Alla scoperta della terra Guarani, della foresta amazzonica e delle famose cascate dell’Iguazù

7 giorni on the road attraversando L'Argentina, partendo dall'Uruguay in macchina. In famiglia, con sistemazione in un campeggio ecologico nella foresta amazzonica. Visita alla Cascate dell'Iguazù, la terra dei guaranì e altre riserve naturali per scoprire flora e fauna della ...

Diario letto 903 volte

  • di ZaraElisa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro

Viaggio spettacolare alle cascate del Iguazù. Partenza in macchina dall’Uruguay 1300 km in un paio di giorni per arrivare a questo posto meraviglioso. Dall’Italia si prende l’aereo da Milano fino a Buenos Aires e poi scalo per l’aeroporto internazionale Cataratas Iguazù. Ma noi siccome ci troviamo già in Uruguay decidiamo di fare il viaggio d’esplorazione on the road, cioè in macchina attraversando l’Uruguay e l’ Argentina.

Dopo due giorni arriviamo al nostro campeggio piccolo e accogliente immerso nella foresta amazzonica argentina della provincia di Misiones. Campeggio ecologico (Camping Ramon) e ben organizzato e vicino al centro del paese, facilmente accessibile. Il periodo di bassa stagione favorisce perché troviamo poca affluenza di turisti.

Una volta arrivati al campeggio ci sistemiamo perché arriviamo di sera tardi e stanchissimi dal viaggio

1 giorno: escursione alla Riserva Guiaroga , una riserva di protezione di animali selvatici ed in via d’estinzione. Sono molti i volontari che lavorano nella riserva e che si occupano di recuperare animali investiti dalle macchine oppure feriti ed in pericolo d’estinzione. Una volta arrivati alla riserva ci spiegano il loro lavoro ed i progetti nel parco della foresta, dopodiché prendiamo un trenino per entrare nella foresta fino ad un punto dove scendiamo e ci immergiamo a piedi nella foresta dove la volontaria ci spiega i diversi uccelli, tra cui degli stupendi tucani , le scimmie e le storie commoventi degli animali. Una gita piacevole tra rumori, colori e suoni tipici della foresta.

2. giorno: partiamo di mattina per le cascate le famose Cataratas del Iguazù, viste dalla parte Argentina. In 15 minuti di macchina le raggiungiamo dal nostro campeggio. Facciamo una fila ( per fortuna non tanto lunga ) alla cassa per entrare nel parco. La prima parte la facciamo a piedi e prendiamo il sentiero inferiore per iniziare ad addentraci nella foresta.

Las Cataratas del Iguazú si trovano all’interno del Parco Nazionale Iguazù, un area protetta e riserva naturale di 67.720 ettari situati al nord della regione argentina di Missiones. Una vera e propria meraviglia del mondo! Ci sorprendono un totale di 275 cascare di acqua all’interno della foresta paranese situati a 17 km della dallo sboccio del Rio Iguazù e del Rio Paranà. Qui infatti si trova il punto incontro delle frontiere tra Argentina, Brasile e Paraguay. Le cascate appartengono al Patrimonio naturale dell’umanità e sono il risultato di un eruzione vulcanica. Le Cascate sono larghe 2,7 km. La loro altezza va dai 60 m ai 82m e la quantità di acqua uscente è in media di 1.800 m³/s. Ci godiamo lo spettacolo da questo sentiero con percepiva cascata vista da sotto e sentiamo la loro potenza. La camminata con fermate dura circa due ore. Ci fermiamo per vedere le scimmie che litigano per delle bottiglie vuote trovate nell’immondizia. E mentre mangiamo il pranzo a sacco i coati cercano di rubare il nostro cibo. Questi animali curiosi escono appena sentono il rumore di una cerniera o di un sacchetto e saltano addosso alle persone. Sono così tanti che le persone devono mangiare dentro delle gabbie e i coati da fuori li guardano. L’uomo rinchiuso e l’animale libero ( mi piace quest’idea).

Il sentiero superiore lo facciamo metà a piedi e metà in un treno ecologico che porta fino alla famosa gola , la Garganta del diablo. Tutti aspettano questo spettacolo dove una grande quantità d’acqua di queste cascate cade nella Gola del diavolo la Garganta del Diablo- si tratta di un abisso a forma “U “ con un altezza di 82m, una larghezza di 150m e una lunghezza di 700 m. Noi lo vediamo dall’alto ed è veramente impressionante. Guardando in giù si ha l’impressione di essere inghiottiti da un abisso, un grande mostro d’acqua. Questo sentiero superiore lo facciamo anche in due ore circa e torniamo indietro con il treno. Due terzi di queste cascate Cataratas del Iguazú si trova sul lato argentino. Ma si possono visitare anche dal lato brasiliano e da quello del Paraguay. Dalla Garganta del Diablo si vedono le tre frontiere con vista gola. Le cascate hanno fatto da scenario a molti film famosi come ” Indiana Jones and the Kingdom of the Crystal Skull”, “Miami Vice” e molti altri. Rappresentano uno spettacolo da vedere almeno una volta nella vita!

Dopo un pomeriggio interno nel parco torniamo in campeggio stanchi e soddisfatti e ci facciamo delle buone pizze nel forno a legna insieme ai nostri nuovi amici tedeschi, argentini e venezuelani conosciuti li. Siamo circa 8 persone nel campeggio ed è tutto per noi pure la piscina naturale che fortuna!

3.giorno: Con calma ci avviamo verso il centro del paese dove si trovano molti centri da visitare, tra le varie proposte scegliamo il Biocentro di Iguazù con rettili, coccodrilli e insetti, colibrì . Dove entriamo e percorriamo dei sentieri a piedi. Questo centro è decisamente più piccolo della riserva che avevamo visto ma anche abbastanza interessante, troviamo delle piante particolari e anche delle farfalle enormi. Dopo di questo decidiamo anche di visitare il Jardin de Picaflores, un giardino bellissimo di colibrì . I diversi tipi di colibrì che si nutrono del nettare dei diversi fiori. Questi uccellini pieni di colori e così piccolini rappresentano molte cose per gli indigeni e le leggende. In realtà ci sono molti centri e parchi da visitare ma noi ne scegliamo solo alcuni , quelli che ci sembrano più interessanti

  • 903 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social