Tunisia stellare... e non solo

Viaggio attraverso la Tunisia alla ricerca dei set di "Guerre stellari", tra il Mediterraneo, il deserto e le oasi del sud in un paese suggestivo e ospitale.

  • di gil59
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

Eravamo nel sud della Tunisia (prima volta!) a gennaio 2011 quando, imprevedibilmente, è scoppiata la rivoluzione dei gelsomini. Siamo rimasti profondamente colpiti dalla dignità di questo popolo e dalla sua disponibilità verso noi stranieri nonostante la gravità del momento. Così una vacanza di tutto riposo, alla ricerca della primavera nelle oasi della bella Tozeur, è diventata per noi un’esperienza diversa e importante. Tornati a casa abbiamo deciso di fare, nel nostro piccolo, quello che potevamo per sostenere la traballante economia di questa giovane democrazia e siamo diventati turisti non per caso fedelissimi della Tunisia. Siamo tornati a settembre a Kelibia per una indimenticabile settimana di mare. Volevamo tornare d’inverno nel sud del Paese e anche i nostri figli (17 e 21 anni) si sono fatti coinvolgere. In particolare loro volevano visitare i posti dove sono state girate alcune scene dei film di Guerre stellari. Abbiamo cominciato a progettare il viaggio per i primi di gennaio ma abbiamo trovato parecchie difficoltà. Niente voli diretti e tanto meno low cost per il sud del Paese, poche le offerte dei tour operator italiani che hanno quasi completamente disertato la Tunisia (al contrario dei francesi per esempio). Speravamo in qualche last minute, ma le poche offerte avevano tempi, mete e costi non compatibili con i nostri programmi e le nostre disponibilità (4 adulti sono un bel costo). Gli unici voli low cost trovati erano su Tunisi, ma ce la sentivamo di attraversare tutto il Paese con i ragazzi come turisti fai da te, viste anche le scarse informazioni sulla situazione della Tunisia reperibili in Italia. Come ultima possibilità, verso Natale, abbiamo scritto alla brava guida che avevamo conosciuto in estate, Kamel, chiedendogli consiglio.”Nessun problema, vi porto io” e da qui è nato uno dei viaggi più fantastici della nostra trentennale esperienza di turisti/viaggiatori. Con una spesa davvero contenuta abbiamo visto posti bellissimi, conosciuto la vita del posto e ci siamo divertiti senza doverci preoccupare di niente. Più viaggiatori che turisti, abbiamo potuto apprezzare appieno la Tunisia così simile al nostro paese nel nord e sul Mediterraneo, così diversa e affascinante nel sud con oasi, deserto, lunghe strade, coloratissimi mercati, uomini avvolti in lunghi mantelli marroni e scenari indimenticabili che sicuramente hanno ispirato George Lucas e hanno contribuito a rendere la saga di Guerre stellari così suggestiva. La situazione della Tunisia ci è sembrata assolutamente normale, la gente parla volentieri, bambini schiamazzanti per le strade all’uscita da scuola, giornali in arabo e in francese, strade e mercati pieni di gente, donne con velo e senza che passeggiano insieme, ragazzi tali e quali ai nostri e molta disponibilità e attenzione verso i visitatori.

1° giorno Milano – Hammamet

Partiamo da Malpensa con Airone (volo a/r € 250 a testa ma si prenota prima si può spendere di meno). Lasciamo nebbia e freddo e in 2 ore atterriamo a Tunisi, cielo azzurro e vento, temperatura tra i 10 e i 15 gradi (il tempo sarà variabile per tutta la settimana, potrebbe essere più caldo ma per noi va benissimo così). Kamel ci aspetta in aeroporto, ha noleggiato una bella auto spaziosa dove possiamo viaggiare in 5 adulti abbastanza comodi, le nostre valigie sono solo due ma bastano per tutto. In circa un’ora arriviamo ad Hammamet, ormai è quasi sera e optiamo per un bagno nella piscina dell’albergo (coperta e riscaldata), poi cena in albergo e a letto presto: domani ci aspetta un lungo viaggio fino al punto più a sud del nostro itinerario

Annunci Google
  • 8002 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Elena Sangalli
    , 26/3/2012 19:21
    Bellissimo, io mi sono innamorata della Tunisia, consiglio a tutti di andarci :).
  2. Luca Buonomo
    , 21/3/2012 21:27
    La voglia di prendere una valigia, metterci quattro cosette e partire!
    Chi non vorrebbe farlo? :)
  3. Michele Sangalli
    , 21/3/2012 21:21
    Figata, c'ero anche io!
  4. fedesan
    , 21/3/2012 15:43
    Un bellissimo resoconto. Viene voglia di prendere l'aereo e partire subito.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social