4 giorni per il Carnevale di Venezia

Un giro a Venezia tra maschere e canali
 
Partenza il: 01/02/2018
Ritorno il: 04/02/2018
Spesa: Fino a €250 €

Giorno 1  – passeggiando tra i canali

Siamo partiti con easyjet con volo economico per 3 persone, siamo arrivati con 10 minuti di anticipo all’aeroporto Marco Polo, atterrati alle ore 9.20. Appena giunti ci siamo recati all’ufficio preposto per l’acquisto biglietti bus, 45 euro 2 adulti ed un bambino andata e ritorno. Il bus parte dall’uscita dell’aeroporto ed arriva alla stazione di piazza Roma, qui abbiamo deciso di raggiungere a piedi il nostro albergo, vicino piazza San Marco. Quindi superato il ponte della Costituzione di Calatrava, grande delusione di ponte, durante il tragitto abbiamo iniziato subito ad addentrarci tra i vicoli di Venezia, tra negozi di maschere e pasticcerie con frittelle varie, ovviamente io mi sono fatta prendere per la gola, ma appena uscita dalla pasticceria un gabbiano mi ha subito rubato la frittella mentre la stavo addentando. Per cui piccolo consiglio: almeno in zona Cannaregio, mangiate in pasticceria e poi uscite!

Passeggiando da piazzale Roma al nostro albergo (Alloggi Andreina alla Scala), abbiamo incontrato sia la bellissima chiesa di Santa Maria di Nazareth dove i frati producono l’acqua di Melissa sia la chiesa di San Geremia dove si trovano i resti mortali di Santa Lucia. La passeggiata è di circa 2 km ma tra ponticelli, umidità e valigie è stata alquanto stancante.

Il nostro albergo, Alloggi Andreina alla Scala, si trova accanto al Palazzo Contarini del Bovolo (punto turistico), la nostra camera era una tripla, con bagno interno e senza tv, 100 euro a notte + 2,5 euro di tassa di soggiorno ad adulto per notte. Ricordate che la tassa non deve essere pagata per i bambini.

Una volta acclimatati ci siamo diretti, nonostante la pioggia, verso piazza San Marco, semivuota e silenziosa, e siamo arrivati fino a Riva Sette Martiri dove purtroppo il piccolo luna park era chiuso causa pioggia; sulla via del ritorno ci siamo fermati alla biglietteria di San Zaccaria per acquistare i biglietti per le navette che portano alle isole di Murano, Burano e Torcello (50 euro per 3 persone per una giornata). L’umidità è notevole ed anche se siamo abituati a camminare tanto la stanchezza nelle ossa è notevole. Ci fermiamo poi ad un Despar poco distante per comprare acqua e qualcosa per la colazione e ci chiudiamo in albergo per riscaldarci e dormire.

Giorno 2 – Murano, Burano e Torcello

Murano

Il 2 febbraio raggiungiamo San Zaccaria per salire sulla prima navetta, direzione Murano, qui avevamo un appuntamento alle ore 11 alla Fornace Gino Mazzuccato, prenotato sul sito di Venezia (prenotando si accede gratuitamente e si ha diritto al 10% di sconto su quanto si acquista nella fabbrica). La dimostrazione è stata particolare, permettono ai bambini di provare a soffiare in un tubo di acciaio dove nella parte finale si trova il vetro riscaldato nella fornace, poi un maestro si adopera nella dimostrazione, nel nostro caso ha creato in pochi minuti un vaso ed un cavallino. Che meraviglia! Dopo gli acquisti nella fabbrica abbiamo dedicato un paio di ore all’isola di Murano e così uno dopo l’altro si sono succeduti (non in quest’ordine) la chiesa di San Pietro Martire, il faro, la splendida cometa di vetro, la chiesa di Santa Maria degli Angeli e lo splendido Duomo.



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo Leggi i Diari di viaggio su Venezia
Diari di viaggio
venezia con tutta la famiglia

Venezia con tutta la famiglia

La bellissima e meravigliosa realtà di Venezia va oltre la più stravagante fantasia di un sognatore. L’oppio non riuscirebbe a creare...

Diari di viaggio
alla scoperta delle bellezze italiane

Alla scoperta delle bellezze italiane

Questo viaggio è progettato da noi con lo scopo di vedere le città d'arte e più famose del Bel Paese. Lo ammetto, siamo Italiani ma...

Diari di viaggio
venezia: 3 giorni sospeso su un’opera d’arte

Venezia: 3 giorni sospeso su un’opera d’arte

Venezia mi ricorda istintivamente Istanbul, stessi palazzi, addosso al mare. Meglio che smetta altrimenti riuscirei a stonare pure...

Diari di viaggio
una giornata all'isola della giudecca-venezia

Una giornata all’isola della Giudecca-Venezia

La Giudecca: un’isola visitata non da molti turisti e dove i suoi abitanti scambiano, magari da una finestra all’altra, due...

Diari di viaggio
venezia again!

Venezia again!

Dopo molte visite a Venezia in giornata, l’anno scorso – sempre ad agosto – ci abbiamo dormito una notte. Quest’anno facciamo il...

Diari di viaggio
venezia, due giorni nella storia

Venezia, due giorni nella storia

con la sua scala a chiocciola di 113 gradini fa parte dei gioielli nascosti di Venezia: questa scala ad archi era un antica scala di...

Diari di viaggio
venezia in due giorni tra luoghi meno turistici

Venezia in due giorni tra luoghi meno turistici

Venezia città romantica, a volte malinconica, ma sempre affascinante. Sabato 1° Agosto ci siamo stati in giornata - con nostra figlia -...

Diari di viaggio
venezia e trieste in 4 giorni

Venezia e Trieste in 4 giorni

Partenza domenica 16 agosto alle 9.00: destinazione Venezia. Arriviamo a Mestre e parcheggiamo la macchina al parcheggio coperto Saba...

Diari di viaggio
la via della seta ed altri percorsi

La Via della Seta ed altri percorsi

Ogni viaggio è una storia a sé, lo sappiamo tutti. Non è detto che la stessa destinazione rappresenti per tutti lo stesso arrivo, non...

Diari di viaggio
italia - slovenia - croazia - bosnia on the road

Italia – Slovenia – Croazia – Bosnia on the road

fornace dove sopra grazie ad un semplice sistema di catene fatte girare da un motore, ruotano una ventina di agnelli che poi vengono...