Creta... un sogno blu

Creta:l'azzurro in tutte le sue sfumature

Diario letto 10158 volte

  • di lampone75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Per tutta l’estate abbiamo sognato delle vacanze di tutto relax con l’idea di immergerci nel blu di Creta.

Tra la fine di agosto e l’inizio di settembre mio marito ed io abbiamo trascorso 17 giorni a Creta partendo da Heraklion e girando l’isola in senso orario; abbiamo seguito molti consigli degli altri turisti per caso, perciò per non ripetermi con quanto già scritto in altri diari di viaggio sulla bellezza di molti paesaggi e luoghi da visitare scriverò solo alcune informazioni che spero possano essere utili per un soggiorno sull’isola.

Creta offre molto a diverse tipologie di viaggiatori, a chi cerca divertimento, a chi cerca cultura e storia, a chi cerca avventura e sport e a chi non si accontenta di un solo tipo di spiaggia, ma noi cercavamo soprattutto un po’ di relax e …l’azzurro!

L’AUTO

L’auto, una hunday accent di colore azzurro, l’abbiamo noleggiata (25euro/giorno) tramite alcuni ragazzi italiani (Anna & Andrea Marini - xerocamboscreta.com [andrea18@otenet.gr]) che ci hanno aiutato anche a trovare alcune sistemazioni per il soggiorno e ci hanno dato utili consigli.

Le distanze sono davvero notevoli perché ci molte sono strade di montagna e ci vuole tempo per percorrerle e se dovessi ritornare mi fermerei due settimane per ciascuna metà dell’isola, perché ci sono molte cose da visitare ed è un peccato doverne scegliere alcune a discapito di altre solo per mancanza di tempo, e rimarrei di più al sud dove si concentrano le spiagge più belle e tranquille dell’isola.

I SOGGIORNI

I primi giorni abbiamo soggiornato a Mochlos un piccolo paesino di pescatori posizionato tra Agios Nikolaus e Sitia per poter visitare il nord est dell’isola. Siamo stati ospiti di Eleni al Petra Nova Villa (http://www.petranovavillas.gr): un piccolo appartamento di “lusso” in una casetta in pietra posizionato sulla collina che domina la baia di Mochlos e dotato di ogni comfort. Grazie all’ospitalità di Eleni ci siamo davvero immersi nel blu del cielo e del mare di Creta: si vedeva il mare anche stando sdraiati nel letto e l’unico suono erano le onde che s’infrangevano sugli scogli della baia sottostante e il frinire delle cicale.

Poi ci siamo spostati a sud est a Xerocambos all’ Atki Studio (http://www.xerocamboscreta.com/ApAktiStudio): l’unico affittacamere sulla spiaggia di Amatu di Xerocambos davvero a pochissimi passi dalla spiaggia, che a noi è piaciuta più della spiaggia principale di Xerocambos; la camera era un po’ piccola, ma dotata di cucina e di tutto il necessario e con due terrazzini meravigliosi con vista sul mare.

Per spostarci a ovest abbiamo fatto due tappe nel sud del’isola.

Prima abbiamo soggiornato a Kamilari a villa Athusa da Roberta e Stematis (http://www.stravaganti.eu/it/ ): una villetta accogliente curata in ogni dettaglio posizionata sulla sommità di una collina che domina la baia di Kalamaki; la villetta in pietra s’illumina di una particolare luce rosata al tramonto, inoltre ad accoglierci c’erano una simpaticissima famiglia di gatti e una gallina che si faceva vedere al momento della colazione.

Poi a Frangokastello ci siamo fermati solo una notte, con mio rammarico, al Paradisos apartament (ottimo rapporto qualità prezzo) (http://www.paradisos.gr): la stanza (numero 13) con cucina era spaziosa con un bellissimo terrazzo sul mare a pochi passi dalla spiaggia di Orti Ammos di Frangokastello: la spiaggia che ci è piaciuta di più tutta la vacanza: meravigliose dune di sabbia, una deliziosa baia riparata dal vento con delle acque calde e turchesi e una tranquillità senza pari.

Ci siamo spostati a est soggiornando al Petalida di Falasarna (http://www.petalida-crete.com): un ottimo punto strategico per visitare l’ovest dell’isola e godere delle belle spiagge di Falasarna. La stanza era essenziale e dotata di un mini balcone con vista sul “doppio tramonto” di Falasarna: abbiamo visto il tramonto del sole sul mare (una sera anche con qualche nuvola e gocce di pioggia), ma anche il tramonto della luna sul mare… davvero indimenticabile… (unico inconveniente è che per vedere svanire la luna nell’oscurità del mare si deve essere svegli alle 4 del mattino!)

Gli ultimi due giorni abbiamo fatto una tappa a nord per visitare le città più grandi ricche di fascino dovuto alla dominazione veneziana e turca e ci siamo fermati all’ Ekavi beach hotel a Sfakaki (http://www.ekavihotel.com/) a 10 km da Rethimno; eravamo in una camera con terrazza sulla piscina e sulla spiaggia dell’hotel (stanza 111bis).

LA CUCINA

La cucina cretese è la tipica cucina mediterranea; ho ritrovato i piatti del sud Italia con un nome diverso: i dakos sono delle friselle pugliesi con la feta, i kalitsuonia o green pie ricordano i pitoni siciliani, i kalitsounia di Vrisses al miele sono delle sebadas sarde piegate a metà

  • 10158 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social