Meravigliosa Africa

Alla scoperta dell'Africa tra Safari nei Parchi Tsavo Est e Tsavo Ovest e le spiagge di Watamu
Scritto da: chiaram-3
meravigliosa africa
Partenza il: 25/10/2010
Ritorno il: 02/11/2010
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

spiaggia riservata, ma loro molto insistenti e pazienti attendono lungo la riva i turisti per accompagnarli nelle passeggiate e a fare il bagno, cercando di convincerli ad acquistare da loro souvenir ed escursioni. Sono parecchio insistenti ma alcuni sono davvero simpatici! Con il tour operator facemmo un’escursione al canyon di Maraffa, un cratere profondissimo apertosi sul terreno migliaia di anni fa, anche qui i colori soprattutto al tramonto sono fantastici. Parlando con gli altri turisti e sentendo i loro pareri favorevoli sulle escursioni fatte appoggiandosi ai beach boys, decidemmo di provare, con loro, il Safari Blu, escursione di un’intera giornata in barca, nella quale ci portarono a vedere le mangrovie, facendo qualche tappa per lo snorkeling (dal quale siamo rimasti delusi) e per qualche bagno, il mare in tutti i suoi colori è davvero una favola! Ci condussero in una spiaggia in mezzo le mangrovie dove attrezzatissimi come al solito ci prepararono un pranzo speciale a base di riso al cocco, barracuda, gamberi e aragoste, e frutta … che scorpacciata!! Con loro facemmo anche l’escursione all’isola dell’Amore, in mattinata ci accompagnarono in barca su di una piccola isola con degli enormi scogli e una lingua di sabbia piccolissima, poi con il passare delle ore grazie al fenomeno delle maree, piano piano la lunghezza della spiaggia sarebbe cresciuta fino a permetterci di raggiungere a piedi la sponda opposta dalla quale eravamo partiti. Per l’ora di pranzo però la lingua di sabbia era ancora troppo corta e la lontananza alla riva era tanta per poterla percorrere a nuoto, quindi, dovemmo farci accompagnare con una tipica imbarcazione di legno dai beach boys, uno di loro stava in piedi sulla punta della barca e con un lungo bastone spingeva l’imbarcazione facendo leva sul fondo del mare. Giungemmo a riva dove ad aspettarci c’era uno splendido pranzetto come quello del giorno precedente. Dopo pranzo passeggiamo tra la bassa marea osservando i piccoli abitanti del mare e trascorremmo ancora alcune ore a crogiolarsi al sole. Quella mattina e la seguente ci svegliammo con una pioggia battente che durò all’incirca verso le 09.00 dopodiché uscirono delle splendide giornate di sole, era iniziata, puntuale, la stagione delle piogge. Avevamo fatto la profilassi antimalarica, ma in questo periodo, forse, non sarebbe servita perché di zanzare non ne abbiamo visto neppure l’ombra, probabilmente, nei giorni successivi, dato l’arrivo della stagione delle piogge, sarebbero arrivate anche le zanzare. Il giorno della nostra partenza salutammo l’alba dalla spiaggia di Watamu con la promessa di ritornare, il ricordo di quei luoghi ci accompagnerà infatti per tutta la vita, l’Africa ne abbiamo avuto la conferma ti entra dritta nel cuore e anche se non ci credevamo … il mal d’Africa esiste davvero!!

ChiaraM78



    Commenti

    Lascia un commento

    Kenya: leggi gli altri diari di viaggio