ rischiate di trovarvi in hotel non proprio puliti e con scarso servizio. Il livello non è paragonabile a quello Italiano. Cenare in un ristorante ha un costo simile, o leggermente inferiore, mentre noleggiare un auto è più economico rispetto all’Italia (proseguendo nella lettura del diario quantificherò anche i costi).

La nostra vacanza è costata € 3.800 totali (tutto compreso, voli, hotel, regali,tours,ecc…).

Strade: Le condizioni delle strade sono ottime e ben segnalate. Non c’è nessuna differenza con qualsiasi paese europeo. L’unica autostrada a pagamento è la n. 6.

Noleggio auto: Se noleggiate un auto per andare nei territori occupati, dovrete noleggiare veicoli con targa blu, perché quelli con targa gialla indicano un auto israeliana, e non sono ben accettate in Cisgiordania. L’unica compagnia che permette di noleggiare auto per la Cisgiordania dovrebbe essere Green Peace (www.greenpeace.co.il ) Per noi è meglio visitare la Palestina con un taxi o con mezzi pubblici.

Patente: Serve la patente internazionale sia in Israele che in Giordania

Clima: E’ sicuramente caldo, visto che siamo in estate, ma non impossibile. I 45°C del Mar Morto, ad esempio non ci hanno dato fastidio; sembrava una giornata estiva come da noi in Italia. Insopportabili invece i 42°C di Eilat, sul Mar Rosso. Nel Wadi Rum, ad esempio, ho girato sempre senza cappello, mentre a Petra la sensazione del calore è maggiore, ma non rovinerà certamente la visita del sito. A Gerusalemme conviene portare con sé una felpa, perché alcune volte, di sera, fa veramente fresco. Ricordo che la capitale si trova a 900mt di altitudine. Comunque dipende sempre da come una persona sopporta il caldo. Se lo soffrite, allora è meglio visitare Israele in un altro periodo.

Cambio: Ben Gurion Airport 1€=4,61 Nis (in Giordania 0,952Jod)

Benzina: La benzina costa 7,60Nis al litro (1,60€) – In Giordania 0,825 Jod/lt

Elettricità: Non serve nessun adattatore se la spina è a due poli. Se invece c’è la terra, serve l’adattatore. Consiglio di portarne uno

  • 249005 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social