I mille colori della natura dell’Islanda

8 giorni fai da te lungo la Hringvegur (con diverse deviazioni) inseguendo paesaggi mozzafiato e scorci incontaminati
Partenza il: 11/08/2021
Ritorno il: 19/08/2021
Viaggiatori: 2
Spesa: 2000 €

circa arriviamo e ci prepariamo per la notte.

8°giorno – 18/8/21: Kirkjufellsfoss*, Penisola di Snaefellsnes** (Djupalonssandur*, Dritvik, Malariff, sentiero costiero di Hellnar**), Reykjavik*, volo di ritorno

Ultimo giorno di Islanda che si apre con la solita colazione e il breve tragitto verso la cascata di Kirkjufellsfoss*, resa famosa dal Trono di Spade e dalla bellissima vista sulla montagna Kirkjufell, la cui cima però è in questo momento circondata dalle nuvole: peccato! Continuiamo quindi addentrandoci nella Penisola di Snaefellsnes**, ricca di panorami naturali bellissimi: la prima tappa è la spiaggia nera di Djupalonssandur*, che ha anche un arco di roccia e alcuni resti di un peschereccio britannico. Bella e fotogenica anche se non all’altezza della Reynisfjara. Da qui con un sentiero di circa 15 minuti su arriva anche alla vicina spiaggia di Dritvik, che ha caratteristiche simili. Una delle attrazioni principali della penisola è il ghiacciaio di Snaefellsjokull, ma avremmo potuto accedervi solo con un tour organizzato che avrebbe richiesto più tempo di quello a nostra disposizione. Con un breve tratto di auto siamo poi andati al faro di Malariff con i vicini pinnacoli rocciosi di Londrangar. Ma la destinazione forse più interessante della penisola è il bel sentiero costiero da Hellnar a Arnarstapi** (circa 30 minuti) che segue la costa frastagliata e gli alti scogli: piacevole. Mangiamo la famosa zuppa di pesce a Fjoruhusid, proprio all’inizio del sentiero costiero con una birra: il nostro ultimo pasto islandese. Nel pomeriggio iniziamo infatti l’avvicinamento all’aeroporto per il nostro volo delle 19:15. Facciamo un’ulteriore sosta a Reykjavik*, dove mia sorella non era stata, per vedere brevemente la Hallgrimskirkja, l’Harpa e la Nordic House, progettata da Alvar Aalto. Troviamo un po’ di traffico per arrivare all’aeroporto, e ci sembra incredibile dopo una settimana di quasi solitudine! Lasciamo l’auto a noleggio, mangiamo qualcosa e prendiamo il nostro volo (ancora in ritardo!) che ci porta a Fiumicino per le 03:00 di notte circa (+2h di fuso orario), da dove in circa 3h siamo a Livorno, con nella mente ancora le immagini di questo splendido viaggio.

Conclusioni

Una vacanza in cui riscoprire la natura nella sua essenza: questo il riassunto di questa nostra avventura in Islanda. E siamo grati di essere riusciti a farlo con un numero di turisti ancora gestibile, aspetto che il Paese dei ghiacci dovrà tener di conto molto seriamente per gli anni a venire. Una vacanza cara, non sempre comoda, con tanti chilometri da macinare e molti silenzi da ricevere in cambio: sicuramente quindi una destinazione non per tutti, in cui occorre saper ascoltare la natura e se stessi, ma che ci ha regalato degli spettacoli indimenticabili e davvero mozzafiato.

Per ogni informazione o consiglio potete contattarmi all’indirizzo e-mail ricky.pittis@hotmail.it

Guarda la gallery
I mille colori della natura dell'Islanda

I mille colori della natura dell'Islanda



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

Il piccolo Borgo di San Vittore Terme, piccolo, silenzioso e quasi incantato

La stazione dei treni di San Vittore Terme è minuscola, circondata dal verde intenso...

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Patrizio incontra Dellino Farmer, agro rapper

Nell’immaginario collettivo il contadino è legato al liscio, ma oltre alla transizione...

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il viaggio dei viaggi: fino al circolo polare in auto

Il primo grande viaggio, il viaggio dei viaggi, da Parma a Napapijri. Amici...

Leggi i Diari di viaggio su Seyðisfjörður
Diari di viaggio
I mille colori della natura dell'Islanda

I mille colori della natura dell’Islanda

circa arriviamo e ci prepariamo per la notte. 8°giorno – 18/8/21: Kirkjufellsfoss*, Penisola di Snaefellsnes** (Djupalonssandur*,...

Diari di viaggio
Islanda low cost di ove possibile

Islanda low cost di ove possibile

VOLO Ben consci del costo elevato dei voli sull’Islanda ed una volta scelto un periodo di bassa stagione come maggio, a febbraio sul...

Diari di viaggio
Islanda: magia pura con l’aurora boreale

Islanda: magia pura con l’aurora boreale

Sistemazioni per 5 notti: 1 notte in hotel a Luton e 4 notti in Islanda, 3 giorni ad Hella ed 1 giorno in hotel nella zona di Keflavik....

Diari di viaggio
Islanda, in tre stagioni

Islanda, in tre stagioni

Inverno, autunno, primavera. Queste sono state le tre stagioni durante le quali ho avuto la fortuna e il privilegio di visitare questa...

Diari di viaggio
L'Islanda: la terra dalle mille cascate

L’Islanda: la terra dalle mille cascate

Silica, l'uso di asciugamani, un drink a vostra scelta gratuito. Giorno 12 (30 giugno) Riiconsegna alle ore 16 dell'auto a Blue Car...

Diari di viaggio
Islanda, terra di ghiaccio e fuoco

Islanda, terra di ghiaccio e fuoco

Viaggiare è la mia piu grande passione, una vera ragione di vita. Viaggio appena ne ho l'occasione, non importa se vicino, lontano,...

Diari di viaggio
Islanda d'aprile... on the road

Islanda d’aprile… on the road

Inizialmente io e la mia ragazza avevamo programmato il nostro viaggio in Islanda per il mese di luglio, ma una serie di circostanze ci...

Diari di viaggio
Icelander expedition

Icelander expedition

Terre del Silenzio - Islanda Genova, 5 giugno 2008 Si sa, la mente di un viaggiatore inizia molti mesi prima della partenza a...