Venezia non stanca mai

Ennesimo fine settimana lungo a Venezia
 

Eccoci qui, per l’ennesima volta, a visitare Venezia!

Questa volta partiamo in treno da Brescia, su Italo: alle 10.00 di sabato mattina siamo già alla stazione di Venezia Santa Lucia.

Acquistiamo (alla cifra di 21 eur/persona) il biglietto giornaliero per l’utilizzo illimitato dei traghetti e la nostra prima tappa sono gli Alloggi Barbaria (Alloggi Barbaria – Hotel 2 stelle, a Venezia – SITO UFFICIALE). Siamo loro ospiti per la terza volta e ci sentiamo di consigliarli – ancora e sempre – per la disponibilità e la pulizia, nonché per l’ottimo rapporto qualità-prezzo e per la posizione.

Fausto, sua moglie ed il loro staff ci accolgono come sempre calorosamente e – consegnati i bagagli – partiamo per i nostri tre giorni di esplorazione!

Primo giorno – Le isole

Avevamo già visitato Murano, Torcello e Burano in occasione della nostra precedente permanenza in città, ma abbiamo voluto tornarci per poter passeggiare un po’ di più.

Soffia un forte vento e cade qualche rara goccia di pioggia, ma il meteo così incerto ha un vantaggio: Venezia non è stracolma di turisti come al solito, ma è piuttosto vivibile!

Cominciamo da Murano, dove ci addentriamo in una zona che conosciamo poco.

Dopo una breve passeggiata, ci troviamo di fronte al principale luogo di culto cattolico dell’isola: è la splendida Basilica dei Santi Maria e Donato (https://www.sandonatomurano.it/), uno dei massimi esempi del cosiddetto “romanico lagunare”, che custodisce al suo interno splendidi mosaici, contemporanei a quelli più famosi della Basilica di San Marco. L’entrata è gratuita con offerta libera.

Sul retro della chiesa, una zona industriale abbandonata sta prendendo nuovamente vita per merito di una riqualificazione spaziale davvero notevole. Rientrati a casa, ci informiamo su alcuni canali ufficiali e possiamo confermare che si tratti di un successo: sul retro della Basilica, è la zona delle Fondamenta San Lorenzo e Calle delle Conterie, considerate zona di archeologia industriale. Le Conterie erano un insieme di antiche fornaci e stabilimenti per la produzione di perline colorate di vetro usate per collane, bracciali ed ornamenti. Oggi l’area è stata in parte recuperata e trasformata.

Pranziamo direttamente in Campo San Donato, presso l’antica Osteria Al Canton (http://www.osterialcanton.com/): fra i vari piatti proposti, segnalo le loro meravigliose sarde in saor.

Dopo una breve sosta per gli acquisti, riprendiamo il vaporetto e sbarchiamo a Mazzorbo, isola meno conosciuta, collegata a Burano da un lungo ponte di legno, chiamato appunto Ponte Longo. È sicuramente un’isola più tranquilla e meno turistica, anche se ospita la celebre tenuta Venissa, famosa per il suo vitigno autoctono. La tenuta è visitabile gratuitamente e dista pochi metri dal Ponte Longo.

Attraversato il ponte, riprendiamo il vaporetto alla volta della bellissima Torcello, la nostra isola preferita. Purtroppo nemmeno questa volta riusciamo a visitare il museo, ma abbiamo la possibilità di passeggiare in questo straordinario luogo che sembra riportarti al Medioevo. La piccola piazza centrale è dominata dalla splendida Basilica di Santa Maria Assunta, che questa volta visitiamo solo esternamente.

Rientrati a Burano, ci perdiamo fra le viuzze colorate, senza tralasciare i tre punti simbolo dell’isola: il suo campanile che pende come la Torre di Pisa, la coloratissima Casa di Bepi Suà ed infine il Ponte dell’Amore, dove una giovane coppia straniera in viaggio di nozze ci chiede di scattarle qualche foto.

Guarda la gallery
288216907_977797376239012_2420589555621730935_n

287366902_801760890816303_8393508019577547621_n

287544735_5174887405935752_5283805654587684839_n

287815436_1162006164369265_2605723564237789311_n

288036329_3121458431446120_6570192476492099557_n



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su RaccontaItalia
    Diari di viaggio
    tra marche e romagna, mondaino e le sue fisarmoniche

    Tra Marche e Romagna, Mondaino e le sue fisarmoniche

    Certo che in Romagna non ci si annoia mai! Ecco che parto di nuovo verso le campagne assolate della mia terra, allontanandomi per un po’...

    Diari di viaggio
    in umbria, sulle tracce di san francesco

    In Umbria, sulle tracce di San Francesco

    Finalmente giungono le tanto desiderate ferie che ci vedranno per la prima volta nella regione verde per antonomasia, nonché cuore...

    Diari di viaggio
    sant'antioco e san pietro

    Sant’Antioco e San Pietro

    Quando ero piccola sfogliavo le riviste di viaggio convinta che quelle spiagge cristalline si trovassero solo dall’altro capo del mondo,...

    Diari di viaggio
    il castello fra le nuvole

    Il castello fra le nuvole

    Questo viaggio, che ha visto come protagonisti due coniugi di mezza età, si è svolto in estate, a cavallo fra i mesi di luglio e agosto....

    Diari di viaggio
    viaggio nell'anima del salento

    Viaggio nell’anima del Salento

    Salento. Il solo nome evoca immagini da cartolina. Tramonti infuocati. Infinite spiagge bianche. Acque azzurre che si amalgamano così bene...

    Diari di viaggio
    valle d'aosta in moto nella terra dei 4000
    ELY

    Valle d’Aosta in moto nella terra dei 4000

    Partiamo da Mantova con destinazione Gressoney Saint-Jean per visitare il Castel Savoia. Sembra la dimora di una fata con le sue torri...

    Diari di viaggio
    tra italia, slovenia e croazia a caccia di primati

    Tra Italia, Slovenia e Croazia a caccia di primati

    Un viaggio on the road di nove giorni con mio marito e nostro figlio Leonardo di sei anni, partendo in auto dalla Valtellina dove viviamo,...

    Diari di viaggio
    siracusa viaggio tra natura e storia

    Siracusa viaggio tra natura e storia

    Siracusa è una città magica. Ortigia, il suo mare, il papiro, le viuzze del centro, il frutto di anni e anni di contaminazioni e...

    Diari di viaggio
    reggio emilia: città del tricolore, dell'erbazzone e dei ponti di calatrava

    Reggio Emilia: città del Tricolore, dell’Erbazzone e dei ponti di Calatrava

    Focalizzate il pensiero sulla pianura padana, volate sull'unica regione “di traverso” – l’Emilia-Romagna - e ora cercate una...

    Diari di viaggio
    valle dei templi ad agrigento

    Valle dei Templi ad Agrigento

    Per il 1° Maggio di quest’anno, io ed i miei amici abbiamo deciso di visitare il Museo archeologico e la Valle dei Templi di Agrigento,...